Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Fieno Greco

Che effetto ha il fieno greco sul seno?

L'utilizzo di fieno greco e, in generale, di alimenti ed erbe contenenti fitoestrogeni (soia, legumi, spezie), ha un effetto protettivo sul seno o al contrario può indurre alla degenerazione cellulare e alla comparsa di tumore? Grazie.

Buonasera,

il fieno greco possiede molte proprietà benefiche, ma essendo una pianta medicinale, va assunta alle dosi consigliate e previo parere medico.

Il fieno greco è fonte di vitamine, la A in particolare calcio, ferro, amminoacidi solforati come la lisina, fibre e lecitina.

Il fieno greco è un valido ausilio nel ridurre colesterolo e trigliceridi; ha un effetto ipoglicemizzante; è un valido supporto nei casi di magrezza e nei pazienti defedati; migliora la qualità del latte materno e indirettamente agisce sul volume del seno con effetto transitorio.

L'uso del fieno greco è controindicato: nei pazienti che assumono ipoglicemizzanti, nei pazienti con fibrillazione atriale e che assumono anticoagulanti, nei pazienti che assumono diuretici e nei pazienti con disturbi della conduzione elettrica cardiaca. Alcuni studi, in particolare americani, avvalorano la tesi che il fieno greco possa aiutare a prevenire l'insorgenza di alcuni tipi di tumore grazie alla sua azione antinfiammatoria.

Per quanto riguarda l'uso dei fitoestrogeni (ormoni simili a quelli femminili), alcuni studi depongono favorevolmente all'impiego di questi ad alta concentrazione nella dieta in prevenzione primaria del tumore al seno e non solo nella prevenzione delle ricadute.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Gaetano Santoro
Dr. Gaetano Santoro
(0)
Palermo - Via Riccardo Zandonai, 3
Altre risposte di questo specialista
Feci molli: che alimenti mangiare per indurirle?
Buonasera, una valutazione del problema deve essere fatta in prima istanza dal medico curante e dallo specialista proctologo che, se lo riterrà necessario, valuterà se...
Carciofo: è controindicato per chi ha l'ematomacrosi?
Buonasera, l'emocromatosi è una malattia ereditaria che causa un progressivo accumulo di ferro nell'organismo. E' una malattia a carattere recessivo; ciò vuol dire...
Gonfiore stomaco dopo mangiato: cosa lo potrebbe provocare?
Buonasera, l'angioedema può essere la spia di numerose patologie, per lo più di origine allergica. Esiste, inoltre, una forma di angioedema di tipo ereditario...
Problemi digestivi: cosa fare?
Buonasera, in presenza di condizioni patologiche, come ad esempio la celiachia o l’intolleranza al lattosio, anche alimenti di solito ben tollerati possono generare...
Bacche di gogj e Cardioaspirina: si possono assumere contemporaneamente?
Buonasera, in letteratura esistono studi clinici che hanno evidenziato un'interazione tra le bacche di goji e gli antagonisti della vitamina K,come per esempio i dicumarolici...
Vedi tutte

Risposte simili

Celiachia: cosa mangiare?
Cara Lettrice, l'alimentazione è vastissima, ti consiglio di evitare cereali con glutine e mais, prediligi cereali come miglio, riso integrale, basmati semintegrale e...
Mancanza di fosforo: come si cura?
Alla luce dei dati scientifici disponibili, posso dirti che nell'alimentazione è importante che ci sia il giusto bilancio tra fosforo e calcio. ...
Trifoglio rosso: è utile in una dieta depurativa?
Tra le tantissime proprietà del trifoglio rosso emerge anche quella protettiva nei confronti delle malattie dismetaboliche e cardiovascolari! Tuttavia, come soluzione...