Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Indurire Feci

Che alimentazione seguire per indurire le feci di una persona operata al retto?

Ho 68 anni, 5 anni fa sono stato operato al retto. Ho portato per 6 mesi il sacchetto e ho fatto 2 mesi di chemioterapia. Ho cominciato ad andare in bagno molte volte al giorno, 20 e più, che con il tempo sono diminuite. Dopo 2 anni, nelle urine è comparsa la klebsiella pneumoniae e nei successivi 2 anni ho fatto 80 cicli di antibiotici Merrem in vena. Poi, visto che il livello della klebsiella continuava a rimanere più o meno basso, ho smesso. Il mio problema attuale è che le feci sono molto molli e per me questo è molto fastidioso, fuoriescono quasi esclusivamente quando mi sdraio, sia di giorno che di notte, in modo quasi continuo. Oltre a questo, ho una abbondante flatulenza, che si verifica anch'essa quando mi sdraio. La mia alimentazione è prevalentemente fatta di riso, pasta, patate, un poco di carne e pesce, poca frutta e pochissima verdura. Cercavo qualche consiglio per indurire le feci e abbassare la flatulenza. Ringrazio per l'attenzione.

Buonasera, una valutazione del problema deve essere fatta in prima istanza dal medico curante e dallo specialista proctologo che, se lo riterrà necessario, valuterà se presente o meno una lesione degli sfinteri anali. Le cause di incontinenza fecale sono molteplici e, pertanto, un'indagine medico- specialistica è fondamentale. Dal punto di vista dell'alimentazione, possono essere d'aiuto le banane, le mele, l'acqua di riso, le carote bollite, la camomilla, la buccia d'arancia (per la flatulenza). Evitare cibi formanti gas come fagioli, cipolle, peperoni, cavoli, crauti, ravanelli, rape, cetrioli, meloni, mele o qual-siasi altro cibo che sembra provocare eccessiva produzione di gas.

Risposta a cura di:
Dr. Gaetano Santoro
Dr. Gaetano Santoro
(0)
Palermo - Via Riccardo Zandonai, 3
Hai trovato questa risposta utile?
Altre risposte di questo specialista
Carciofo: è controindicato per chi ha l'ematomacrosi?
Buonasera, l'emocromatosi è una malattia ereditaria che causa un progressivo accumulo di ferro nell'organismo. E' una malattia a carattere recessivo; ciò vuol dire...
Fieno greco: che effetto ha sul seno?
Buonasera, il fieno greco possiede molte proprietà benefiche, ma essendo una pianta medicinale, va assunta alle dosi consigliate e previo parere...
Gonfiore stomaco dopo mangiato: cosa lo potrebbe provocare?
Buonasera, l'angioedema può essere la spia di numerose patologie, per lo più di origine allergica. Esiste, inoltre, una forma di angioedema di tipo ereditario...
Problemi digestivi: cosa fare?
Buonasera, in presenza di condizioni patologiche, come ad esempio la celiachia o l’intolleranza al lattosio, anche alimenti di solito ben tollerati possono generare...
Bacche di gogj e Cardioaspirina: si possono assumere contemporaneamente?
Buonasera, in letteratura esistono studi clinici che hanno evidenziato un'interazione tra le bacche di goji e gli antagonisti della vitamina K,come per esempio i dicumarolici...
Vedi tutte

Risposte simili

Celiachia: cosa mangiare?
Cara Lettrice, l'alimentazione è vastissima, ti consiglio di evitare cereali con glutine e mais, prediligi cereali come miglio, riso integrale, basmati semintegrale e...
Mancanza di fosforo: come si cura?
Alla luce dei dati scientifici disponibili, posso dirti che nell'alimentazione è importante che ci sia il giusto bilancio tra fosforo e calcio. ...
Trifoglio rosso: è utile in una dieta depurativa?
Tra le tantissime proprietà del trifoglio rosso emerge anche quella protettiva nei confronti delle malattie dismetaboliche e cardiovascolari! Tuttavia, come soluzione...