PAP Test

Contenuto di:

Il Pap-test è un esame di screening che consente di diagnosticare l’effettiva presenza o la formazione in atto di eventuale tumore del collo dell’utero o della cervice uterina.

In cosa consiste il pap-test?

Pap_test | Pazienti.it

È un test in dolore, senza rischi per la paziente e della durata di pochi minuti, spesso anche gratuito.

Consiste nel prelievo di cellule dell’utero e della cervice uterina che saranno successivamente sottoposte ad analisi di laboratorio evidenziando, grazie a metodi di colorazione, la presenza o meno di lesioni sospette.

Perché fare un PAP Test?

I cambiamenti nelle cellule della cervice possono essere causati da determinati tipi di virus del papilloma umano (HPV).

HPV è il nome di una famiglia di virus comuni che colpiscono la pelle e le mucose (tessuti umidi che rivestono parti del corpo), come quelle nella cervice, nell’ano, nella bocca e nella gola. Nella maggior parte dei casi, il virus guarisce senza alcun trattamento e non causa danni. Ma un’infezione con qualche tipo di HPV può causare la crescita di tessuto atipico e altri cambiamenti nelle cellule, che possono portare al cancro cervicale.

Uno screening regolare della cervice rileva i cambiamenti nelle cellule atipiche precocemente, prima che il cancro abbia la possibilità di svilupparsi.

Pap test, come si fa?

Il pap-test si svolge durante una comune visita ginecologica: il ginecologo applica lo speculum (divaricatore) che rende visibile la cervice uterina e, grazie all’aiuto di una spatola, preleva un campione di muco del collo dell’utero. Questo muco viene fissato su un vitro che viene inviato in laboratorio per l’analisi.

L’utilizzo di contraccettivi (ad. es. pillola o spirale intrauterina) non condiziona i valori del test.

Quanto frequentemente si ottengono risultati anormali?

Nove su dieci PAP test riportano risultati normali. Circa un risultato su 20 mostra lievi cambiamenti nelle cellule. Nella maggior parte delle donne con risultato anomalo, le cellule torneranno alla normalità senza alcun trattamento. In caso di risultati anomali, la donna sarà sottoposta a PAP test ogni sei mesi e il trattamento sarà raccomandato solo nel caso in cui le cellule non tornino alla normalità.

Un risultato su 100 mostrerà dei cambiamenti cellulari moderati, mentre un risultato su 20 presenterà cambiamenti gravi. In caso di cambiamenti cellulari gravi, la donna sarà sottoposta a colposcopia per effettuare ulteriori accertamenti.

E’ molto raro che si possa diagnosticare un cancro da un esame di screening cervicale. Meno di un risultato su 1.000 rivela la presenza di un cancro invasivo.

Cosa rileva il pap test?

Lo screening Pap-Test consente di diagnosticare:

  • La presenza o rischio di tumore del collo dell’utero o della cervice uterina. Si tratta di una forma tumorale che si sviluppa in tempi molto lunghi (a volte anche anni), pertanto se individuato in tempo può essere curato senza compromettere la funzionalità dell’organo.
  • La presenza del virus HPV, noto come Papilloma virus. È un’infezione molto comune trasmessa per via sessuale. Nella maggior parte dei casi rientra spontaneamente. In casi più rari e gravi può causare lesioni a livello dell’utero e progredire in tumore.

La prevenzione risulta fondamentale per il benessere generale della paziente, si consiglia pertanto di effettuare il test ogni 3 anni. 

Chi dovrebbe sottoporsi al pap test?

Dovrebbero sottoporsi al test:

  • Tutte le donne, anche sane dopo l’inizio dell’attività sessuale, o comunque dai 25 anni d’età.
  • Le donne vergini. Informando opportunamente il ginecologo in modo tale che non utilizzi il divaricatore. In questa circostanza i risultati del laboratorio potrebbero non essere completamente affidabili.
  • Donne in menopausa. È consigliato sottoporsi al test almeno fino ai 65 anni, anche se non si hanno rapporti sessuali.
  • Donne che si sono sottoposte a isteroscopia, ovvero ad asportazione chirurgica dell’utero, qualora sia stata condizionata dalla presenza di tumore accertato o forme pre-tumorali.

