Uova in gravidanza: come mangiarle in sicurezza

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 08 Marzo, 2024

Donna incinta sfocata con in primo piano verdure e cibo vario su un tavolo

Le uova in gravidanza si possono mangiare oppure è meglio evitare questo alimento? Quali sono i modi più sicuri per cucinarle e quali conseguenze potrebbero esserci se mangia l'uovo crudo mentre si aspetta un bambino? 

Ecco tutto quello che c'è da sapere su questo argomento.

Mangiare uova in gravidanza è sicuro?

Le uova rappresentano un alimento ricco di benefici per le donne che aspettano un bambino, grazie alla presenza di proteine e vitamine. È vero tuttavia che possono rappresentare un rischio per la salute del feto? E cosa bisogna sapere prima di consumarle?

Sono molti i dubbi che riguardano il rapporto tra uova e gravidanza, visto che la possibilità o meno di mangiarle in sicurezza dipende essenzialmente dal modo in cui vengono cucinate

Se infatti l'uovo ben cotto non crea alcun tipo di problema, diverso è il caso delle uova crude o poco cotte, che potrebbero essere contaminate da alcuni batteri pericolosi per il feto.

Fra questi il più comune è il batterio della Salmonella, il quale può infettare la gestante e determinare un'infezione conosciuta con il nome di Salmonellosi

La Salmonella può causare una vera e propria intossicazione alimentare ma nelle donne incinte essa è particolarmente rischiosa in quanto il batterio è in grado di attraversare la barriera costituita dalla placenta e di attaccare il feto.

Le conseguenze per il bambino potrebbero essere gravi e sono legate al rischio di malformazioni e ritardi nello sviluppo, pertanto è essenziale non consumare alimenti crudi come le uova.

Quali sono, quindi, le modalità con le quali mangiare le uova in gravidanza

È fondamentale cuocerle a più di 65° per qualche minuto in quanto la cottura ad alte temperature uccide la totalità dei batteri e dei microbi, rendendo quindi l'alimento idoneo e sicuro per il consumo anche da parte di una donna incinta.

Come consumare le uova in gravidanza

Le uova sono un alimento ideale da consumare in gravidanza, a patto di scegliere una modalità di cottura che le renda completamente sicure

Ecco allora come rendere questo alimento idoneo al consumo anche per una donna incinta:

  • uova sode: le uova sode in gravidanza sono sicure al 100% in quanto esse vengono sottoposte a una bollitura per diversi minuti, la quale elimina tutti i batteri eventualmente presenti all'interno;
  • uova fritte: l'uovo fritto in gravidanza è consentito, a patto di prevedere una cottura abbastanza prolungata, tuttavia in questo caso la criticità della ricetta potrebbe essere legata all'eccesso di grassi presente. Se la donna ha problemi di colesterolo o ha la necessità di tenere sotto controllo il peso, è preferibile orientarsi verso altre tecniche di cottura, come ad esempio la bollitura;
  • uova strapazzate: le uova strapazzate in gravidanza sono consentite, a patto di cuocerle molto bene e di non lasciare che l'uovo rimanga liquido o semi liquido;
  • uova pastorizzate: la pastorizzazione è un procedimento utilizzato solitamente nell'ambito dell'industria alimentare. Essa prevede che le uova vengano portate ad altissima temperatura in modo da azzerare la carica batterica dell'alimento. L'uovo pastorizzato in gravidanza (e i prodotti che lo contengono) è quindi sicuro e idoneo al consumo da parte della gestante;
  • frittata: sia che venga realizzata in padella o in forno, questa preparazione è sicura a patto di non lasciare zone dove l'uovo è ancora mezzo crudo e cremoso: occorre quindi cuocere bene il tutto il modo che la frittata sia soda e compatta;
  • uova all'occhio di bue: se si cuoce molto bene l'uovo, facendo in modo che anche il tuorlo sia totalmente cotto è possibile consumare le uova all'occhio di bue anche se si è incinte; questa preparazione tuttavia richiede qualche accortezza, in quanto è molto facile non riuscire a cucinare bene la parte rossa dell'uova: se proprio non se ne può fare a meno, si consiglia di coprire il tegame con un coperchio, così da facilitare la cottura.

Perché non si possono mangiare le uova crude in gravidanza

Le uova crude sono considerate un alimento a rischio in quanto possono contenere il batterio della Salmonella

Se contratto, esso dà luogo a un'intossicazione alimentare con sintomi quali:

  • nausea;
  • crampi addominali;
  • diarrea;
  • febbre alta;
  • vomito;
  • dolori articolari;
  • mal di testa.

Nella donna incinta la Salmonella è particolarmente pericolosa in quanto il batterio è in grado di penetrare fino al feto e di comprometterne lo sviluppo, con il rischio che esso presenti problematiche di salute e malformazioni, oltre al fatto che esso può provocare un parto precoce.

L'uovo crudo in gravidanza è quindi assolutamente sconsigliato in quanto esso può essere contaminato da numerosi batteri, fra cui il più noto e pericoloso è quello della Salmonella, ma potrebbe essere presente anche il batterio della Lysteria, altrettanto pericolosa. 

Anche le preparazioni realizzate con le uova crude sono assolutamente da evitare e fra queste rientrano i dolci casalinghi (come il tiramisù o lo zabaione), la maionese fatta in casa e l'insalata russa.


Potrebbe interessarti anche:


Attenzione anche a preparazioni culinarie che prevedono di mantenere l'uovo liquido o semi liquido, come l'uovo in camicia o la pasta alla carbonara

L'uovo alla coque in gravidanza andrebbe, ad esempio, evitato, così come quello a occhio di bue se non si verifica di aver ben cotto il tuorlo.

Allo stesso modo una gestante non dovrebbe mangiare alimenti a base di uovo crudo anche se questi sono stati congelati in via preliminare, in quanto il congelamento non elimina la presenza dei batteri. 

Via libera, invece, ai prodotti industriali, per i quali vengono utilizzate solo ed esclusivamente le uova pastorizzate. In questo caso anche una donna incinta potrà consumare la maionese così come il tiramisù.

Perché consumare le uova in gravidanza

Non c'è motivo di non mangiare l'uovo in gravidanza per paura di contrarre delle infezioni batteriche, l'unica accortezza da tenere presente è la modalità di cottura, che deve essere prolungata e prevedere una temperatura più alta di 65°. Le uova sono un'importante fonte di proteine, grassi e vitamine, che costituiscono sostanze fondamentali per il corretto sviluppo del feto.

Esse sono ricche di vitamina D (presente all'interno del tuorlo), di iodio, di acido folico (vitamina B9), di vitamina J e di ferro altamente assimilabile. 

undefined

Le uova, inoltre, consentono di rifornirsi di vitamina B12; proprio la cobalamina, com'è chiamata la vitamina B12 svolge un ruolo cruciale nei processi di sviluppo cellulare e nella prevenzione delle malformazioni che riguardano il tubo neurale del bambino.

Per quanto riguarda la corretta razione di uova da consumare in gravidanza, la quantità ideale si aggira intorno alle due/ quattro a settimana, tenendo presente che è preferibile non esagerare coi condimenti e che questo alimento impone qualche attenzione in più a chi soffre di colesterolo alto.

Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Marcello Sergio
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Gravidanza

988 articoli pubblicati

a cura di Dr. Marcello Sergio
Contenuti correlati
Salsicce sulla griglia
La salsiccia in gravidanza si può mangiare?

La salsiccia in gravidanza si può mangiare oppure presenta dei rischi per la salute del bambino? Scopriamo quali sono gli accorgimenti da tenere presente.