Come realizzare un pannello sensoriale fai da te

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 17 Aprile, 2024

Donna con bambine che giocano sul tavolo con pittura e colori

Che cos'è un pannello sensoriale e perché è utile metterlo a disposizione di un bimbo di pochi mesi? 

Scopriamo come realizzare un pannello sensoriale fai da te e tanti consigli per costruirne uno in grado di stimolare efficacemente i neonati.

Pannello sensoriale fai da te: cos'è e come si realizza?

Il pannello sensoriale è un oggetto amatissimo dai bambini piccoli, nonché l'attività ideale per stimolare il loro sviluppo tattile e sensoriale

Attraverso l'esplorazione di materiali e consistenze diverse, infatti, i neonati accrescono il loro bagaglio cognitivo, sperimentano nuovi movimenti e imparano divertendosi.

In commercio esistono moltissime tipologie di pannello sensoriale, tuttavia realizzarne uno da soli, magari utilizzando materiali di recupero, è facilissimo. 

Basta infatti munirsi si un supporto rigido e una serie di oggetti che siano in grado di colpire l'attenzione dei bambini, invitandoli a farsi toccare.

In genere i pannelli sensoriali sono formati da una base rigida più o meno grande, sulla quale si andranno poi a collocare i vari tipi di materiale e i sistemi che di cui si intende dotarlo. 

Obiettivo di quest'attività sensoriale è quello di aiutare i bambini a comprendere come funzionano alcuni meccanismi, nonché quello di fargli conoscere differenti consistenze attraverso varie esperienze tattili.

Come costruire un pannello sensoriale fai da te

Il pannello sensoriale è un'esperienza sensoriale utile e divertente, tanto per i bambini piccoli che per quelli un po' più grandi. 

Nella fascia d'età compresa tra i dodici mesi e i tre anni, infatti, i bimbi hanno bisogno di fare più esperienze possibili, così da affinare le proprie abilità motorie e da ampliare il loro bagaglio di conoscenze.

Il pannello sensoriale, con le sue consistenze e suoi materiali diversi, è l'ideale; esso, inoltre, è semplice da realizzare e si presta ad essere costruito in modo diverso a seconda dell'età del bambino che lo utilizzerà. 

L'unica accortezza è quella di scegliere oggetti da inserire che non siano pericolosi e che non possano essere ingeriti con facilità se dovessero erroneamente staccarsi.

undefined

L'obiettivo del pannello, infatti, è quello di consentire al bimbo di sperimentare in libertà varie consistenze e di affinare, così le sue capacità tattili.

Tra le varie attività che è possibile inserire vi sono:

  • spegnere e accendere degli interruttori;
  • far scorrere delle cerniere;
  • aprire e chiudere una serratura;
  • sciogliere dei nastri;
  • ruotare;
  • tirare;
  • schiacciare dei tasti;
  • avvitare un tappo e svitarlo;
  • far suonare uno strumento.

Pannello sensoriale fai da te per bambini piccoli

I pannelli sensoriali sono un'ottima attività sensoriale anche per i bambini un po' più piccoli, ovvero per quelli che hanno da sei mesi a un anno di età, a patto di scegliere oggetti che si adattino alle loro capacità. 

In questo senso i supporti ideali sono gli scampoli di tessuto, le consistenze morbide, le superfici riflettenti o tutte quelle cose che producono un suono.


Potrebbe interessarti anche:


Il pannello, che può essere sia fissato a una parete che semplicemente adagiato sul pavimento, potrà contenere:

  • della carta argentata;
  • un interruttore;
  • pezzi di tessuto colorati;
  • una spugna;
  • una cerniera;
  • una bottiglia di plastica;
  • uno specchio;
  • una ruota;
  • dei bottoni;
  • degli oggetti di plastica e di gomma;
  • luci;
  • sacchettini profumati.

Pannello sensoriale per bambini più grandi

Nel caso di un bambino un po' più grande, ovvero di età compresa dai due ai tre anni, è possibile ampliare il campo delle sperimentazioni e proporre attività più complesse

Visto il maggior numero di oggetti, è opportuno scegliere un supporto maggiormente rigido, visto che il pannello conterrà probabilmente più cose e diverrà più pesante.

Ecco alcune idee da utilizzare che stimoleranno i bimbi più grandi:

  • serrature da aprire;
  • lucchetto;
  • catene e catenelle di diverso peso e materiale;
  • cerniere da far scorrere;
  • lampadina da accendere;
  • interruttori da schiacciare;
  • moschettone;
  • una calcolatrice;
  • pezzi di tessuto dalla superficie particolare;
  • specchietti;
  • oggetti che fanno rumore (un campanello, un piccolo xilofono).

8 consigli per costruire un pannello sensoriale Montessori fai da te

La celebre pedagogista Maria Montessori era un'entusiasta sostenitrice del pannello sensoriale, visto che questa semplice attività è in grado di stimolare il desiderio di esplorare del neonato all'interno di un confine sicuro e adatto alla sua età. 

Ecco allora otto consigli per costruire il proprio pannello fai da te in pieno stile Montessori:

  • prediligere materiali naturali per il supporto, come ad esempio il legno;
  • decorare il pannello con colori atossici e disegni;
  • farsi guidare dalla fantasia;
  • inserire oggetti che stimolino i bambini a esplorare e a mettere a frutto le proprie capacità;
  • esempi di materiali ideali per un pannello in stile montessoriano sono: gli interruttori (per insegnare il gesto dell'accensione e dello spegnimento), i lacci (per mostrare al bimbo come annodare o sciogliere i nodi), le catenelle, la serratura, i pezzi di stoffa colorata e dalla texture differente, la carta vetrata (vista la sua superficie particolare), i tappi di diverso materiale;

undefined

  • il pannello sensoriale dovrebbe essere progettato per rispondere ad alcune specifiche esigenze del bambino, come la voglia di esplorazione e la necessità di accrescere la propria manualità, la propria concentrazione e la capacità di coordinazione. Gli oggetti che si scelgono dovrebbero quindi tenere conto proprio di queste finalità;
  • fare attenzione a non inserire nel pannello oggetti pericolosi, come ad esempio quelli che presentano spigoli, angoli taglienti oppure che, essendo di dimensioni troppo piccole, potrebbero essere accidentalmente ingeriti se si dovessero staccare dal pannello;
  • le viti utilizzate per fissare gli oggetti devono essere avvitate con attenzione e non devono sporgere, proprio per evitare che il bimbo possa farsi del male.
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Giuseppe Pingitore
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Bambini

1029 articoli pubblicati

a cura di Dr. Giuseppe Pingitore
Contenuti correlati
Una bambina fa un puzzle con il papà
Giochi da fare in casa con bambini da 1 a 12 anni di età

Giochi da fare in casa per bambini da 1 a 12 anni di età. Ecco quali sono i migliori per intrattenere i piccoli con attività divertenti ed educative.

Dei bambini in un museo
I migliori musei per bambini e ragazzi in Italia (regione per regione)

Musei per bambini e ragazzi in Italia. Una guida con i musei più interessanti regione per regione, con percorsi interattivi, laboratori, attività ludiche.