Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Herpes Zoster Occhio

Una donna di 75 anni come può curare un herpes zoster all'occhio?

Buongiorno, sono passati 3 anni da quando l'herpes zoster ha colpito la parte dell'occhio sinistro di mia mamma. Ha fatto diversi controlli, visite neurologiche e dermatologiche, in quanto, mia mamma di 75 anni, continua a soffrire di mal di testa e bruciore agli occhi. Ho utilizzato diverse creme, colliri, pillole e numerose visite con esito negativo, ho bisogno di un consiglio su come procedere. Possibile che non ci sia soluzione?

Buongiorno,

se pensi che l'eruzione da herpes zoster si chiama 'fuoco di Sant'Antonio', realizzi subito che la reinfezione tardiva in VI-VIII decade dopo una prima manifestazione di varicella in età immunocompetente, che si manifesta con eruzione rigorosamente metamerica al torace o alla testa nel territorio del V nervo cranico ed ivi si cronicizza con dolore tipico trigeminale legato alla lesione prodotta da questo virus neurotropo, è una sfida difficile per il terapista del dolore, che sicuramente avrai consultato (il servizio è solitamente espletato da medici anestesisti specializzati nelle metodologie di sedazione del dolore, anche cronico); talora, danno sollievo le terapie non convenzionali, ma riconosciute, come l'agopuntura.

Nella fase acuta, invece, il rischio di estensione dell'eruzione al bulbo oculare può essere più elevato e richiede di seguire lo schema terapeutico delle Linee Guida sotto controllo specialistico oftalmologico. Le complicanze, infatti, possono essere svariate e soltanto una visita esperta può limitare i danni e prescrivere terapie di supporto o palliative che possano ridurre la sintomatologia e le complicanze.

Cordiali auguri
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Pier Enrico Gallenga
Dr. Pier Enrico Gallenga
(0)
Pescara - Viale Giovanni Bovio, 275
Altre risposte di questo specialista
Ipertrofia papillare: cosa causa?
La congiuntivite micro/gigantopapillare tarsale da lenti a contatto può essere dovuta a:disturbo della secrezione lacrimale (Dry Eye oppure sindrome del discomfort oculare: da...
Ialutim: cosa assumere al suo posto?
Un'associazione beta-bloccante + inibitore dell'anidrasi carbonica (CAI) alternativa al Cosopt è l'Azarga collirio, 2 volte al dì, avendo durata di efficacia di...
Quadrantopsia: a chi rivolgersi?
Buongiorno, tutti gli ottimi medici che hanno raccolto la tua anamnesi e sintomatologia, programmato e valutato gli esami necessari per raggiungere una...
Collirio Xiidra: a chi rivolgersi per proporsi come volontario?
Gentile Signora, la sindrome di Sjogren si inquadra nell'artrite reumatoide come patologia autoimmune che aggredisce le ghiandole che...
Ulcera dell'occhio piena di pus: che rischi si corrono?
Se la tua descrizione è corretta (''troppo piena'' non vuol dire niente: il pus o c'è o non c'è) è molto grave. Non perdere tempo...
Vedi tutte

Risposte simili

Occhio pigro: cos'è?
L'occhio pigro è un disturbo visivo tipico dell'infanzia. Il bimbo usa maggiormente l'occhio che gli fornisce la visione migliore, penalizzando quello più debole (
Lesione retinica: è grave?
Comprendo la tua preoccupazione. La retina è la parte “nobile” dell`occhio. Per farti capire meglio le mie parole, potrebbe essere paragonata ad una pellicola fotografica...
Cisti sulla palpebra: in cosa consiste l'intervento per rimuoverla?
Ti spiego brevemente quali sono i tipi di cisti di cui parli. Le cisti palpebrali sono generalmente 3: ...