Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Cateterismo Cardiaco

Cateterismo cardiaco

Cateterismo cardiaco
Curatore scientifico
Dr. Domenico Miceli
Specialità del contenuto
Cardiologia

Che cos'è la cateterismo cardiaco?

Il cateterismo cardiaco è una procedura utilizzata per diagnosticare e trattare alcune condizioni cardiovascolari. Consiste in un lungo tubo sottile chiamato un catetere che viene inserito in un'arteria o vena dal vostro inguine, collo o braccio e che attraverso i vasi sanguigni arriva  al vostro cuore. Utilizzando questo catetere, i medici possono quindi fare test diagnostici o eseguire alcuni trattamenti per malattie cardiache, come l'angioplastica coronarica.

Come si effettua il cateterismo cardiaco?

Durante il cateterismo cardiaco, un tubo lungo e sottile chiamato catetere viene inserito in un'arteria o una vena dell'inguine, del collo o del braccio e passa attraverso i vasi sanguigni fino ad arrivare al cuore.

In quali casi si effettua il cateterismo cardiaco?

Il cateterismo cardiaco viene effettuato per verificare la presenza di eventuali problemi cardiaci o come parte di una procedura volta a correggere un problema cardiaco di cui il medico è già a conoscenza.

Se si usa il cateterismo cardiaco come test per le malattie cardiache, il medico può:

  • Individuare restringimenti o ostruzioni nei vasi sanguigni che possono causare dolore al petto (angiografia)
  • Misurare i livelli di pressione e di ossigeno in diverse parti del tuo cuore (valutazione emodinamica)
  • Controllare la funzione di pompaggio del cuore (ventricologramma)
  • Prendere un campione di tessuto dal cuore (biopsia)
  • Diagnosticare difetti cardiaci presenti dalla nascita (difetti cardiaci congeniti)
  • Verificare se avete problemi alle valvole cardiache

Il cateterismo cardiaco è anche usato come parte di alcune procedure per il trattamento di malattie cardiache. Queste procedure comprendono:

  • L'angioplastica con o senza impianto di stent. L'angioplastica comporta l'inserimento temporaneo e l'espansione di un piccolo palloncino dove c’è un blocco per contribuire ad allargare un arteria ristretta. L’angioplastica è solitamente combinato con l'impianto nell'arteria intasata di una piccola bobina di metallo chiamata stent  per aiutare a rimanere aperto e diminuire la probabilità di un nuovo restringimento (restenosi).
  • Chiusura di buchi nel cuore e fissaggio di altri difetti congeniti. Alcuni difetti cardiaci congeniti coinvolgono fori nel cuore e possono essere trattati mediante filettatura di un catetere per chiudere il foro, invece di usare la chirurgia a cuore aperto.
  • Riparazione o sostituzione delle valvole cardiache. Utilizzando il cateterismo cardiaco, i medici possono talvolta riparare o sostituire una valvola cardiaca che perde o si è ristretta. A volte, i medici usano la cateterizzazione per riparare una valvola sostitutiva che perde.
  • Valvuloplastica. Questa procedura serve per aprire valvole cardiache ristrette. Si infila un catetere a palloncino con la punta verso la parte della vostra valvola cardiaca che è ristretta e si gonfia.
  • Trattamento aritmia cardiaca (ablazione). Ablazione è una procedura utilizzata per il trattamento di problemi del ritmo cardiaco. Energia a radiofrequenza (calore), un laser o ossido di azoto (freddo estremo) possono essere applicate al tessuto cardiaco attraverso la punta di un catetere. Questo viene fatto per reindirizzare i segnali elettrici o distruggere (ablazione) le aree che causano il disturbo del ritmo cardiaco.

Quali sono i rischi del cateterismo cardiaco?

Come con la maggior parte delle procedur eseguite sul cuore e sui vasi sanguigni, la cateterizzazione cardiaca presenta alcuni rischi. Le principali complicanze, anche se rare, sono:

  • lividi
  • sanguinamento
  • attacco di cuore
  • danni all'arteria in cui è stato inserito il catetere che possono richiedere cure - mediche (pseudoaneurisma)
  • ritmi cardiaci irregolari (aritmie)
  • reazioni allergiche alla tintura o farmaci
  • lacerazione del tessuto del cuore o delle arterie
  • danni ai reni
  • infezione
  • coaguli di sangue

Cosa fare prima di sottoporsi alla procedura?

Non mangiare o bere nulla per almeno 6 ore prima o come indica il medico. Avere cibo o bevande nello stomaco può aumentare il rischio di complicanze da anestesia. Per i malati di diabete è bene chiedere istruzioni sui farmaci per il diabete e l'insulina.

