Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. La Schizofrenia In Cosa Consiste

In cosa consiste la schizofrenia?

Quali sono le caratteristiche principali della schizofrenia e come si riconosce questa malattia in una persona?

Schizofrenia è un termine che deriva dal greco e significa letteralmente mente scissa. Il termine è stato coniato nel 1911 da E. Bleuler per designare un gruppo di psicosi di cui Kraepelin aveva già mostrato l'unità classificandole sotto il termine di Dementia praecox.

Introducendo il termine schizofrenia, Bleuler intende mettere in evidenza ciò che costituisce secondo lui il sintomo fondamentale di queste psicosi: la dissociazione del vissuto di unitarietà dell'individuo.
Essa è caratterizzata da una trasformazione profonda e progressiva della persona che cessa di costruire il suo mondo in comunicazione con gli altri per perdersi in un pensiero autistico (chiuso in sè stesso), ossia in una sorta di caos immaginario.

Dal punto di vista clinico, la schizofrenia si può definire come una forma di perdita di contatto con la realtà che si manifesta con un insieme di disturbi, in cui predominano la discordanza, l'incoerenza ideo-verbale, l'ambivalenza, l'autismo, le idee deliranti e le allucinazioni, oltre a profondi disturbi affettivi nel senso del distacco e della stranezza dei sentimenti che hanno la tendenza ad evolvere verso un deficit e una dissociazione della personalità. Si possono dividere i sintomi in due macroaree: sintomi positivi e sintomi negativi.
Dei primi fanno parte: deliri, allucinazioni, pensiero disorganizzato, agitazione.

Rientrano nella seconda categoria: mancanza di stimoli, isolamento sociale, apatia, assenza di risposta emotiva.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Davide Motta
Dr. Davide Motta
Monza e Brianza - Via A. Volta
Altre risposte di questo specialista
Fame nervosa: cosa fare?
Nel tuo caso può essere opportuno rivolgerti ad uno psicologo. Con l'aiuto di uno psicologo, infatti, potresti indagare sulle cause di...
Mal di pancia e linfonodi ingrossati: la causa può essere psicologica?
E' effettivamente possibile che un sintomo di tipo fisico quale il mal di pancia possa avere un'origine di tipo psicologico. Ciò non significa che il...
Disturbo bipolare: di cosa si tratta?
Il disturbo bipolare è un disturbo dell'umore che consiste nell'alternarsi di fasi depressive a fasi maniacali. Le prime sono caratterizzate da un abbassamento più...
Disturbo ossessivo-compulsivo: cos'è?
Il disturbo ossessivo compulsivo è definito dal carattere forzato (compulsivo, appunto) dei sentimenti, delle idee o delle condotte che si impongono al soggetto e...
Attacco di panico: come si manifesta?
Un attacco di panico è una manifestazione di ansia estremamente intensa. Si presenta con sintomi psichici e fisici. Tra i primi troviamo un...
Vedi tutte
Risposte simili
Farmaci antidepressivi: quali sono gli effetti collaterali?
Possono portare ad uno stato di iperattivazione, che si manifesta con aumento dell'ansia, irrequietezza, insonnia, irritabilità. Non bisogna superare le dosi che vengono...
Depressione: cosa fare?
Quando parli di cura a cosa ti riferisci in particolare? Farmaci, psicoterapia o entrambe? Prova a parlarne con il psicologo presso cui...
Schizofrenia: quali sono le conoscenze più avanzate?
Nelle neuroscienze, c'è un dibattito molto vivo, visto che ancora non si sono raggiunti risultati uniformemente validati. Il circuito della Dopamina sembra essere il...