Insulino-resistenza

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Salvatore Pacenza, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Cos'è l'insulina?
  2. Cos'è l'insulino-resistenza?
  3. Cause dell’insulino resistenza
  4. Sintomi dell’insulino resistenza
  5. Diagnosi dell’insulino resistenza
  6. Che cos’è il test HOMA?
  7. La resistenza all'insulina può essere ridotta o invertita?

Cos'è l'insulina?

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas. Il ruolo dell'insulina è quello di consentire alle cellule del corpo di incorporare glucosio da utilizzare come combustibile o immagazzinato come grasso corporeo. 

Quando si verifica l’insulino-resistenza il glucosio ha maggiori probabilità di accumularsi nel sangue e questo può portare a livelli di zucchero nel sangue troppo alti.

Quando il corpo diventa resistente all'insulina, cerca di far fronte al problema producendo più insulina. Le persone con insulino-resistenza spesso producono quantità di insulina eccessivamente superiori rispetto alle persone sane. La iperproduzione di insulina è nota come iperinsulinemia.

Cos'è l'insulino-resistenza?

L'insulino-resistenza è il fattore che porta al diabete di tipo 2, al diabete gestazionale e al prediabete.

La resistenza all'insulina è strettamente associata all'obesità; tuttavia, è possibile essere resistenti all'insulina senza essere sovrappeso o obesi.

La ricerca moderna ha dimostrato che la resistenza all'insulina può essere combattuta con trattamenti che riducono la quantità di insulina che il corpo sta producendo o facendo dosaggi di insulina tramite punture sotto cute.

La riduzione della resistenza all'insulina può essere ottenuta seguendo diete a basso contenuto di carboidrati o diete chetogeniche.

Cause dell’insulino resistenza

Anche se la causa esatta della resistenza all'insulina non è ancora del tutto chiara, è noto quali fattori possano portare allo sviluppo di questa condizione.

La resistenza all'insulina può comunemente svilupparsi se si verificano uno o più dei seguenti fattori:

Gli studiosi hanno osservato che l'insulino-resistenza si verifica nelle persone che hanno:

  • alti livelli di insulina circolanti nel sangue;
  • eccessivo grasso immagazzinato nel fegato e nel pancreas;
  • elevati livelli di infiammazione.

Sintomi dell’insulino resistenza

Inizialmente, la resistenza all'insulina non presenta sintomi. I sintomi iniziano a comparire solo quando portano a effetti secondari come livelli più elevati di zucchero nel sangue. Quando ciò accade, i sintomi possono includere:

Altri segni che appaiono spesso nelle persone con insulino-resistenza includono:

Se la resistenza all'insulina si trasforma in prediabete o diabete di tipo 2, i sintomi includeranno un aumento dei livelli di glucosio nel sangue.

Diagnosi dell’insulino resistenza

Non esistono sintomi specifici capaci di segnalare la presenza dell’insulino resistenza quindi, per diagnosticarla, è necessario sottoporsi a un test di tolleranza al glucosio con insulinemia o curve di glucosio e insulina.

Per diagnosticare con esattezza la resistenza all’insulina sono necessarie quindi delle tecniche sofisticate, che determinano l’uso del glucosio indotto a livello sperimentale dell’iperinsulemia.

Che cos’è il test HOMA?

Per rendere più semplice la sua determinazione sono stati realizzati dei modelli che mettono in relazione glicemia e insulinemia in stato di digiuno, è il caso del test HOMA (Homeostatic model assesment).

L’Homa è un indice che si utilizza per valutare il grado di resistenza all’insulina, che può trasformarsi in diabete di tipo 2. Non si tratta di un indice standardizzato, ma è un dato in più che aiuta a valutare il rischio di incorrere alla malattia del diabete.

La resistenza all’insulina si può valutare inoltre attraverso altri parametri o studiando i diversi fattori di rischio tra cui l’eventuale predisposizione familiare.

La diagnosi del prediabete può avvenire quindi, in maniera generale, se il glucosio a digiuno ha dei valori che oscillano tra i 100 e 125 mg/dl e se l’emoglobina glicata HbA1c ha dei valori che oscillano tra 5,7 e 6,5%.

Qualunque sia la diagnosi realizzata, la cosa più importante sarà quella di tenere sotto controllo la propria dieta (eliminando per esempio i carboidrati semplici), facendo attività fisica in modo da mantenere questi livelli stabili o migliorarli per evitare l’evoluzione del diabete.

La resistenza all'insulina può essere ridotta o invertita?

È certamente possibile ridurre gli effetti dell'insulino-resistenza e ci sono diversi modi efficaci per farlo.

I metodi efficaci includono:

  • diete a basso contenuto di carboidrati e diete chetogeniche;
  • diete a bassissimo contenuto calorico;
  • chirurgia bariatrica;
  • esercizio in combinazione con una dieta sana.

Questi metodi sono un valido supporto utile a ridurre il bisogno di insulina del corpo e a perdere peso.