Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Angioma

Angioma

Angioma
Curatore scientifico
Dr. Virgilio De Bono
Specialità del contenuto
Chirurgia generale Dermatologia

Cos'è un angioma?

In genere, l'angioma ha l'aspetto di una macchia di colore rosso violaceo, che tende a espandersi con il passare del tempo; in rari casi, l'angioma può regredire spontaneamente, senza che restino tracce evidenti sulla pelle. Molto più spesso, però, occorre chiedere l'aiuto di uno specialista per eliminarlo.

Gli angiomi possono essere classificati in base al loro aspetto in:

L'angioma raramente degenera in forme patologiche e non è trasmissibile mediante contagio. Esistono però alcune forme “miste”, come l'angiopolioma, in cui l'angioma si associa a una neoformazione di tessuto adiposo (questo tipo di formazioni benigne si sviluppano in genere nei reni).

L'angioma si differenzia invece dall'amartoma, per il fatto che quest'ultima formazione benigna è dal punto di vista strutturale totalmente simile al tessuto di appartenenza. Occorre segnalare però che spesso i due termini sono erroneamente usato come sinonimi.

Cos'è l'angioma rubino?

L'angiona rubino, detto anche “angioma a ciliegia”, è una formazione che si sviluppa con maggiore facilità dopo i 40 anni. Diversamente dal melanoma, è un tumore di natura benigna, che si manifesta sotto forma di piccolo rilievo cutaneo solido, di colore rosso vivo.

Proprio la colorazione, causata dalla presenza di capillari, ha fatto assegnare a questa formazione cutanea il nome di “ciliegia”. In genere, l'angioma rubino non genera alcun tipo di fastidio, salvo quando si rompe a causa di uno sfregamento o un trauma: in questi casi, si può verificare prurito o sanguinamento.

L'angioma rubino non degenera in tumore maligno, ma previa consulenza con il dermatologo, si può comunque decidere di rimuoverlo.

Cos'è l'angioma cavernoso?

Con il nome di angioma cavernoso, o cavernoma, si indica in genere un angioma cerebrale, ovvero una lesione benigna localizzata all'interno del cervello. Questo tipo di angioma nel neonato è in genere presente fin dalla nascita oppure può apparire nei primi decenni di vita.

Sintomi tipici della sua presenza sono cefalea o emorragia, ma la maggior parte delle volte può essere asintomatico.

Cos'è l'angioma cutaneo?

L'angioma della pelle o angioma cutaneo è una formazione benigna che si sviluppa a livello della cute, in seguito ad un anomalo sviluppo dei vasi sanguigni o linfatici.

Uno degli angiomi della cute più comuni è l'emangioma, che si manifesta come una protuberanza di colore rosso scuro o viola. Una tipologia molto più rara è invece il linfangioma, causato da una malformazione del sistema linfatico.

Qual è il trattamento per l'angioma?

L'angioma è una formazione di natura benigna che non è soggetta a degenerare in neoplasia maligna. In casi specifici o se la loro presenza crea problemi psicologici, è possibile valutare l'opportunità di una sua rimozione con il dermatologo o il chirurgo.

Le tecniche usate in questi casi possono essere la laser terapia, la criochirurgia, oppure la chirurgia plastica o l'embolizzazione.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Giradito
Il giradito è un’infezione batterica che colpisce il dito di una mano, principalmente il pollice o l’alluce del piede. I microrganismi pi...
Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...