La carne cruda per cani è sicura o fa male alla salute?

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 03 Giugno, 2024

Un cane mangia dalla sua ciotola

Essendo considerati carnivori, si pensa che i cani possano mangiare e digerire la carne cruda, senza alcun rischio o pericolo.

In qualche caso, la carne cruda può entrare a far parte della dieta del cane, ma è bene sapere come e, soprattutto, essere consapevoli dei potenziali  rischi, come infezioni batteriche e  lesioni all’apparato gastroenterico.

Più in generale, nella scelta della migliore alimentazione per il proprio cane, è sempre bene farsi guidare dal proprio veterinario, meglio ancora se esperto in nutrizione, in modo da tenere in considerazione le peculiarità soggettive e il rapporto rischio/beneficio di ogni scelta. 

Carne cruda al cane, si può dare?

In linea di massima, i cani possono mangiare la carne cruda, sia essa intesa come parte di una dieta più “tradizionale” sia come cardine nel contesto della cosiddetta dieta BARF (Biologically Appropriate Raw Food o Bones and Raw Food), che prevede il consumo di carne cruda, ossa polpose, organi e verdure.

Tuttavia, è bene sapere quale carne cruda dare e come farlo in modo sicuro.

Le carni che è possibile utilizzare nella dieta del cane sono potenzialmente tutte quelle degli animali allevati e della selvaggina. Si va quindi dai più classici manzo, agnello, maiale, pollo e tacchino a quelle meno utilizzate come cavallo, coniglio, cervo e selvaggina. 

Ciò detto, è bene considerare che nell’assumere la carne cruda si corrono rischi a causa dei batteri patogeni potenzialmente presenti , come Listeria, Salmonella, E. coli, e dei parassiti come Toxoplasma o Trichinella.


Potrebbe interessarti anche:


Anche alcuni virus possono essere veicolati dalle carni crude, come il letale virus responsabile del morbo di Aujeszky (o Pseudorabbia), talvolta presente nelle carni suine.

Un altro rischio, poi, è legato allo squilibrio nutrizionale: una dieta a base di sola carne cruda espone l'animale alla carenza o all’eccesso di alcuni nutrienti, tra essenziali e non. .

Rischi della carne cruda ai cani

Vediamo quali sono i rischi delle diete a base di carne cruda per cani.

Infezioni batteriche

Uno dei principali pericoli  della carne crudaè quello delle infezioni batteriche. Batteri nocivi come Salmonella, E. coli e Listeria possono essere presenti nella carne cruda e causare gravi tossinfezioni di origine alimentare.

Anche se il sistema digestivo dei cani viene considerato più resistente del nostro nei confronti delle infezioni  non ne resta comunque immune ed è inoltre una “resistenza” strettamente dipendente dallo stile di vita e dalle abitudini di ciascun cane, per cui non è affatto sempre vero.

Cani e umani possono ammalarsi dopo l'esposizione a questi agenti patogeni.

I sintomi di queste infezioni sono solitamente: malessere, vomito, diarrea, dolori addominali, febbre, inappetenza. Nei casi più gravi, si può arrivare a disidratazione, infezione del sangue e persino alla morte.

Parassiti

Anche i parassiti possono essere presenti nella carne cruda e rappresentare un pericolo per la salute. Per ridurre il rischio di infestazione si consiglia quindi il  congelamento della carne per un minimo di  4 giorni.

Il congelamento è infatti in grado di inattivare la maggior parte dei parassiti come: Toxoplasma, Trichinella, Taenia, Echinococco .

Tuttavia, il congelamento non elimina tutti i potenziali parassiti presenti nella carne cruda. Alcuni possono sopravvivere al congelamento e richiedere tempi di trattamento fino ad un mese.

Inoltre, la carne deve essere congelata a una temperatura costante di -18/-20°C per tutto il periodo affinché il congelamento sia ritenuto efficace contro i parassiti.

Un problema  del congelamento è che non ha un effetto “sanificante” sui batteri presenti nella carne.

Alcuni di essi possono essere inattivati e la carica batterica può subire senz’altro una diminuzione, ma dopo lo scongelamento, la carne cruda tornerà ad essere un terreno fertile per i batteri sopravvissuti che torneranno vitali e riprenderanno l’attività di moltiplicazione.

La carne cruda  scongelata comporta quindi gli stessi rischi citati per la carne cruda non congelata.

Per questi motivi, il congelamento da solo non è considerato un metodo affidabile per rendere sicura la carne cruda per i cani. L'unico modo per eliminare efficacemente sia i parassiti che i batteri dalla carne è cuocerla accuratamente fino a raggiungere una temperatura interna sicura (60-75°C).

