Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cardioversione Fibrillazione

Se a distanza di 6 mesi dalla cardioversione si ripresenta la fibrillazione, cosa sarebbe meglio fare?

"Aritmia da fa e frequenza cardiaca media di 100 bmp. All'ecocardiogramma condotto in corso di tachifa vsx di normali dimensioni e spessori con cinesi globale moderatamente ridotta (ef 40-45 %). Aneurisma del sia con concavità a sinistra senza shunt. Nella norma i restanti reperti". Fibrillazione atriale trattata con cardioversione che ha risolto il problema, in cura attualmente con Fleiderina 100, Xarelto da 20 e Losaprex da 100. A distanza di 6 mesi dalla cardioversione, mi si è ripresentata la fibrillazione: cosa mi consiglia? L'ablazione?

Innanzitutto, non riferisci nè l'età, nè la coesistenza di altre patologie che possano aver influito sulla ricomparsa della fibrillazione atriale o che possano controindicare l'aumento del dosaggio della Flecainide.

Laddove non coesistessero controindicazioni all'aumento del dosaggio dell'antiaritmico, proverei ad aumentare gradatamente la Flecainide, fino a 300 mg al giorno; solo se neppure questo dosaggio riesce a dominare la fibrillazione atriale, penserei di prendere in considerazione l'ablazione, che però, nel migliore dei casi, ha una possibilità di successo del 90%; ossia, vi è un 10% di casi in cui, nonostante l'ablazione, la fibrillazione atriale ritorna.

E in questi casi è preferibile una fibrillazione atriale cronica, ma con una frequenza cardiaca contenuta, piuttosto che il "va e vieni" tra fibrillazione atriale e ritmo sinusale, che potrebbe essere responsabile della comparsa di embolie sistemiche (anche in corso di trattamento anticoagulante con Xarelto).

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Gianfranco Nassisi
Dr. Gianfranco Nassisi
(0)
Foggia - Viale Appennini, 71, Lucera
Altre risposte di questo specialista
Esame cardiologico: come si legge?
La situazione cardiaca, tutto sommato, non è molto seria: la cosa più importante è l'ipertrofia concentrica del ventricolo sinistro; anche l'insufficienza...
Ecocolordoppler: come si legge?
Considerata l'età, il quadro vascolare può considerarsi pressochè normale. Non dici se c'è diabete e quali sono i valori di colesterolo, nè se...
Dilatazione aortica: quando diventa preoccupante?
In realtà, un aumento di 4 mm dell'aorta ascendente in un anno è un dato da non sottovalutare: probabilmente, anche l'attività fisica di tipo isometrico...
Coumadin: si può fare un tatuaggio?
Tieni presente che l'azione del Coumadin è quella di evitare il formarsi di coaguli di sangue, sia che siano patologici (come quelli che...
Diabete: potrebbe migliorare in seguito ad un intervento al cuore?
Gli autori americani sono soliti dire che il diabete è una malattia cardiovascolare, nel senso che, presto o tardi, i diabetici vanno incontro...
Vedi tutte

Risposte simili

Valvola mitralica: cos'è?
La valvola mitralica è la valvola del cuore che permette al sangue, ricco di ossigeno dell'atrio sinistro proveniente dai polmoni, di entrare nel...
Disturbi alla valvola mitralica: quali sono le cause?
I disturbi alla valvola mitralica possono essere dovuti a cause congenite, ma più spesso sono dovuti a degenerazione. Un tempo la...
Intervento di sostituzione della valvola mitrale: è sempre necessario?
La valvola mitrale (o mitralica) può essere "riparata" con un intervento chirurgico, ma quando questo non fosse possibile è necessaria la sostituzione della stessa con...