Confusione

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Roberta Arca
Indice contenuto:
  1. Cosa è la confusione mentale?
  2. Quali sono le cause della confusione mentale?
  3. Quali condizioni possono essere associate allo stato confusionale?
  4. Come trattare lo stato confusionale?

Cosa è la confusione mentale?

Confusione

La confusione mentale (o stato confusionale) è uno stato in cui il soggetto non riesce a ragionare lucidamente. È caratterizzato da un senso di disorientamento, incapacità di concentrazione, perdita di memoria e difficoltà a prendere decisioni.

In base alla causa scatenante, il problema può svilupparsi improvvisamente o gradualmente. In alcuni la confusione ha una breve durata, in altri casi è permanente, come avviene per alcune forme di demenza.

Quali sono le cause della confusione mentale?

La confusione mentale ha molteplici cause, tra cui:

  • Età avanzata
  • Intossicazioni da alcol
  • Traumi cranici
  • Febbre
  • Squilibri idrici o elettrolitici
  • Demenze
  • Infezioni
  • Carenza di sonno
  • Bassi livelli di zucchero nel sangue o di ossigeno
  • Carenze nutrizionali
  • Convulsioni
  • Ipotermia
  • Assunzione di alcuni farmaci

Quali condizioni possono essere associate allo stato confusionale?

Tra le condizioni associate allo stato confusionale possiamo trovare:

Come trattare lo stato confusionale?

Il trattamento va adattato alla causa dello stato confusionale.

Se la causa di uno stato confusionale improvviso è un calo di zuccheri nel sangue è utile bere una bibita zuccherata o mangiare uno snack dolce.

Se la causa è la pressione alta o bassa, il trattamento dovrà essere indirizzato a scoprire le cause degli sbalzi di pressione, dunque, normalizzare i livelli pressori.

Se la causa è una patologia cronica, l’obiettivo della terapia dovrebbe essere quello di diminuire le probabilità di eventi confusionali.

È il caso di andare al pronto soccorso se la confusione mentale è improvvisa, se si è affetti da diabete, in caso di trauma cranico o perdita di conoscenza, e se è associata a sintomi come pelle fredda o sudori freddi, capogiri o vertigini, tachicardia, febbre, emicrania, anomalie della respirazione, brividi.