Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Antistaminici

Antistaminici

Antistaminici
Curatore scientifico
Prof. Giovanni Carlo Fiorucci
Specialità del contenuto
Allergologia

Cosa sono gli antistaminici?

Gli antistaminici sono farmaci in grado di contrastare gli effetti delle reazioni allergiche.

Hanno il compito di combattere l'istamina, una sostanza chimica che causa infiammazioni all’interno dell’organismo di chi soffre di allergie.

Non bisogna mai esagerare nel dosaggio degli antistaminici, così come è importante non assumerli contemporaneamente ad altri farmaci senza aver prima consultato un medico.

Esistono differenze tra gli antistaminici?

Attualmente si conoscono due tipi di antistaminici:

  • anti H1 contro le allergie, contrastano gli effetti dell’istamina
  • anti H2 contro gli acidi, utilizzati soprattutto per curare l’ulcera gastrica

Tra gli anti H1 bisogna poi distingure:

  • anti H1di prima generazione più utilizzati nel passato erano : difenidramina e clorfeniramina che presentavano fastidiosi effetti collaterali quali soprattutto stato di stordimento , sonnolenza e più raramente altri
  • anti H1 di seconda generazione più utilizzati attualmente sono : cetirizina e levocetirizina, terfenadina, loratadina e desloratadina , bilastina,  rupatadina e ebastina che,molto raramente presentano effetti collaterali ( 1/2 % dei casi ) dal momento che non superano la barriera ematoencefalica come gli antistaminici di prima generazione.

Quali effetti collaterali possono causare gli antistaminici?

L’assunzione di antistaminici può causare alcuni effetti collaterali.

Questi sono i più comuni:

  • stato di stordimento e sonnolenza
  • riduzione del numero di spermatozoi nel corpo
  • nausea e vomito
  • tosse e difficoltà respiratorie
  • disturbi cardiaci (soprattutto in caso di consumo elevato)

Il dosaggio degli antistaminici va sempre controllato. In particolare, questi farmaci sono altamente sconsigliati per chi soffre di insufficienza epatica e per chi assume già farmaci che incidono sul fegato.

Antistaminici naturali

Gli antistaminici classici forniscono un’azione di risposta al fenomeno allergico.

Quelli naturali, invece, provano ad anticipare l’allergia ed a prevenirne la fase più acuta.

Gli antistaminici naturali, inoltre, non causano effetti collaterali.

La cura con antistaminici naturali dovrebbe iniziare circa due mesi prima dell’insorgenza dei sintomi.

La primavera è solitamente la stagione in cui i disturbi allergici sono più diffusi.

Prima di iniziare l’assunzione di questi farmaci naturali, chi soffre di allergia dovrebbe riconoscere il rimedio più adatto alle caratteristiche del proprio disturbo.

Gli antistaminici naturali sono preziosi alleati contro:

  • allergie cutanee (Viola tricolor)
  • disturbi alle vie respiratorie, anche acuti (Plantago Maior, Viburnum Lantana)
  • indebolimento del sistema immunitario (Ribes Nigrum)
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Difenidramina
La difenidramina è un antistaminico usato per alleviare i sintomi di allergia, raffreddore da fieno e raffreddore di stagione.
Meclizina
La meclizina è un antistaminico che viene usato per prevenire e curare nausea, vomito e vertigini causate dalla cinetosi. Può anche esser...
Prednisone
Il prednisone è un corticosteroide sintetico (artificiale) usato per sopprimere il sistema immunitario e per controllare l'infiammazione.