La pianta di aneto: proprietà e come coltivarla

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 31 Maggio, 2024

Pianta di aneto sul tagliere

L'aneto, noto anche come nethum graveolens, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae.

Con le sue foglie sottili, offre non solo un aspetto decorativo nei giardini, ma anche un aroma e un sapore unici in cucina.

Da secoli, questa pianta è stata utilizzata in vari contesti culinari e medicinali, grazie alle sue proprietà aromatiche e alle potenziali proprietà digestive.

Scopriamo insieme le molteplici utilità e i benefici dell'aneto in ambito gastronomico e nella sfera della salute.

Cos’è l’aneto? Caratteristiche e dove si trova

L'aneto fa parte della stessa famiglia di prezzemolo, carote, finocchio e sedano, le cui caratteristiche includono un'infiorescenza caratterizzata da numerosi ombrellini minuti.

Originaria dell'India, questa pianta presenta piccoli fiori gialli ed è ora ampiamente coltivata e utilizzata in cucina in tutta Europa: il suo aroma intenso richiama note di finocchio, anice e menta, mentre il gusto, leggermente mentolato, è caratterizzato da una piccantezza decisa.


Potrebbe interessarti anche:


Ad oggi, la sua presenza non è molto comune sul territorio italiano in natura – si trova principalmente nell’area settentrionale, soprattutto nelle pianure e nelle colline fino a 600 metri di altitudine; il suo fusto, di colore verde chiaro, può addirittura raggiungere un'altezza di 50/60 cm.

Aneto pianta aromatica: proprietà e benefici

Integrare l'aneto nella dieta può offrire numerosi vantaggi per la salute, contribuendo al benessere generale e alla prevenzione di varie condizioni mediche.

Tuttavia, è importante consultare sempre un professionista sanitario prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta o regime di salute.

undefined

Ecco alcuni dei benefici della pianta di aneto:

  • aiuto per la digestione: grazie ai suoi oli essenziali, l'aneto può favorire la digestione, riducendo il gonfiore e alleviando i disturbi gastrointestinali come gas e crampi;
  • salute delle ossa: grazie alla presenza di magnesio, calcio e fosforo;
  • effetti antinfiammatori: gli estratti di aneto sono noti per le loro proprietà che possono contribuire a ridurre l'infiammazione nel corpo e alleviare il dolore associato a condizioni come l'artrite;
  • proprietà diuretiche: l'aneto agisce come diuretico naturale, aiutando il corpo a eliminare le tossine attraverso l'urina e promuovendo la salute renale;
  • effetti calmanti: l'aneto è noto per le sue proprietà calmanti e può essere utilizzato per ridurre stress e ansia, migliorando il benessere generale;
  • sostegno al sistema immunitario: grazie al suo contenuto di vitamine e antiossidanti, questa pianta può sostenere il sistema immunitario e aiutare il corpo a combattere le infezioni e le malattie;
  • regolazione ormonale: alcuni studi suggeriscono che l'aneto possa avere effetti positivi sulla regolazione ormonale, in particolare nei casi di sindrome premestruale e menopausa;
  • proprietà antitumorali: grazie alla presenza di monoterpeni, riduce il rischio di cancro al colon, al polmone e al seno;
  • benefici per la pelle: l'aneto è ricco di sostanze nutrienti che possono favorire la salute della pelle, riducendo l'infiammazione e promuovendo un aspetto radioso.

Calorie e valori nutrizionali dell'aneto

Cento grammi di foglie di aneto fresche contengono:

  • carboidrati 7 g; 
  • grassi 1,1 g; 
  • fibra 2,1 g; 
  • 43 kcal; 
  • proteine 3,4 g. 

Aneto in vaso: come prendersene cura

Coltivare una pianta di aneto in casa è relativamente semplice e gratificante.

