Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Asmatici

Quali sono i fattori di rischio per l'asma?

Quali sono i fattori di rischio che potrebbero causare l'asma nei bambini?

Nei bambini di età inferiore ai 5-6 anni, la maggiore parte degli episodi di respiro sibilante e tosse è associata ad infezioni (generalmente virali) delle vie aeree superiori ed è pertanto più frequente nel periodo autunno-inverno.

Il paziente non presenta più sintomi quando guarisce dall’episodio infettivo, spesso non è allergico e non è pertanto etichettabile come asmatico, bensì affetto da episodi di bronchite asmatiforme e nella maggior parte dei casi guarisce.

È comunque possibile prevedere la probabilità di sviluppo di asma in quei bambini che presentano più di 3 episodi di respiro sibilante in età prescolare mediante l’Asma Predictive Index.

Sono fattori di rischio maggiori la presenza di un genitore con asma, la dermatite atopica o sensibilizzazione verso aeroallergeni; costituiscono invece fattori di rischio minori la sensibilizzazione ad alimenti, il respiro sibilante al di fuori di episodi infettivi, un’eosinofilia >4%.

La presenza di un criterio maggiore o di due criteri minori è predittivo per lo sviluppo di asma nelle età successive.

I principali fattori di rischio che concorrono nel determinare lo sviluppo di asma sono la somma di fattori ambientali e della predisposizione genetica.

L’atopia è una caratteristica familiare, geneticamente determinata a produrre IgE specifiche in risposta all’esposizione ad allergeni. La presenza di atopia è predittiva per lo sviluppo di asma nel bambino con respiro sibilante.

Anche la presenza di iperreattività bronchiale e l’obesità sono fattori di rischio individuali capaci di favorire lo sviluppo di asma.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Michele Miraglia Del Giudice
Dr. Michele Miraglia Del Giudice
Napoli
Altre risposte di questo specialista
Asma da esercizio fisico: quali sono i sintomi?
Devi osservare attentamente il bambino ed è necessario non sottovalutare la sua eventuale tendenza a fermarsi per l’insorgenza di difficoltà respiratoria o di tosse...
Farmaci spray ad bimbo: quale tecnica inalatoria adottare?
Una buona tecnica inalatoria è fondamentale ed in particolare ti consiglio di: agitare prima di ogni erogazione la bomboletta, ricordando che questa contiene un propellente...
Distanziatore per i farmaci spray: come deve essere usato?
Nel trattamento dell’asma bronchiale con farmaci in formulazione spray, viene consigliato l’impiego del distanziatore per inalatori per superare la difficoltà che il bambino incontra...
Crisi asmatiche: qual è il comportamento corretto da tenere?
L’attacco acuto d’asma si può presentare con modalità e gravità diverse. Nelle forme lievi, i sintomi caratteristici sono la tosse notturna, la presenza...
Asma: esiste una terapia per guarirne?
Purtroppo devo dirti che l’asma è una malattia cronica che inizia durante l’infanzia e che non sempre guarisce, talvolta può persistere per tutta la...
Vedi tutte
Risposte simili
Gonfiore alle palpebre: quali sono le cause?
Comprendo la natura della tua preoccupazione e il fastidio causato dalle palpebre gonfie. Ti dico che il mondo delle allergie è molto complesso e,...
Rinite: quali sono le cause della congestione nasale?
È opportuno che tu effettui un tampone nasale per valutare qual è l'agente infettante della tua rinite allergica. Una volta ottenuto il risultato del...
Bolle su tessuto gengivale a causa di Clorexidina: consigli?
Da quello che mi dici, potrebbe trattarsi di una reazione allergica al principio attivo del gel che stai utilizzando. Sarebbe opportuno fissare una visita di...