Disidrosi

Contenuto di:

La disidrosi, nota anche come eczema disidrosico, è una condizione della pelle poco comune in cui delle vescicole molto piccole piene di liquido appaiono sui palmi delle mani e ai lati delle dita. Anche le piante dei piedi possono essere colpite.

Quanto dura la disidrosi?

Missing | Pazienti.it

Le bolle generalmente durano circa tre settimane e causano prurito intenso. Una volta che le bolle seccano, la pelle può apparire squamosa. Le bolle in genere ritornano appena la pelle guarisce completamente dalle bolle precedenti.

Quali sono i sintomi della disidrosi?

Le bolle si verificano più comunemente sui lati delle dita e sui palmi delle mani, anche se le piante dei piedi possono essere colpite. Le vesciche sono generalmente piccole, come la larghezza della punta di una matita, e di solito appaiono in gruppo, con un aspetto granuloso.

Nei casi più gravi, le vescicole possono fondersi insieme per formare vesciche più grandi. La pelle colpita da disidrosi può essere molto pruriginosa o addirittura dolorosa. Una volta che le vesciche asciugano e si sfaldano (succede in circa tre settimane) la pelle sottostante può risultare rossa e tenera.

Quali sono le cause della disidrosi?

La causa della disidrosi è sconosciuta. Tuttavia, può essere associata a una malattia simile della pelle chiamata dermatite atopica, nonché con condizioni allergiche. Le eruzioni possono essere stagionali in persone con allergie nasali.

Quali sono i fattori di rischio?

I fattori di rischio per la disidrosi includono:

  • Stress: la disidrosi sembra essere più comune durante i periodi di stress.
  • L'esposizione ad alcuni metalli: l’esposizione a cromo, cobalto e nichel, di solito in un ambiente industriale.
  • Pelle sensibile: le persone che sviluppano uno sfogo dopo il contatto con alcune sostanze irritanti hanno più probabilità di sviluppare disidrosi.
  • Eczema atopico: alcune persone con eczema atopico possono sviluppare anche l’eczema disidrosico.

Quali sono i test necessari per la diagnosi?

Nella maggior parte dei casi, il medico può diagnosticare la disidrosi sulla base di un esame clinico. Nessun test di laboratorio può specificamente confermare una diagnosi di disidrosi, ma il medico può suggerire di eseguire un test per escludere altri problemi della pelle che hanno sintomi simili.

Quali sono i trattamenti e farmaci per curare la disidrosi?

Il trattamento per la disidrosi comprende il più delle volte creme o pomate da applicare sulla pelle colpita. Nei casi più gravi, il medico può suggerire di assumere corticosteroidi, come il prednisone, per via orale.

A seconda della gravità dei segni e sintomi, le opzioni di trattamento possono comprendere:

Corticosteroidi: possono contribuire ad accelerare la scomparsa delle vesciche. L'uso a lungo termine di steroidi però può causare gravi effetti collaterali.

Fototerapia: se altri trattamenti non sono efficaci, il medico può raccomandare un particolare tipo di terapia della luce che unisce l'esposizione ai raggi ultravioletti con dei farmaci che aiutano a rendere la pelle più ricettiva agli effetti di questo tipo di luce.

Unguenti per immuno-soppressione: farmaci come il tacrolimus (Protopic) e il pimecrolimus (Elidel) possono essere utili per le persone che vogliono limitare la loro esposizione agli steroidi. Tuttavia, questi farmaci possono aumentare il rischio di infezioni cutanee.

Iniezioni di tossina botulinica: alcuni medici raccomandano iniezioni di tossina botulinica per il trattamento di casi gravi di disidrosi. Tuttavia, questa è un’opzione di trattamento relativamente nuova che non ha ancora guadagnato l'accettazione generale.

Quali sono i rimedi casalinghi per alleviare i sintomi?

I rimedi casalinghi per alleviare i sintomi sono:

  • Impacchi freddi per ridurre il prurito
  • Antistaminici come la difenidramina (Benadryl) o loratadina (Claritin, Alavert, altri) possono contribuire ad alleviare il prurito
  • Mettere ammollo le zone colpite in amamelide può accelerare la guarigione

Argomenti: disidrosi eczema
Dermatite_seborroica | Pazienti.it
Dermatite seborroica

Si tratta spesso di un tipo di dermatite da stress, i cui sintomi non differiscono di molto da una classica dermatite da contatto.