Ecco una guida per farlo:

  • scelta del contenitore: scegliere un vaso o un contenitore abbastanza grande da consentire lo sviluppo delle radici della pianta e assicurarsi che abbia dei fori di drenaggio sul fondo per evitare ristagni d'acqua;
  • preparazione del terreno: riempire il contenitore con terriccio leggero e ben drenante – è anche possibile mescolare il terriccio con del compost per migliorare la fertilità del terreno;
  • semina: piantare i semi di aneto nel terreno, facendo attenzione a non seppellirli troppo profondamente. Premere delicatamente i semi nel terreno e coprirli leggermente con uno strato sottile di terriccio;
  • posizionamento: posizionare il contenitore in un'area ben illuminata che riceva almeno 6/8 ore di luce solare diretta al giorno (l'aneto cresce meglio in condizioni di pieno sole);
  • annaffiatura: annaffiare il terreno regolarmente, mantenendolo costantemente umido ma non troppo bagnato. Evitare l'eccessiva irrigazione, che potrebbe provocare marciume delle radici;
  • cura e manutenzione: rimuovere eventuali erbacce che possono competere con la pianta di aneto per i nutrienti e l'acqua. Inoltre, assicurarsi di sostenere la pianta con un supporto o uno stecco se diventa troppo alta e fragile;
  • raccolta: dopo circa 8-10 settimane dalla semina, la pianta di aneto dovrebbe essere pronta per la raccolta. Tagliare le foglie e i fusti secondo necessità, lasciando comunque abbastanza foglie sulla pianta per continuare a crescere.

Come usare la pianta aneto in cucina

L'aneto, grazie alle sue proprietà aromatiche, risulta versatile anche in cucina.

Ecco alcuni modi comuni per utilizzare questa pianta:

  • condimento fresco: le foglie di aneto fresco aggiungono un tocco di freschezza e aroma ai piatti. È possibile tritare finemente le foglie e spargerle sopra insalate, zuppe, piatti di pesce, uova strapazzate o patate al forno per un tocco di sapore in più;
  • guarnizione decorativa: i fiori di aneto sono perfetti per decorare piatti freddi, come insalate, piatti di pesce o antipasti, aggiungendo un tocco di colore e un aroma delicato al piatto;
  • sapore ai sottaceti: l'aneto è un ingrediente comune nelle ricette con i sottaceti, come cetriolini o crauti. Le sue foglie e i semi conferiscono un sapore distintivo e aromatizzato ai sottaceti, arricchendo il gusto;

undefined

  • aromatizzare oli e aceti: è possibile unire olio d'oliva o aceto con foglie di aneto per creare condimenti aromatici e saporiti da utilizzare in insalate, marinature o semplicemente per condire verdure grigliate;
  • insaporire pesce e frutti di mare: l'aneto si abbina perfettamente ai piatti di pesce e frutti di mare. Aggiungere foglie di aneto tritate al salmone al forno, alla zuppa di vongole o ai frutti di mare alla griglia per un tocco di freschezza e sapore;
  • aromatizzare salse e condimenti: tritare finemente le foglie di aneto e mescolale con yogurt greco o maionese per creare salse cremose e condimenti aromatizzati da servire con verdure crude, patatine fritte o piatti di pesce.

È importante sottolineare che è necessario prestare attenzione quando si assumono farmaci contenenti litio, poiché l’aneto potrebbe interferire con l’assunzione di questo sale minerale.

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

a cura di Dr. Luca Berton
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
rosmarino in vaso
Rosmarino in vaso: come coltivarlo?

È possibile coltivare il rosmarino in vaso? Scopriamo quali attenzioni richiede quest'erba aromatica così popolare e cosa sapere per farla crescere al meglio.

Fiori di erba cipollina
Ecco come coltivare l'erba cipollina in vaso

Erba cipollina in vaso: ecco come coltivare questa pianta aromatica con i semi o con le piantine da vivaio. Scopri alcuni consigli di potatura, cura e manutenzione.