Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Extrasistole Cura

Come si curano le extrasistoli?

Sono un uomo di 32 anni e soffro di extrasistole. Due anni fa, ho eseguito un test da sforzo della durata di 12 minuti per esaurimento muscolare con conclusioni: "non alterazioni di st., alcuni bev isolati; risposta pressoria normale test negativo". L'anno scorso, ho fatto un ecocardiogramma con risultato: "ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori parietali (dtd: 53, dts: 36, std: 10, pptd 9 mm); funzione pompa (frazione di eiezione: 65%) e cinetica segmentaria normali; atrio sinistro 38 mm, radice aortica 36 mm normali; aorta ascendente lievemente ectasica 38 mm; valvola aortica tricuspide; lieve prolasso mitralico; normali le sezioni destre; pericardio normale; color-doppler: minimo rigurgito mitralico ed aortico". Ho poi eseguito un elettrocardiogramma con visita: "cuore toni ritmici, non soffio, non segni polmonari, nè edemi declivi. Ecg: rs, frequenza cardiaca 60/bpm, alterazioni aspecifiche ripolarizzazione infero-anteriore, bev. Conclusioni: buon compenso emodinamica". Poi, ho eseguito un holter di 24 ore risultato: "ritmo sinusale a frequenza media 67 bpm nelle ore (range 34-162 b/min) rari battiti ectopici ventricolari monomorfi isolati presenti esclusivamente durante aumento della frequenza cardiaca (esercizio fisico da diario); rari battiti prematuri sopraventricolari isolati e in coppia. Assenti aritmie ipocinetiche ed alterazioni del tratto st significative." Sono stato meglio in inverno, ma ora che è di nuovo estate ho tachicardia, mancanza di fiato e sensazione di svenimento. Che cosa devo fare?

Ritengo che non devi fare nulla, la tua diagnosi potrebbe essere: "rara extrasistolia sopraventricolare e ventricolare in soggetto con lieve prolasso mitralico e minimo rigurgito micro-aortico". 

Questo quadro non richiede alcuna terapia, ma solo un controllo strumentale periodico (ritengo annuale).

Qualora la sintomatologia (tachicardia) ti dovesse dare fastidio, si potrebbe iniziare terapia con betabloccanti a bassi dosaggi, con controllo periodico della pressione arteriosa.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Francesco Loliva
Dr. Francesco Loliva
Brindisi - Via Roma 2 - Fasano
Altre risposte di questo specialista
Prolasso sistolico lembo anteriore mitralico: che cosa fare?
Buongiorno, il prolasso è lo spostamento, durante la sistole, in atrio sinistro di un lembo mitralico generalmente addensato; spesso coesiste insufficienza della valvola. È...
Holter cardiaco: come leggerlo?
La tua registrazione holter dice che hai un'aritmia extrasistolica ventricolare sporadica e raramente ripetitiva (2 coppie di extrasistoli); diciamo che è sostanzialmente un...
Insufficienza aortica con rigurgito: cosa fare?
Concordo con il cardiologo che ha eseguito l'ultimo esame  ecocolordoppler; il tuo è un quadro assolutamente tranquillo (manca però la descrizione della valvola aortica: è...
Plaunac: regola la pressione?
Sì, il Plaunac (Olmesartan) è un farmaco antipertensivo appartenente alla famiglia dei sartani.Quindi, per rispondere alla tua domanda, sì, regola la pressione. 
Cardiopatia: può causare sterilità?
In linea di massima, una cardiopatia (non meglio precisata) non comporta problemi di sterilità. Saluti
Vedi tutte
Risposte simili
Intervento di sostituzione della valvola mitrale: è sempre necessario?
La valvola mitrale (o mitralica) può essere "riparata" con un intervento chirurgico, ma quando questo non fosse possibile è necessaria la sostituzione della stessa con...
Intervento di bypass aortocoronarico: in cosa consiste?
L'intervento di bypass aortocoronarico ha lo scopo di liberare le occlusioni e i restringimenti delle arterie coronariche ovvero di quei vasi che portano...
I bypass possono chiudersi?
Si, è possibile che i bypass possano chiudersi per problemi tecnici durante l'intervento oppure per il progredire della malattia ateromasica. ...