Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Circoncisione

Circoncisione

Circoncisione
Curatore scientifico
Dr. Giuseppe Dovinola
Specialità del contenuto
Andrologia

Cos'è la circoncisione

La circoncisione maschile è la rimozione chirurgica della pelle che copre la punta del pene. A volte viene effettuata 10 giorni dopo la nascita ma, in realtà, da un punto di vista strettamente medico, bisogna che trascorra almeno il primo anno di vita per poter procedere con questa pratica. Infatti, solo dopo questo periodo le tenaci aderenze embrionali tra i tessuti permettono un trattamento più agevole con minori complicanze chirurgiche.

La circoncisione è un rito religioso o culturale per molte famiglie ebraiche e islamiche, come quelle appartenenti alle tribù aborigene presenti in Africa e in Australia. La circoncisione può anche essere una questione di prevenzione medica o di igiene personale.

A volte, esiste una necessità medica per la circoncisione, come ad esempio quando il prepuzio è troppo stretto per essere tirato indietro sul glande. In altri casi, in particolare in alcune parti dell'Africa, la circoncisione è raccomandata ai ragazzi e agli uomini per ridurre il rischio di infezioni a trasmissione sessuale.

L'American Academy of Pediatrics (AAP) afferma che i benefici della circoncisione maschile superano i rischi. Tuttavia, l'AAP non consiglia la circoncisione di routine per tutti i neonati di sesso maschile. L'AAP lascia, infatti, ai genitori la decisione sulla circoncisione.

Per alcune famiglie, la circoncisione è un rito religioso, per altre, invece, è inutile e deturpante (anche se può essere effettuata anche una circoncisione parziale). Dopo la circoncisione, non è generalmente possibile ricreare l'aspetto originario del pene.

Pro della circoncisione

Come si diceva, i benefici della circoncisione maschile sono molti e includono: 

  • Maggiore facilità nell'igiene intima − In quanto questa procedura rende più semplice lavare il pene.
  • Diminuzione del rischio di infezioni del tratto urinario − Le infezioni del tratto urinario possono comportare anche lo sviluppo di problemi renali.
  • Diminuzione del rischio di infezioni a trasmissione sessuale − Come per esempio l'HIV.
  • Prevenzione dei problemi del pene − Come le infiammazioni.
  • Diminuzione del rischio di cancro del pene − Anche se il cancro del pene è raro, è meno comune negli uomini circoncisi. Inoltre, il cancro cervicale è meno comune nelle donne che hanno rapporti con uomini circoncisi.
La circoncisione potrebbe non essere un'opzione se sono presenti alcune malattie della coagulazione del sangue. Inoltre, la circoncisione potrebbe non essere appropriata per i neonati prematuri che necessitano ancora di cure mediche in ospedale.

La circoncisione non influenza la fertilità e non aumenta o diminuisce il piacere sessuale degli uomini.

Contro della circoncisione

Le complicanze più comuni associate alla circoncisione maschile sono il sanguinamento e l'infezione intima, ma esistono anche effetti collaterali legati all'anestesia.

Raramente, la circoncisione causa anche dei problemi al prepuzio. Per esempio:

  • il prepuzio potrebbe essere tagliato in modo da risultare troppo corto o troppo lungo;
  • il prepuzio potrebbe non riuscire a guarire correttamente;
  • il prepuzio potrebbe necessitare di un’operazione chirurgica.

Circoncisione femminile

La circoncisione femminile, nota anche come mutilazione genitale femminile, consiste nell'incisione e nella rimozione di alcune parti dei genitali esterni di una donna. Si tratta di una pratica effettuata in Asia, Medioriente, Africa e nelle comunità originarie da aree del mondo in cui si pratica la circoncisione femminile.

Tipicamente eseguita utilizzando  una lama, la circoncisione femminile viene praticata dai giorni dopo la nascita alla pubertà e oltre. Nella metà dei paesi per i quali sono disponibili dati nazionali, la maggior parte delle ragazze va incontro a questa procedura prima dei cinque anni.

Le procedure differiscono a seconda del paese o del gruppo etnico di riferimento e comprendono:

  • la rimozione del cappuccio clitorideo e del glande clitorideo;
  • la rimozione delle labbra interne e esterne;
  • la chiusura della vulva, conosciuta come infibulazione.
Gli effetti negativi sulla salute dipendono dal tipo di procedura; possono includere infezioni ricorrenti, difficoltà a urinare e flusso mestruale abbondante, dolore cronico, cisti, incapacità di rimanere incinta, complicazioni durante il parto e grave sanguinamento. In generale, non ci sono benefici noti per la salute.

