Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Cambiamento Di Colore Delle Feci

Cambiamento di colore delle feci (feci marrone scuro, marrone chiaro, feci gialle, feci verdi)

Cambiamento di colore delle feci (feci marrone scuro, marrone chiaro, feci gialle, feci verdi)
Curatore scientifico
Dr. Nicola Antonacci
Specialità del contenuto
Gastroenterologia

Che cosa sono le feci?

Le feci sono il prodotto solido di scarto degli alimenti ingeriti e si ottengono al termine del transito di questi ultimi attraverso l'apparato digerente. In tale percorso i nutrienti vengono assorbiti e metabolizzati dopo essere stati opportunamente trasformati da complessi meccanismi digestivi, principalmente nello stomaco e nell'intestino.

Il processo produce scorie non metabolizzabili che costituiscono appunto le feci.

Cosa può indicare il colore delle feci di una persona?

Il colore “normale” delle feci è il marrone, incluse le sue diverse sfumature. Talvolta anche un colore tendente al verde, è considerato normale. Le feci possono apparire verdastre per la presenza dei sali biliari. In alcune circostanze le feci possono cambiare il proprio colore a causa di diverse condizioni patologiche, in altre il cambiamento di colore delle feci è legato ad alcuni cibi, bevande o farmaci assunti.

Esempi di cambiamenti di colore delle feci comprendono:

  • feci nere: se le feci sono scure e il loro aspetto ricorda quello del caffè, potrebbe trattarsi di un’emorragia nel tratto superiore del canale alimentare. Ci sono poi alcune sostanze come integratori di ferro o la liquirizia che possono rendere le feci scure;
  • feci verdi: feci di colore verde possono indicare che le feci tendono a viaggiare rapidamente lungo il tratto intestinale. Anche un’alimentazione ricca di verdure (spinaci, insalata) può dare alle feci una pigmentazione verdognola;
  • feci chiare: possono indicare mancanza di bile, a causa di problemi al fegato o alla colecisti;
  • feci rosse: possono essere un campanello d’allarme perchè associate ad una possibile emorragia intestinale. Se le perdite di sangue sono modeste, la causa potrebbe essere le emorroidi, se le perdite sono più cospicue, il problema potrebbe riguardare il tratto inferiore dell’intestino;
  • feci gialle: se c’è troppo grasso nelle feci, queste possono apparire giallognole. In alcuni casi, le feci possono essere gialle in seguito ad un disturbo che impedisce il normale assorbimento di alcuni nutrienti (celiachia).

Cosa si intende per cambiamento di colore delle feci?

Il cambiamento di colore delle feci è spesso innocuo e dovuto alle influenze alimentari. Il normale colore delle feci varia, solitamente, dal marrone chiaro al marrone scuro.

Anche se i cambiamenti di colore delle feci possono essere normali e conseguenza di ciò che abbiamo mangiato, la maggior parte delle modifiche più significative andrebbe valutata.

Il colore marrone normale delle feci si verifica a causa della presenza di bilirubina. La bilirubina si forma come prodotto di degradazione dell'emoglobina (dai globuli rossi) nel fegato e viene espulsa nella bile, che entra nell'intestino.

Se il contenuto intestinale viaggia a una velocità normale, il cambiamento di colore delle feci produce bilirubina che va dal marrone chiaro allo scuro.

Le feci possono apparire verdi se il contenuto intestinale passa attraverso l'intestino più rapidamente.

Quali sono le cause del cambiamento di colore delle feci?

Il cambiamento di colore delle feci è comune e generalmente non è significativo se non è persistente.

Tuttavia, il cambiamento di colore delle feci può essere causato anche da una serie di condizioni di salute, da lievi a gravi, e può verificarsi a seguito dell'assunzione alcuni farmaci.

Il cambiamento di colore delle feci, quando è persistente e non si verifica una sola volta, può segnalare la presenza di una condizione medica e dovrebbe essere valutato.

Tra i fattori che contribuiscono al cambiamento di colore delle feci troviamo:

Cosa provoca le feci verdi?

Nella vita può capitare di produrre feci verdi. Se si presentano però in modo ricorrente o troppo spesso rispetto al classico colore delle feci ci si deve rivolgere ad un medico.

Di solito la causa è legata all’ingestione di qualcosa che è andato ad alterare il funzionamento del sistema digestivo. Ma potrebbero anche essere sintomo di qualcosa di più grave e per questo è necessario andare a monitorare la frequenza con cui si presentano.

L’ingestione dei seguenti prodotti causa le feci verdi:

  • Integratori di ferro in grande quantità
  • Ortaggi a foglia verde
  • Coloranti alimentari
  • Uso di alcuni lassativi

Feci verdi nei neonati

Quando i neonati producono feci di colore verde potrebbero essere affetti da una mancanza di batteri intestinali.

Quali sono i sintomi del cambiamento di colore delle feci?

Il cambiamento di colore delle feci (feci colore chiaro) può associarsi a sintomi diversi collegati alle condizioni specifiche delle feci.

