icon/back Indietro

Macchie sul viso

Dermatologia
Macchie sul viso

Cosa sono le macchie sul viso

Le macchie scure sulla pelle del viso possono essere sia temporanee, che definitive.

Cosa sono? Solitamente, sono determinate da un'alterazione delle cellule che regolano la produzione della melanina, ossia i melanociti e che pertanto determinano una serie di chiazze scure o chiare sulla pelle del viso, rendendo palese la discromia.

In commercio, sono disponibili numerosissimi cosmetici ideati proprio per attenuare le macchie sul viso.

Come eliminarle

Oltre alle creme specifiche che sono comunemente in commercio per alleviare l'iperpigmentazione delle macchie sul viso, si consiglia un trattamento con le creme leviganti, che facilitano il ricambio delle cellule, eliminando gli strati di derma più superficiali e rendendo la pelle più brillante e lucente.

Le macchie rosse sulla pelle causate dal sole possono essere prevenute con cosmetici ad alta protezione dei raggi UV, da applicare non solo nei mesi estivi, ma tutto l'anno, nelle zone maggiormente esposte come per esempio il viso e le mani.

Cause e i sintomi

Le macchie scure sul viso sono considerate praticamente inevitabili, perché sono tra i principali segni dell'invecchiamento procurati dall'avanzare dell'età, come le rughe e le zampe di gallina.

Le macchie sul viso sono causate da un'alterazione del normale funzionamento dei melanociti, ossia le cellule responsabili della produzione di pigmento melanico. Pertanto, la distribuzione di melanina non avviene più in maniera omogenea, ma a chiazze, che possono essere chiare (macchie bianche) o scure (macchie marroni sulla pelle) e in ogni caso antiestetiche.

L'invecchiamento tuttavia non è l'unico responsabile della formazione delle macchie. Infatti, ad esso si aggiungono:

Curare le macchie sul viso

La cura migliore per le macchie sul viso è la laser terapia.

Rimedi naturali

È bene ricordare tuttavia che i prodotti depigmentanti e schiarenti sono in grado di stimolare il ricambio cellulare solo con l'applicazione quotidiana e prolungata. Infatti, per osservare dei risultati apprezzabili, è necessario attendere anche due mesi di tempo.

Molti sono i prodotti naturali con cui è possibile avere una depigmentazione:
  • liquirizia, che inibisce l'attività dell'enzima tirosinasi, responsabile della produzione di melanina;
  • tè verde, che potenzia l'inibizione della tirosinasi;
  • camomilla, in grado di indebolire il processo che porta alla melanogenesi stimolata dai raggi UV e di contrastare le citochine prodotte dai cheratinociti;
  • estratto di semi di uva ursina, inibisce la produzione di melanina.
Dr. Virgilio De Bono Medico Chirurgo
Dr. Virgilio De Bono
medico generale

Contenuti correlati

Cisti sebacea
icon/card/dermatologia
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di una protuberanza o di un nodulo nella cute che al tatto appare più ...
Cheratosi seborroica
icon/card/dermatologia
Le cheratosi seborroiche sono lesioni pigmentate benigne, la cui causa è sconosciuta.
Onicogrifosi (unghia ad artiglio)
icon/card/dermatologia
L'onicogrifosi è una condizione che colpisce le unghie rendendole spesse e incurvate. Scopriamo i sintomi, le cause e i rimedi.