Che cosa fare in caso di surrene sinistro ingrandito?

"Salve, da un po' di tempo ho mal di schiena, sono un uomo di 55 anni 180 cm, 90 kg, con lavoro sedentario stressante e molto in macchina, il medico mi ha consigliato, dopo una radiografia, una tac a contrasto aorta addominale, è risultato: "ingranditi il surrene sinistro con presenza anche di grossolana calcificazione rotondeggiante di circa 3 cm". Cosa significa e cosa devo fare? Grazie."

Innanzitutto, va precisato che non esiste alcuna relazione tra il tuo mal di schiena e il reperto occasionale ("incidentaloma") di ingrandimento surrenalico sx. In genere, si tratta di tumori benigni, detti adenomi, (molto rari quelli maligni, per lo più metastatici) che di solito necessitano solo di monitoraggio periodico strumentale (ecografia, TAC).

Nel caso in cui questi adenomi fossero secernenti (ovvero, producessero ormoni in eccesso, quali aldosterone, catecolamine, cortisolo), proprio per le possibili conseguenze cliniche (ipertensione arteriosa, feocromocitoma, m. di Cushing) andrebbe presa in considerazione la rimozione chirurgica, ormai peraltro direttamente per via laparoscopica. Utile completare gli esami coi dosaggi ormonali di cui sopra e con una RMN.

Risposta a cura di:
Dr. Francesco Pitingolo
Dr. Francesco Pitingolo
Nefrologo Monza e Brianza
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista:

Vedi tutte le risposte
Risposte simili