Mastectomia

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Paolo Madeyski
Indice contenuto:
  1. Cosa è la mastectomia?
  2. Come si esegue la mastectomia?
  3. Qual è il tempo di degenza dopo una mastectomia?
  4. Quali sono i possibili effetti post operatori dopo una mastectomia?

Cosa è la mastectomia?

Mastectomia

La mastectomia è l'asportazione chirurgica della mammella, mammella comprendete tutta la ghiandola compresa mammella e capezzolo anche se in alcuni casi selezionati si può salvare areola e capezzolo e anche la cute, ma solo in casi valutati dal team multidisciplinare. E’ una soluzione per i tumori alla mammella e può essere di diversi tipi e tecniche. Una volta era la soluzione abituale per i tumori della mammella ma da diversi anni  non la soluzione di prima scelta ma la prima scelta è la terapia meno demolitiva ma quindi la mastectomia è sempre meno usata dai chirurghi.

Come si esegue la mastectomia?

La mastectomia può essere di due tipi:

  • mastectomia sottocutanea: comporta l’asportazione dell’intera ghiandola mammaria preservando la cute della mammella e il capezzolo. Questo intervento è considerato il più adatto nei casi in cui si voglia ricostruire la mammella con l'inserimento di protesi
  • mastectomia con risparmio cutaneo: comporta l’asportazione della ghiandola mammaria con il complesso areola-capezzolo conservando la cute sovrastante
  • mastectomia radicale: comporta la asportazione di cute in toto e della ghiandola asportando la fascia dei muscoli grande e piccolo pettorale; vi sono compresi la mastectomia con asportazione dei muscoli piccoli e grande pettorale ( sec Haltead )e la mastectomia  con conservazione dei muscoli ( sec Madden ) con incisioni di vario tipo. Questa ulltima si chiama mastectomia radicale mdoficata
  • mastectomia totale modificata: comporta l'asportazione in blocco della ghiandola mammaria, della cute sovrastante e del capezzolo

Qual è il tempo di degenza dopo una mastectomia?

Il tempo di degenza dopo una mastectomia varia da alcuni giorni ad una settimana a seconda dell'intervento effettuato. Durante la convalescenza può presentarsi un senso di prostrazione psicofisica da affrontare, se necessario, con l'aiuto di un psicoterapeuta.

Quali sono i possibili effetti post operatori dopo una mastectomia?

Attualmente i disturbi post intervento sono rari salvo in mastectomia radicali comprendenti i muscoli  o uno svuotamento ascellare spinto per presenza di linfonodi metastatici. Attualmente il chirurgo esperto è accurato e salva tutti i nervi del cavo ascellare. Se viene asportato solo il linfonodo sentinella i linfonodi di primo e secondo livello non esistono problemi di forza muscolare al braccio o di breccio gonfio. Questo anche perché attualmente arrivano al chirurgo neoplasia in stato precoce che non necessiano più di asportazione dei muscoli e di svuotamento ascellare spinto.