Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Melanina

Melanina

Melanina
Curatore scientifico
Dr. Virgilio De Bono
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cos’è e a cosa serve la melanina

La melanina  è quel pigmento che conferisce il colore alla pelle, ai capelli e agli occhi. È presente nella pelle in misura diversa, anche a seconda dell'etnia: persone con la carnagione scura hanno maggiori quantità di melanina rispetto a chi ha una carnagione chiara. 

Il diverso colore della pelle varia a seconda del numero e della distribuzione dei melanosomi, vescicole contenenti appunto il pigmento della melanina e presenti a loro volta nei melanociti, ossia le cellule dell'epidermide.

Oltre a determinare il colore della pelle, la melanina protegge il DNA dai raggi UV del sole. Le lentiggini sono piccole aree concentrate in cui si verifica un aumento di produzione di melanina.

La melanina si trova in diverse zone del corpo umano, come:

  • epidermide;
  • capelli;
  • iride degli occhi;
  • strati vascolari dell'orecchio interno
  • alcune zone del cervello
  • midollo e ghiandola surrenale.

Tipi di melanina

Esistono tre diversi tipi di melanina:

  • Eumelanina  – Si trova nei capelli e nella pelle, e risulta abbondante tra le popolazioni africane e afrodiscendenti. Essa fornisce la colorazione scura a capelli, pelle ed occhi. Quando l’eumelanina è presente solo in piccole quantità, i capelli possono essere biondi. L’eumelanina protegge dalle radiazioni dei raggi UV.
  • Feomelanina  – Si trova nei capelli e nella pelle, fornisce in particolare il pigmento rosso. Questo tipo di melanina non protegge dal cancro indotto dalle radiazioni UV.
  • Neuromelanina  – Si trova in alcune aree del cervello, e una sua mancanza può causare anche gravi disturbi neurologici.

Mancanza di melanina

La melanina è molto importante per la salute dell’uomo perché protegge la pelle dagli effetti nocivi dei raggi solari. La produzione di melanina può anche aumentare nel tempo.

La mancanza di melanina dipende da processi fisiologici d’invecchiamento cellulare che portano a una sua riduzione: questo causa fenomeni come la comparsa di macchie cutanee e l’incanutimento dei capelli.

Una pelle a chiazze può essere anche conseguenza di uno scompenso nella produzione di melanina.

L’albinismo, invece, è una patologia congenita che colpisce soggetti che nascono completamente privi di melanina: la pelle risulta è chiarissima, i capelli sono tendenti al bianco e l’iride degli occhi appare rossastra.

Chi è affetto da albinismo è senza difese contro l’azione dei raggi UV, con gravi rischi per la salute. La melanina risulta infatti fondamentale anche nella prevenzione del melanoma, pericoloso tumore della pelle.

Sole e melanina

Quando si sta al sole, il tuo corpo produce maggiori quantità di melanina, che è necessaria per proteggere il corpo dai raggi ultravioletti, dannosi per la pelle.

La melanina non è sufficiente per proteggersi dal sole. La pelle è già danneggiata se è andata incontro a scottatura solare o se è diventata leggermente più scura. Ecco perché è sempre importante proteggersi e indossare la protezione solare.

Le persone con la pelle scura sono meno soggette ad ammalarsi al cancro alla pelle rispetto a chi ha la pelle chiara; è comunque bene però proteggere la pelle con appositi accorgimenti e filtri solari, perché non è ancora noto se la minor propensione al sviluppare un tumore alla pelle dipenda da una maggior quantità di melanina. 

Alimenti per la melanina

Per permettere al corpo umano di averne a disposizione le giuste riserve di melanina, è importante assumere cibi attivatori di melanina, ossia che contengano sostanze nutritive che ne favoriscano la produzione.

Ecco quindi quali cibi ricchi di melanina integrare nella propria dieta:

  • pesce;
  • fegato;
  • frutti di mare;
  • latte;
  • formaggio;
  • carni bianche (pollo e tacchino);
  • ostriche;
  • soia;
  • noci;
  • legumi;
  • ortaggi a foglia;
  • cioccolato.
In alcuni casi, in particolare per chi soffre di carenze di melanina o per chi ha disturbi alimentari, può essere utile assumere integratori alimentari di melanina che aiutino l’organismo con la sua produzione.

Integratori di melanina

Per chi ha la pelle delicata e molto chiara, non esistono integratori di melanina specifici.

Per chi vuole aumentare la melanina, però, esistono degli integratori che stimolano l’abbronzatura bisogna ricercare prodotti di nuova generazione che permettono di modulare in base alle proprie esigenze dermatologiche la dose di somministrazione.

Gli integratori di melanina si trovano in compresse e sono acquistabili in farmacia; le dosi vanno razionate in base alla latitudine dove avviene l'esposizione e al fototipo della persona.

Per esempio, se si ha una pelle molto chiara e si sta per andare alle Hawaii è necessario iniziare il trattamento per aumentare la melanina almeno uno o due mesi prima di partire, assumendo circa tre compresse al giorno.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Peli
I peli sono delle formazioni cheratinose che ricoprono, in parti più o meno ampie, il corpo dei mammiferi. Nell'uomo, le parti maggiormen...
Fibromi penduli (porri)
I fibromi penduli sono delle escrescenze dermatologiche che si formano per molteplici motivi. Avvertiti come antiestetici non sono però n...
Sebo
Il sebo è una sostanza grassa che viene prodotta dalle ghiandole sebacee ed è utile per alcune funzioni dell'organismo. Una sua produzion...