Sistema immunitario compromesso

Il sistema immunitario è la difesa naturale dell'organismo contro le infezioni. Quando funziona correttamente, aiuta a combattere batteri, virus e altri agenti patogeni che potrebbero causare malattie.

Un cane mangia dalla sua ciotola

I cani con un sistema immunitario compromesso che mangiano carne cruda contaminata da batteri o parassiti possono ammalarsi gravemente.

Questo è il caso, ad esempio, di quei cani sottoposti a terapie cortisoniche prolungate che possono essere prescritte per trattare una varietà di condizioni (sindromi allergiche, patologie autoimmuni, alcune forme di tumore , etc.).

L'uso prolungato di corticosteroidi può sopprimere il sistema immunitario del cane, rendendolo più vulnerabile alle infezioni. Anche la chemioterapia riduce le difese immunitarie esponendo al rischio di infezione.

Squilibrio nutrizionale

Un altro rischio che abbiamo nominato per le diete a base di carne cruda è che potrebbero non fornire tutti i nutrienti essenziali di cui il cane ha bisogno per rimanere in salute o che potrebbero fornirne una quantità eccessiva.

La carne è un'ottima fonte di proteine di alto valore biologico, ma da sola non costituisce una dieta completa ed equilibrata.

I cani hanno bisogno di una dieta completa e bilanciata che includa anche grassi, vitamine e minerali nelle giuste quantità, per mantenersi in salute

I cani hanno bisogno anche di grassi, vitamine, minerali e in qualche caso di carboidrati (non considerati però essenziali). Le diete a base di carne cruda, se non attentamente formulate da un veterinario nutrizionista, possono causare squilibri nutrizionali e problemi di salute a breve e lungo termine.

Ad esempio, una dieta a base di solo muscolo magro può portare a carenza di calcio, mentre troppo fegato può causare un eccesso di vitamina A. Squilibri di questo tipo possono causare problemi come ritardi nella crescita, debolezza ossea, problemi articolari e danni agli organi nel tempo.

Ossa e soffocamento

Oltre ai pericoli microbiologici, dare al cane ossa crude o carne con osso può anche comportare rischi fisici, come il soffocamento o lesioni interne.

Questo è un aspetto spesso trascurato quando si considerano le diete a base di carne cruda, ma può avere conseguenze molto gravi per la salute del cane.

Uno dei principali problemi con le ossa crude è che possono scheggiarsi o rompersi in frammenti affilati quando il cane le mastica. Questi frammenti possono causare lacerazioni o perforazioni in vari punti del tratto digerente del cane, dall'esofago allo stomaco e all'intestino.

Ciò può portare a sanguinamento interno, infezioni e altri gravi problemi di salute che potrebbero richiedere un intervento chirurgico di emergenza.

Anche se l'osso non si rompe, i frammenti più grandi possono comunque costituire un rischio di soffocamento se il cane cerca di inghiottirli interi.

Gli ossi possono rimanere bloccati nella gola del cane, ostruendo le vie respiratorie e causando pericolose situazioni d’emergenza.

Inoltre, anche se il cane riesce a inghiottire l'osso senza soffocare, i pezzi più grandi possono comunque causare un'ostruzione nel tratto digestivo.

Ciò può portare a vomito, mancanza di appetito, costipazione e altri sintomi. In  alcuni casi, l'ostruzione può interrompere del tutto il tratto intestinale interessato e richiedere un intervento chirurgico per rimuovere il blocco.

Le ossa più dure, come quelle di manzo, possono sembrare meno soggette a scheggiarsi rispetto alle ossa di pollo, ma possono comunque rompersi in frammenti o causare fratture dentali se il cane le mastica con troppa foga. 

Anche le ossa cotte non sono consigliabili perché tendono a scheggiarsi e a spezzarsi più facilmente di quelle crude..

Per tutti questi motivi, la maggior parte dei veterinari raccomanda di evitare di dare ossa di qualsiasi tipo ai cani, sia come parte di una dieta a base di carne cruda che come spuntino occasionale. In alternativa esistono diversi giocattoli da masticare e snack più sicuri per appagare l'istinto di masticazione del cane.

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr.ssa Benedetta Usala
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Cane

579 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Benedetta Usala
Contenuti correlati
cane mancia una noce
I cani possono mangiare le noci? Cosa c'è da sapere

I cani possono mangiare le noci? Scopriamo insieme il ruolo delle noci nella dieta canina, la possibilità di includerle e le controindicazioni.

Una ragazza sul divano ha in mano un contenitore con della frutta per offrirla al cane
Frutta vietata ai cani: quale non possono mangiare?

Quale frutta è vietata ai cani? Andiamo alla scoperta della frutta nociva per la salute del proprio amico a quattro zampe. Leggi qui.