Come ci si prepara a una circoncisione

Prima di una circoncisione maschile, il medico spiegherà i rischi e i benefici della procedura − se si sta pianificando di circoncidere il figlio. Se si tratta di una circoncisione su un adulto è probabile che si debba fornire un consenso scritto per la procedura. 

Cosa aspettarsi da una circoncisione

La circoncisione nei neonati viene di solito effettuata 10 giorni dopo la nascita. Per la circoncisione di un neonato, il bambino viene anzitutto posizionato sulla schiena con le braccia e le gambe stese; prima della procedura vera e propria verrà iniettato un anestetico nella base del pene o applicato al pene come una crema.
 
A questo punto una pinza speciale o un anello di plastica saranno legati al pene e si procederà alla rimozione del prepuzio. Il pene sarà poi coperto con un unguento, come ad esempio la vaselina, e avvolto con una garza. La durata di una circoncisione corrisponde generalmente a 10 minuti.

La procedura è simile anche per i ragazzi e adulti, ma potrebbe essere necessaria un'anestesia generale con misure supplementari per prevenire il sanguinamento eccessivo e suturare la zona interessata. Inoltre, la circoncisione degli adulti dura circa un'ora e guarisce generalmente in 5-7 giorni.

Dopo la circoncisione

Di solito, ci vogliono circa da sette a dieci giorni per la guarigione dalla circoncisione.

È probabile che si avverta dolore in un primo momento, il pene potrebbe apparire rosso, gonfio o contuso, e si potrebbe anche notare una crosta gialla sulla punta del pene.

Quando l'effetto dell'anestetico svanisce, se necessario, il medico potrebbe consigliare la somministrazione di un antidolorifico per aiutare a gestire il dolore dopo la circoncisione maschile.

Dopo la circoncisione nei neonati:

  • cambiare la benda a ogni cambio del pannolino;
  • applicare una piccola quantità di vaselina alla punta del pene per evitare che si attacchi al pannolino;
  • cambiare spesso il pannolino e assicurarsi che sia ben fissato.
Una volta che il pene è guarito, lavarlo con acqua e sapone durante il bagno normale. Problemi dopo la circoncisione non sono comuni. Contattare il medico se:

  1. la minzione normale non riprende entro 12 ore dalla circoncisione;
  2. c'è sanguinamento persistente o arrossamento intorno alla punta del pene;
  3. fuoriesce drenaggio maleodorante dalla punta del pene.
L'anello di plastica rimane in vigore due settimane dopo la circoncisione.

Circoncisione ed erezione

I risultati della circoncisione maschile provocano dei cambiamenti permanenti nell’aspetto e nelle funzioni del pene, che includono l'esposizione artificiale del glande, con conseguente cheratinizzazione e cambiamento di aspetto.

Inoltre, le conseguenze della circoncisione possono essere notate anche nella in perdita del 30-50% della pelle del pene, in cui sono presenti almeno 10.000-20.000 terminazioni nervose erogene. Questo provoca la perdita delle sensazioni provocate dalla stimolazione del prepuzio e del glande, oltre alle limitazioni nel meccanismo di scorrimento coitale naturale. 

Dal punto di vista della sensazione e della funzione, l'effetto più importante è causato dalla perdita del tessuto. La parte più sensibile del pene viene rimossa e quindi i normali meccanismi di stimolazione erogena non sono più gli stessi.

La verità è che non si può cambiare la forma del pene senza alterarne le funzioni. Dopo la circoncisione, ci sono dei pericoli e dei danni che si verificano nell’immediato, ma anche altri che possono sorgere molto più tardi nella vita. Uno di questi è la disfunzione erettile.

Uno dei motivi principali per cui il pene circonciso porta a sviluppare la disfunzione erettile è la cheratinizzazione. Il glande del pene è destinato a essere un organo interno, protetto dal prepuzio. Quando il prepuzio viene rimosso, la parte è completamente esposta ai fattori esterni, compreso il continuo sfregamento contro gli indumenti. Nel corso del tempo, la pelle si ispessisce per proteggere il glande e la punta diventa secca e spessa e non è più morbida e umida.

Quando gli uomini invecchiano, la pelle ispessita del glande diventa sempre meno sensibile, tanto da causare agli uomini dei problemi con le erezioni. La perdita di sensibilità è anche attribuibile alla circoncisione stessa, che elimina la maggior parte delle terminazioni nervose specializzate nel pene.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Corporoplastica
La corporoplastica è un intervento chirurgico utile alla correzione dell’incurvamento del pene.
Orchidopessi
L’orchidopessi è un’operazione chirurgica che si pratica nei casi di criptorchidismo per portare il testicolo nella giusta sede, lo scrot...
Sildenafil
Il sildenafil, conosciuto anche come Viagra, è un medicinale che appartiene alla classe degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5, ...