Ad esempio se nere e maleodoranti la causa potrebbe essere imputabile a:

  • sanguinamento intestinale (tipicamente dello stomaco e nell'intestino tenue superiore) a causa di ulcere e tumori
  • sanguinamento intestinale dovuto all'ingestione di ferro o bismuto
  • sanguinamento intestinale (dell'intestino medio o del colon prossimale) a causa di ulcere, tumori, morbo di Crohn, colite ulcerosa

Se le feci sono di colore giallo argilla, possono essere associate alla mancanza di bile a causa del blocco della via biliare principale. Infine, se gialle, pallide, grasse e meleodoranti, possono significare un malassorbimento dei grassi a causa di:

Diagnosi e trattamento delle feci verdi

Anche se i problemi legati alle feci di colore verde di solito si risolvono da soli, è bene rivolgersi ad un medico nel caso in cui si noti muco nelle feci o feci molli, specialmente se accompagnate da dolori rettali e presenza di sangue.

L’analisi di un campione di feci sarà il passo successivo e questo può essere seguito da una colonscopia, per determinarne con precisione le cause.

Feci di colore giallo: che fare?

La bilirubina contribuisce alla colorazione delle feci. Le feci gialle possono dipendere da una minore quantità di bilirubina presente al loro interno.

Feci di colore rosso: che fare?

Le feci di colore rosso possono seguire un pasto a base di barbabietole. Quando il colore è rosso scuro può essere un segno di sanguinamento nel tratto gastrointestinale (esofago, stomaco, intestino tenue o colon) e non deve essere ignorato. Il sospetto di emorragia gastrica o intestinale può essere escluso attraverso esami in endoscopia:

Le feci di colore rosso vivo possono essere causate da:

  • infezioni dell'intestino
  • malattie infiammatorie intestinali (morbo di Crohn, colite ulcerosa)
  • sanguinamento diverticolare
  • tumori
  • malformazioni arterovenose (comunicazioni anomale tra arterie e vene nella parete dell'intestino)
  • sanguinamento di un’ulcera a livello esofageo, gastrico, del colon o del duodeno

Feci di colore nero: che fare?

Le feci nere sono un sintomo preoccupante perché la causa può essere una grande quantità di sanguinamento nel tratto GI. Queste feci sono spesso appiccicose e maleodoranti.

Feci di colore bianco: che fare?

Le feci chiare sono spesso indice di malattie epatiche e biliari. Il cancro al pancreas, per esempio, blocca i dotti biliari e impedisce alla bilirubina di colorare le feci. Insufficienza epatica e altre condizioni patologiche a carico delle vie biliari possono esserne causa.

Qual è l'iter diagnostico delle cause del cambiamento di colore delle feci?

L'individuazione delle cause che hanno prodotto un cambiamento di colore delle feci prevede un iter molto lungo che presuppone, innanzitutto, un'analisi anamnestica dello specialista gastroenterologo, l'analisi di segni e sintomi e un esame obiettivo del paziente, e l'analisi delle feci.

Possono essere effettuati esami ematochimici come l'emocromocitometrico per escludere anemie, oppure test di funzionalità epatica e la misura dei livelli degli enzimi pancreatici. Si può effettuare una esofagogastroduodenoscopia che consente di visualizzare l'interno di esofago, stomaco e duodeno e una colonscopia per evidenziare l'eventuale presenza di polipi o lesioni cancerose. Talvolta possono anche rendersi necessarie TAC o RMN per confermare una diagnosi di lesioni neoplastiche.

Muco nelle feci: che fare?

La presenza di muco nelle feci può essere normale. Tuttavia, può anche verificarsi in persone con una malattia infiammatoria intestinale acuta o cronica. Il muco è spesso associato al sangue. Le persone con sindrome dell'intestino irritabile (IBS) possono anche avere muco nelle feci.

Feci che galleggiano: che fare?

Le feci che galleggiano contengono una grande quantità di gas al loro interno. Soggetti con un eccesso di aria nell’intestino possono sperimentare questo tipo di feci.

Qualsiasi condizione che causa un aumento della quantità di gas nell'intestino, teoricamente, può portare a feci galleggianti, specialmente in condizioni in cui vi è malassorbimento di sostanze nutritive come ad esempio con l'intolleranza al lattosio, la malattia celiaca, fibrosi cistica e la sindrome dell'intestino corto.

Grasso nelle feci: che fare?

Le feci con grasso sembrano unte, inoltre è possibile vedere goccioline di olio nell’acqua del water insieme alle feci.

L'importante è ricordare che ogni persona è diversa e le variazioni delle abitudini intestinali (che si tratti di colore, dimensione, frequenza o consistenza dura o morbida) possono essere normali per una persona o un segno di un potenziale problema per un’altra.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Difficoltà di deglutizione
La difficoltà di deglutizione è una condizione che può essere collegata a disturbi transitori che interessano bocca e gola o può essere p...
Reflusso biliare (vomito biliare)
Il reflusso biliare o vomito biliare è un sintomo che si manifesta attraverso conati di vomito verde. La bile, riversandosi nello stomaco...
Nodo alla gola (bolo isterico)
Il nodo alla gola o bolo isterico è un sintomo associato a numerose patologie; questa sensazione può dipendere da numerose cause, ma occo...