Spinaci, acido folico e gravidanza: un focus

Roberta Nazaro

Ultimo aggiornamento – 28 Novembre, 2022

Spinaci in Gravidanza

Una buona dieta durante la gravidanza diventa di primaria importanza per ogni donna incinta. Tra gli alimenti consigliati ci sono gli spinaci, ricchi non solo di vitamine e minerale, ma soprattutto di acido folico, una vitamina indispensabile per lo sviluppo cellulare del feto.

Vediamo dunque quali sono le proprietà degli spinaci e l’importanza dell’acido folico.

Le proprietà degli spinaci

Gli spinaci sono una verdura a foglia verde originari della Persia, ma attualmente coltivati in tutto il mondo. Scientificamente noti con il termine Spinacia oleracea, appartengono alla famiglia dell’amaranto oltre a essere strettamente connessi a barbabietole e quinoa.

Gli spinaci sono molto ricchi di elementi nutritivi e antiossidanti, inoltre:

  • apportano benefici alla salute degli occhi;
  • riducono lo stress ossidativo;
  • aiutano a prevenire il cancro;
  • riducono la pressione sanguigna.

Gli spinaci sono noti anche per essere ricchi di ferro, ma in realtà contengono anche grandissime quantità di:

Infine, gli spinaci contengono le vitamine appartenenti alla famiglia dei folati, come ad esempio l’acido folico che, assorbito a livello intestinale, è fondamentale per la sintesi degli acidi nucleici, determinanti per la crescita e la riproduzione cellulare. Inoltre, questa famiglia di vitamine è alla base della sintesi dell’emoglobina e di alcuni amminoacidi utili al buon funzionamento del sistema nervoso.

La dose ideale giornaliera di acido folico sarebbe di 200 mcg al giorno, un fabbisogno facile da soddisfare se si adotta una dieta molto equilibrata, che prevede il consumo di vegetali, in particolar modo crudi. In gravidanza, e in particolare nel primo trimestre di gestazione, il fabbisogno di acido folico (o vitamina B9) invece raddoppia, divenendo di 400 microgrammi (0,4 milligrammi)

A cosa serve l'acido folico?

Gli spinaci sono una delle verdure più ricche di acido folico naturale. Il loro consumo ha un’azione protettiva nei confronti del feto. 

Infatti, l’acido folico permette un corretto sviluppo del feto, proteggendolo da eventuali difetti alla nascita, come:

Un mancato apporto di acido folico durante la gravidanza può aumentare le probabilità di perdite ematiche e di nascita prematura.

Ricordiamo inoltre che molte donne possono soffrire di anemia in gravidanza. Questa condizione insorge perché lo sviluppo del feto richiede una concentrazione maggiore di ferro. Aggiungendo gli spinaci nella propria dieta in gravidanza, sarà assicurata non solo la giusta dose di ferro, ma anche di acido folico, una doppia azione che fa bene sia alle mamme che ai futuri bambini.

Il loro consumo è ancora più importante se si pensa che una mancanza di acido folico durante la gravidanza può causare:

  • Gengivite
  • Perdita di appetito
  • Diarrea
  • Irritabilità
  • Stanchezza
  • Apatia

Spinaci e gravidanza, altri motivi per mangiarli

Sebbene l’acido folico sia fondamentale per la salute del feto, al punto tale che viene persino dato sotto forma di integratori per donne incinte, gli spinaci sono utili anche per altri motivi.

Per esempio, il loro alto contenuto di beta-carotene, convertito in vitamina A dall’organismo, favorisce lo sviluppo dei polmoni del feto, regola il suo peso aumentando il metabolismo.

Un altro grande problema in gravidanza è la pressione sanguigna alta, che può minacciare la vita di mamma e bambino. Gli spinaci contengono i nitrati, che aiutano a tenere sotto controllo la pressione.

Infine, ma non da ultimo, gli spinaci contengono alte dosi di calcio, utili a rafforzare non solo le ossa della mamma, che vengono messe a dura prova dal peso in eccesso, ma anche per lo sviluppo del sistema scheletrico del bambino.

Alimenti ricchi di acido folico

Oltre agli spinaci, gli alimenti ricchi di acido folico sono svariati. Le verdure ne possono contenere fino a 300 mcg per cento grammi, praticamente più della dose giornaliera consigliata. 

In particolare, le verdure più ricche sono:

  • Asparagi
  • Broccoli
  • Carciofi
  • Cavolfiori
  • Cavolini di Bruxelles
  • Cereali fortificati per la colazione

Altri alimenti che contengono molto acido folico sono:

  • Agrumi
  • Avocado
  • Legumi
  • Frutta secca
  • Kiwi
  • Lattuga
  • Pomodori ciliegino
  • Rucola
  • Uova
  • Fegato
  • Lupini

Sebbene la dieta mediterranea sia molto ricca di acido folico, secondo svariate ricerche, circa il 90% delle vitamine va perso durante la cottura. Proprio per questo motivo, specie per le donne incinte, l’acido folico assunto in modo naturale potrebbe non bastare.

In questi casi, è sufficiente parlare con il proprio medico, fare le dovute analisi e in caso di carenza assumere degli integratori di acido folico. Se invece si ha la certezza che gli spinaci siano stati coltivati senza pesticidi, l’ideale è lavarli abbondantemente con acqua per rimuovere i residui di terra e mangiarli in insalata o aggiungerli nei centrifugati.

Dunque, per le loro proprietà vale davvero la pena aggiungere gli spinaci alla propria dieta, ma è sempre opportuno consultare lo specialista per evitare possibili effetti collaterali in gravidanza.

Roberta Nazaro
Scritto da Roberta Nazaro

Sono insegnante di inglese e traduttrice, con laurea triennale in Scienza e Tecnica della Mediazione Linguistica e specialistica in Dinamiche Interculturali della Mediazione Linguistica presso l'Università del Salento. L'interesse per l'ambito medico mi ha portata al conseguimento del Master in Traduzione Specialistica in Medicina e Farmacologia conseguito presso il CTI di Milano.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Roberta Nazaro
Roberta Nazaro
in Gravidanza

346 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Contenuti correlati
peperoncini
Peperoncino in gravidanza: si può mangiare?

Il peperoncino in gravidanza si può mangiare oppure sarebbe meglio evitarlo? Scopriamo quali rischi caratterizzano il consumo di cibi piccanti in gestazione.

Una ciotola di mascarpone
Mascarpone in gravidanza: si può mangiare o no?

Il mascarpone in gravidanza si può mangiare oppure no? Vediamo se è considerato un alimento sicuro oppure se presenta dei rischi per la salute del feto.