È bene cercare di rilassarsi, le persone che stanno avendo un cateterismo cardiaco possono sentirsi ansiosi o nervosi, ma verranno dati farmaci per il rilassamento. Essere nervosi può portare il cuore a battere più rapidamente o in modo irregolare e può complicare la procedura.

Cosa avviene durante la procedura?

Il cateterismo cardiaco è fatto in una speciale sala operatoria che ha raggi X e macchine speciali di imaging, che le normali sale operatorie non hanno.

Il cateterismo cardiaco è di solito eseguito mentre uno è sveglio, ma sedato. Una linea IV sarà inserita nella mano o nel braccio e verrà utilizzata per dare tutti i farmaci aggiuntivi di cui si potrebbe aver bisogno durante il suo processo. Si avranno anche gli elettrodi posizionati sul petto per controllare il battito cardiaco.

Prima che il catetere venga inserito nelle arterie, verrà fatta una puntura di anestetico per intorpidire la zona.

Appena l’anestesia farà effetto, verrà inserito il catetere. Un piccolo taglio è fatto, di solito nella gamba, per accedere a un'arteria. Una guaina di plastica sarà inserita nel taglio per consentire al medico di inserire il catetere. Quello che succede dopo dipende dal perchè ci si sottopone alla procedura. Questi sono alcuni degli usi comuni per cateterismo cardiaco:

  • Angiogramma coronarico. Se si fa questo test per verificare la presenza di ostruzioni nelle arterie che portano al cuore, un colorante viene iniettato attraverso il catetere e verranno prese immagini ai raggi X delle arterie del cuore.
  • Cateterismo cardiaco destro. Questa procedura controlla il flusso di pressione sanguigna e il lato destro del cuore. Per questa procedura, il catetere viene inserito nella vena del collo o all'inguine. Il catetere è dotato di sensori speciali per misurare la pressione e il flusso di sangue nel tuo cuore.
  • Biopsia al cuore. Se il medico sta prendendo un campione di tessuto cardiaco (biopsia), il catetere di solito è inserito nella vena del collo. Un catetere con una piccola punta viene utilizzato per prelevare un piccolo campione di tessuto dal cuore.
  • Angioplastica, con o senza stenting. Questa procedura viene utilizzata per aprire una arteria ristretta nella zona del cuore. Il catetere sarà probabilmente inserito nell'arteria dall'inguine per questa procedura. Un lungo catetere flessibile sarà inserito attraverso le arterie fino  all'arteria ristretta. Poi un catetere a palloncino più piccolo sarà guidato attraverso il catetere flessibile e gonfiato alla zona ristretta per aprirla. In molti casi, il medico inserirà una bobina di maglia chiamata stent nella porzione ristretta per aiutare a mantenere l'arteria aperta.
  • Riparazione di difetti cardiaci. Se il medico sta chiudendo un buco nel cuore, come ad esempio un difetto del setto atriale o forame ovale pervio, probabilmente ci sarano dei cateteri inseriti in entrambe le arterie, alle vene del collo e all'inguine. 
  • Valvuloplastica. Questa procedura viene eseguita per aprire le valvole cardiache socchiuse. Il posizionamento dei cateteri dipenderà da quale valvola ha il problema. 
  • Sostituzione della valvola. Questa procedura è simile alla valvuloplastica, tranne che una valvola artificiale verrà impiantata nel cuore per sostituire una valvola cardiaca che perde o si è ridotta.
  • Ablazione cardiaca. In questa procedura solitamente si dispone di più cateteri posizionati nelle arterie e nelle vene dell'inguine o del collo in modo che l'energia a radiofrequenza può essere diretta verso la parte del tuo cuore che provoca battiti cardiaci anormali.

Come ci si deve comportare in seguito alla cateterizzazione cardiaca?

Di solito ci vogliono diverse ore per riprendere coscienza dopo una cateterizzazione cardiaca. Dopo che il catetere viene rimosso, il tecnico o un infermiere che ha rimosso la guaina si applica pressione ai siti di inserzione.Sarete in grado di mangiare e bere dopo la procedura. La durata del soggiorno in ospedale dipenderà dalla vostra condizione.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Betabloccanti
I beta bloccanti, noti anche come agenti bloccanti beta-adrenergici, sono farmaci che riducono la pressione sanguigna. Funzionano bloccan...
Farmaci vasodilatatori
I vasodilatatori sono farmaci che dilatano i vasi sanguigni rilassando la loro muscolatura liscia. Anche altri farmaci utilizzati per cu...
Statine
Le statine sono una classe di farmaci, prescritti dai medici, in caso di incremento dei livelli di colesterolo LDL nel sangue, al fine di...