Perché fare il pap test in gravidanza?

È consigliato effettuare il pap-test anche per le donne in gravidanza, qualora sono decorsi più di due anni dall’ultimo test.

In questi casi il test viene effettuato al 4° mese.

Il pap-test in gravidanza consente di tutelare la paziente e il feto in caso di presenza di tumore al collo dell’utero.

Quando fare il pap-test?

Il pap-test può essere effettuato:

  • almeno 3 giorni dopo dalla fine dell’ultimo ciclo mestruale,
  • almeno una settimana prima rispetto a quando è previsto il prossimo ciclo mestruale.

Inoltre, chi intende sottoporsi al test deve seguire delle semplici regole in modo da non vanificare i risultati:

  • non avere rapporti sessuali nei 2 giorni che precedono il test,
  • evitare l’uso di lavande, deodoranti intimi e gel nei giorni precedenti al test,
  • sospendere eventuali trattamenti con ovuli

Cosa è l’ascus pap-test?

Si parla di ascus pap-test qualora dagli esami in laboratorio del muco prelevato dalla paziente risulta la presenza di cellule ASC-US.

Si tratta di cellule squamose e atipiche del collo dell’utero. La presenza di queste cellule è frequente in donne in menopausa.

Raramente le cellule ASC-US possono essere il presagio di forme pretumorali del collo dell’utero o della cervice uterina.

Di fronte a risultati di questo genere è sempre bene sottoporsi a esami più dettagliati quali colposcopia e biopsia per eliminare qualsiasi dubbio. In generale, un pap-test anomalo non implica immediatamente la presenza di cellule tumorali. È sempre bene approfondire con ulteriori analisi.

Argomenti: HPV pap test speculum visita ginecologica tumore dell’utero
Missing | Pazienti.it
DuoPap test

Il Duo Pap è un esame utilizzato per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina. Si esegue come un pap test ed è in grado di rilevare l'infezione da HPV.

Cervice | Pazienti.it
Displasia cervicale

La displasia cervicale si riferisce alla presenza di alterazioni precancerose delle cellule che costituiscono il rivestimento interno della cervice, l'apertura dell'utero.

Hpv | Pazienti.it
HPV (Papilloma virus)

HPV è un virus che rientra nel gruppo del gruppo dei papillomavirus. Può presentarsi sia nelle donne che negli uomini. Si contagia sessualmente.

Hpv | Pazienti.it
HPV (Papilloma virus)

Il papilloma virus o HPV è un virus che rientra nel gruppo del gruppo dei papillomavirus. Può presentarsi sia nelle donne che negli uomini. Si contagia sessualmente.

Missing | Pazienti.it
Test dell'HPV

Il test dell' HPV è un test del DNA che rileva la presenza di papilloma virus umano in cellule prelevate dal collo dell'utero. L'infezione da alcuni tipi di HPV può...

Fotosearch_k14099142 | Pazienti.it
Visita Ginecologica con Pap test

La Visita Ginecologica con Pap Test è costituita da un'indagine completa relativa alla storia clinica della paziente, durante la visita lo speculum consente di effettuare il pap-test, esame in grado...

Fotosearch_k2818465 | Pazienti.it
Ecografia e Pap test

Ecografia e Pap test sono indagini specifiche di una visita ginecologica che è in genere preceduta da un riferimento completo alla storia clinica della paziente.Il Pap test è un...

Fotosearch_k8040811 | Pazienti.it
Colposcopia con biopsia

La colposcopia con biopsia è un accertamento che consente la visualizzazione accurata della cute della vulva, della mucosa della vagina e della mucosa del collo dell'utero. Se nel corso...

Cervicite | Pazienti.it
Cervicite

La cervicite è una infiammazione della cervice, spesso causata da un’infezione contratta per via sessuale.

Missing | Pazienti.it
Speculum

Lo speculum è uno strumento usato dal ginecologo durante il Pap test.