Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Giradito

Giradito

Giradito
Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cos’è

Il giradito o patereccio è un’infiammazione che colpisce la pelle che circonda l’unghia di una mano o di un piede.

Il termine "giradito" è legato al fatto che quest’infezione tende a svilupparsi esattamente attorno all’unghia di un dito della mano o del piede. Molto comune è il giradito all’alluce.

Il giradito è una delle più comuni infiammazioni della mano, assieme alla perionissi o paronichia e, se non trattata, può diffondersi rapidamente all’intero dito.

In base alla rapidità con cui si diffonde l’infezione, è possibile distinguere una forma acuta e una forma cronica.

Giradito acuto

Il giradito è solitamente il risultato di una piccola lesione cutanea in corrispondenza dell’unghia in seguito a una puntura, graffio o perché ci si strappa una pellicina.

Un giradito acuto o patereccio che si sviluppa in un’infiammazione acuta può interessare principalmente la mano e presenta una rapida diffusione. 

I principali responsabili di questa tipologia di giradito sono i batteri di stafilococco e streptococco.

Giradito cronico

La forma cronica di giradito interessa il piede e la mano e tende, contrariamente alla sua variante acuta, a svilupparsi lentamente. Può durare diverse settimane e ricompare spesso. In genere, le cause del giradito cronico sono da attribuire a diversi agenti patogeni come la candida e batteri in generale.

Le persone più esposte a forme ricorrenti di giradito sono coloro che lavorano a contatto con l’acqua. La pelle bagnata risulta più vulnerabile all’attacco di funghi e batteri, che possono penetrare attraverso piccole ferite e proliferare.

Cause

Le cause di giradito sono determinate comunemente da:
  • Batteri che popolano la superficie cutanea – Come ad esempio gli stafilococchi e gli streptococchi, che riescono a penetrare attraverso lesioni della pelle formatesi in seguito a traumi di diversa natura.
  • Comportamenti a rischio – Mangiarsi le unghie, succhiarsi le dita, lavare i piatti senza guanti ed entrare a contatto con agenti chimici sono infatti tutti comportamenti che possono aumentare i rischi di sviluppare un giradito alla mano.
  • Candida Tra le cause di giradito cronico rientra l'infezione da candida. Dal momento che i funghi proliferano soprattutto in ambienti umidi, le persone che hanno frequentemente le mani o i piedi a contatto con l’acqua sono particolarmente a rischio di sviluppare un’infezione ad andamento cronico.

Sintomi

I sintomi di giradito acuto, così come i sintomi di giradito cronico, sono simili. La differenza tra i due tipi di giradito risiede, come già sottolineato, nel tempo impiegato per la diffusione dell’infezione. 

In generale, sintomi del giradito comprendono:
  • Arrossamento della pelle che circonda l’unghia
  • Rigonfiamento della pelle al di sotto del letto ungueale
  • Dolore di tipo pulsante
  • Comparsa di vescicole ripiene di pus
  • Cambiamenti nella forma e nel colore dell’unghia
  • Distacco dell’unghia
Il più delle volte, l’area interessata, oltre ad apparire gonfia, provoca dolore quando vi si applica anche una leggera pressione.

Patereccio nei bambini

Il giradito non è un’infezione esclusiva degli adulti: il patereccio nei bambini è in realtà piuttosto diffuso. In particolare, i bambini sono più vulnerabili a un’infezione acuta a causa di abitudini quali la suzione del dito o il mordersi le unghie.

In questo modo, i batteri possono penetrare all’interno della pelle e causare la formazione di un’area arrossata o gonfia particolarmente dolorosa in corrispondenza dell’unghia.

Il giradito in un bambino può essere una condizione particolarmente fastidiosa, perché anche una leggera pressione sull’area può provocare un forte dolore.

Diagnosi di giradito

In genere, il medico è in grado di effettuare una diagnosi di giradito con facilità, semplicemente esaminando le condizioni dell’area interessata.

In alcuni casi, il medico può decidere di prelevare campioni di pus da far analizzare per poter determinare quale tipologia di batterio o fungo è alla base dell’infezione, così da consigliare il trattamento migliore per curare il giradito.

Cura

Il tipo di cura per il giradito dipende in parte dalla gravità dell’infiammazione. Molto spesso, immergere il dito in acqua tiepida dovrebbe apportare qualche beneficio.

Tuttavia, se l’infiammazione non si risolve con i rimedi casalinghi per il giradito, il medico può quindi prescrivere:
  1. Impacchi di soluzione antisettica
  2. Applicazione di gel astringente al cloruro d’alluminio
  3. Terapia a base di antibiotici
  4. Antivirali
Può inoltre capitare che si formino degli ascessi contenenti pus che vanno drenati dall’interno. È consigliabile che questa operazione venga eseguita da un medico, per evitare che l’infiammazione si diffonda ulteriormente. 

Per un’infiammazione di origine fungina, il medico solitamente può prescrivere
  • Creme antimicotiche 
  • Farmaci da assumere per via orale

Rimedi naturali

Oltre alla terapia farmacologica per il patereccio consigliata dal medico, è possibile ricorrere ad efficaci rimedi naturali per il giradito:
  • Acqua e sale – È forse uno dei rimedi più popolari: basta aggiungere del sale a dell’acqua calda ed immergervi il dito per una decina di minuti. Oltre ad esercitare un’azione antisettica, il sale favorisce il drenaggio del pus.
  • Olio di origano – L’olio di origano ha effetti antisettici e antibatterici, inoltre favorisce l’assorbimento del pus ed è utile a trattare le infezioni fungine.
  • Tea tree oil – Viene utilizzato per il trattamento di numerose affezioni cutanee per le sue proprietà antisettiche e antibatteriche. È consigliabile non applicare direttamente il tea tree oil sulla pelle, ma diluirlo con dell’olio di oliva, così da esercitare un’ulteriore azione lenitiva.
  • Farina di riso e semi di lino – Si può realizzare un impacco con farina di riso e semi di lino tritati o farina di lino: questo impacco può alleviare il dolore dovuto alla presenza di un giradito. Basta mescolare assieme gli ingredienti e versare dell'acqua, nella quantità sufficiente per arrivare a realizzare un impasto poco liquido da stendere sul dito e lasciare in posa per 20 minuti circa. 
  • Limone – Il succo di limone può essere utilizzato come disinfettante naturale, utile contro il giradito: basta dividere l'agrume a metà, forarlo al centro e inserirci il dito per 30 minuti al giorno. 
  • Cipolla – Anche la cipolla può essere un’efficace alleata contro il giradito grazie alla sua azione antibatterica. È inoltre possibile combinare l’aglio alla cipolla così da potenziarne gli effetti.
  • Malva – Una pomata a base di malva possiede capacità antinfiammatorie. In alternativa, si può preparare un infuso con questa pianta per immergerci quotidianamente il dito affetto da giradito. 
  • Arnica – Una pomata a base di arnica può ridurre il gonfiore e il dolore causato da un giradito. Può essere applicate più volte al giorno, facendo attenzione che venga assorbita del tutto. 
  • Olio di oliva – Un rimedio in funzione preventiva verso il giradito è immergere le mani in una scodella piena di olio di oliva tiepido: ammorbidisce la pelle e tiene lontane le infezioni. 
Sia le cure farmacologiche, sia i comuni rimedi naturali risultano efficaci nel trattare il giradito e scongiurarne il ritorno. L’importante è intervenire subito prima che diventi una condizione cronica.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Perionissi (paronichia)
La perionissi è un’infezione batterica che colpisce le dita delle mani, principalmente il pollice o l’alluce del piede. I microrganismi p...
Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...