Saccarosio

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano, Biologo
Indice contenuto:
  1. Che cosa sono i glucidi?
  2. Che cos’è il saccarosio?

Che cosa sono i glucidi?

I glucidi o zuccheri o carboidrati, sono composti contenenti carbonio, idrogeno e ossigeno, CHO. Si possono distinguere in glucidi semplici e glucidi complessi.

I glucidi semplici sono:

  • Monosaccaridi (formati da una sola unità saccaridica)
  • Disaccaridi (formati da due monosaccaridi)
  • Oligosaccaridi (formati da pochi monosaccaridi)

Tra i monosaccaridi più comuni ricordiamo:

  • Glucosio
  • Fruttosio
  • Galattosio
  • Mannosio
  • Ribosio

Tra i disaccaridi più comuni ricordiamo:

  • Saccarosio
  • Lattosio
  • Maltosio

Tra gli oligosaccaridi più comuni ricordiamo:

  • Maltotriosio
  • Frutto-oligosaccaridi (FOS)

I polisaccaridi (come amido, glicogeno e cellulosa) sono, invece, glucidi complessi e sono formati di molte unità saccaridiche.

Che cos’è il saccarosio?

Il saccarosio è un disaccaride costituito da glucosio più fruttosio, questi due monosaccaridi sono tenuti insieme da un legame glicosidico.(C-O-C).

Il saccarosio è il comune zucchero da tavola. Viene sintetizzato dalle piante attraverso il processo di fotosintesi clorofilliana. E’ presente nel miele, nella canna da zucchero e nella barbabietola.

La formula chimica del saccarosio è C12H22O11 ed è costituito da una molecola di α-D-glucosio e da una molecola di β-D-fruttosio unite tra loro da un legame glicosidico fra il carbonio 1 del glucosio e il carbonio 2 del fruttosio, infatti questo legame viene definito 1,2-glicosidico. 

Il saccarosio viene messo in commercio sotto forma di sostanza cristallina, dolce e inodore.

Ha un indice glicemico (velocità con cui aumenta il livello di glicemia ematica dopo l’assunzione di una sostanza) medio-alto, mentre il suo apporto calorico è particolarmente elevato (circa 390 kcal per 100gr di zucchero).

Attualmente il saccarosio viene prodotto dalla canna da zucchero nei paesi caldi (Brasile, India, Cina, Tailandia), e dalla barbabietola nei paesi temperati (Europa, Giappone, Stati Uniti).