Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Angioplastica

Angioplastica coronarica

Angioplastica coronarica
Curatore scientifico
Dr. Domenico Miceli
Specialità del contenuto
Cardiochirurgia Cardiologia

Che cos'è l'angioplastica coronarica?

L'angioplastica coronarica è una procedura utilizzata per dilatare le arterie del cuore ostruite. L'angioplastica comporta temporaneamente l'inserimento di un piccolo palloncino nell'arteria ostruita, che contribuisce ad allargare l'arteria.

È spesso combinata con il posizionamento permanente di un tubicino di rete metallica chiamato stent per sostenere l'arteria aperta e diminuire la probabilità che si possa restringere di nuovo. Alcuni stent sono rivestiti con dei farmaci per aiutare a mantenere l'arteria aperta.

L'angioplastica coronarica può migliorare alcuni dei sintomi delle arterie bloccate, come il dolore al petto e la mancanza di respiro. Può essere utilizzata anche durante un attacco di cuore per aprire rapidamente un'arteria bloccata e ridurre la quantità di danni al cuore.

Quando si ricorre all'angioplastica coronarica?

L'angioplastica viene usata per trattare una malattia cardiaca di tipo noto come aterosclerosi. L'aterosclerosi è il lento accumulo di placche di grasso nei vasi sanguigni del cuore. Quando i farmaci o le modifiche dello stile di vita non sono sufficienti per migliorare la salute del cuore o se si ha un attacco di cuore, il peggioramento del dolore toracico (angina) o altri sintomi, il medico potrebbe suggerire di ricorrere all'angioplastica.

Quali rischi comporta un intervento di angioplastica coronarica?

Anche se l'angioplastica coronarica è un modo poco invasivo per aprire le arterie intasate, la procedura porta ancora alcuni rischi. I rischi più comuni dell'angioplastica comprendono:

  • restringimento della arterie (ristenosi)
  • coaguli di sangue: i coaguli di sangue si possono formare all'interno di stent anche settimane o mesi dopo l'angioplastica. Questi grumi possono causare un attacco di cuore
  • emorragia: potrebbe verificarsi un sanguinamento nel sito della gamba o del braccio in cui è stato inserito un catetere. Di solito, questo si traduce in una semplice contusione, ma a volte si verifica un sanguinamento grave che può richiedere trasfusioni di sangue o interventi chirurgici
Altri rischi di angioplastica coronarica comprendono:

Quali sono i risultati dell'angioplastica coronarica?

Per la maggior parte delle persone, l'angioplastica coronarica aumenta notevolmente il flusso di sangue attraverso l'arteria in precedenza ridotta o bloccata. Il dolore toracico dovrebbe diminuire e si può avere una migliore capacità di tenersi in esercizio. Essere sottoposti ad un intervento di angioplastica coronarica non significa guarire dalla malattia cardiaca. 

Per mantenere il cuore sano dopo l'angioplastica, è necessario:

  • smettere di fumare
  • abbassare i livelli di colesterolo
  • mantenere un peso sano
  • mantenere il controllo delle altre condizioni, quali il diabete e l'ipertensione
  • fare regolarmente esercizio fisico
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Betabloccanti
I beta bloccanti, noti anche come agenti bloccanti beta-adrenergici, sono farmaci che riducono la pressione sanguigna. Funzionano bloccan...
Farmaci vasodilatatori
I vasodilatatori sono farmaci che dilatano i vasi sanguigni rilassando la loro muscolatura liscia. Anche altri farmaci utilizzati per cu...
Statine
Le statine sono una classe di farmaci, prescritti dai medici, in caso di incremento dei livelli di colesterolo LDL nel sangue, al fine di...