Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Paura Di Volare

Paura di volare (aerofobia)

Paura di volare (aerofobia)
Curatore scientifico
Dr. Domenico Giuseppe Bozza
Specialità del contenuto
Psicologia

Cos'è la paura di volare o aerofobia?

La paura di volare (anche nota come aerofobia o, più raramente, come aviofobia) può creare disagi significativi e influenzare negativamente la propria vita. Può infatti imporre forti limiti alla crescita personale, sia perché priva la persona dei piaceri legati ai viaggi verso mete lontane, sia perché può impedire di accettare posizioni professionali che richiedono la necessità di frequenti viaggi aerei.

In un mondo sempre più connesso e globalizzato viaggiare in aereo può rappresentare parte della routine quotidiana.
Diverse persone dichiarano di avvertire una forte ansia che precede il momento del volo. Inoltre, le persone con aerofobia hanno attacchi di panico e avvertono una sensazione di stress emotivo che impedisce loro di agire in modo razionale.

Quali sono i sintomi della paura di volare?

Una persona che ha paura di volare si sente sopraffare dall’ansia e dal panico da volo al solo pensiero di dover affrontare un viaggio in aereo e cercherà a tutti i costi di evitare tale evenienza.

In alcuni casi, quando è assolutamente necessario prendere un aereo, la persona con aviofobia affronterà l’intero viaggio con eccessivo nervosismo, fino ad avere un attacco da panico. Altri possibili sintomi possono essere:

•    nausea;
•    vertigini e sensazione di svenimento;
•    eccessiva sudorazione;
•    rigidità muscolare;
•    difficoltà respiratorie;
•    aumento della frequenza cardiaca;
•    tremore.

Perché si ha paura di volare?

Vi sono varie cause della paura di volare. Solitamente, la paura dell’aereo tende a svilupparsi da bambini in seguito ad un evento traumatico associato al viaggio in aereo.

L’aerofobia può tuttavia peggiorare in età adulta, soprattutto in seguito a gravi incidenti aerei, di cui si può venire a conoscenza tramite la TV. Un evento in particolare ha innescato un aggravarsi della paura degli aerei. Si tratta dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle dell’11 Settembre 2001. In seguito a quei drammatici eventi si è assistito ad una psicosi generale che ha portato molte persone a ridurre al minimo, fino ad annullare, qualsiasi viaggio in aereo. In questi casi, la tipica paura dell’aereo è si è quasi completamente sovrapposta alla primordiale paura di morire.

La paura di volare è altresì legata all'impossibilità pratica di effettuare un qualsiasi comportamento atto a salvarsi la vita (differentemente da quello che si attuerebbe in situazioni di pericolo su viaggi navali o terrestri.

Inoltre, è possibile individuare alcune fobie che in qualche modo sono alla base della paura di volare e che contribuiscono all’aerofobia. Queste sono:

  • paura degli spazi stretti (claustrofobia);
  • paura delle altezze;
  • paura delle turbolenze;
  • paura di avere attacchi di panico;
  • paura di schiantarsi.

Delle volte, quest’ansia estrema legata al volo è riconducibile alla paura verso qualcosa che non si conosce e alla mancanza di informazioni.

Alcune persone iniziano ad avere attacchi di panico perché provano sintomi fisici come la perdita di equilibrio al momento del decollo e dell’atterraggio. Ci sono anche persone che si agitano se durante il volo sentono rumori sconosciuti, e che riconducono a possibili avarie.

Cosa fare per la paura dell'aereo?

La paura dell’aereo, più delle altre paure, è legata alla scarsa conoscenza degli standard di sicurezza oggi in vigore; è possibile seguire alcuni suggerimenti per gestire al meglio questa paura durante il volo:

  • informarsi: è importante informarsi sulle procedure di volo, su come comportarsi in caso di turbolenza o leggere gli ultimi dati relativi ai rischi di incidenti aerei. Scoprirete infatti che l’aereo è il mezzo più sicuro con cui viaggiare, molto più delle automobili o dei treni;
  • capire l’origine dell’aerofobia: molto spesso la paura di volare è la conseguenza di paure pregresse come la claustrofobia. Affrontare queste paure può aiutare a risolvere la paura dell’aereo;
  • distrarsi durante il volo: leggere un libro o guardare un film distoglierà la mente dal pensare a catastrofi o ad altre negatività;
  • parlare con il personale di volo: spiegare alle hostess la propria paura può essere d’aiuto. Si può trovare conforto dalla calma e dalla professionalità con cui hostess e steward affrontano il viaggio;
  • prenotare un posto nella parte anteriore dell’aereo: questa zona è meno esposta alle turbolenze e può essere più facile rilassarsi se ci si imbatte in una di queste.

Quali sono i rimedi per la paura dell'aereo?

Sconfiggere la paura dell’aereo è possibile. Ci sono diverse opzioni di trattamento rivolte proprio alle persone con aerofobia, e comprendono:

Terapia farmacologica

Psicofarmaci come le benzodiazepine o altri farmaci ansiolitici possono essere prescritti per tenere sotto controllo i sintomi associati all’aerofobia. Bisogna precisare che questi farmaci agiscono sui sintomi e non sulle cause scatenanti e talvolta possono avere effetti collaterali indesiderati.

Terapia cognitivo-comportamentale

La desensibilizzazione è l’approccio terapeutico più diffuso nel trattamento dell’aerofobia. Si tratta di un percorso graduale che porta pian piano la persona ad affrontare l’idea di dover viaggiare in aereo. Si inizia semplicemente con il parlare del viaggio e delle mete da visitare, poi si fa visita ad un aeroporto ed infine si sale su un aereo. In alcuni casi può essere utile ricorrere all’ipnosi regressiva. Con questo trattamento è possibile indagare sulle cause alla base dell’aerofobia così da intervenire alla radice del problema.

Tecniche di rilassamento

Tecniche di rilassamento come la meditazione, la respirazione profonda e il rilassamento muscolare possono aiutare a ridurre il senso di ansia durante i voli. Ci si può esercitare in casa per poi praticare queste tecniche quando se ne sente il bisogno.

Occorre conoscere le diverse opzioni per poi scegliere quella che più si addice alle proprie condizioni. In questo modo si può superare l’aerofobia e iniziare finalmente a viaggiare sereni.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Siderodromofobia
La siderodromofobia è una paura persistente e anormale di viaggiare in treno. I soggetti affetti da tale forma fobica possono riscontrare...
Ritardo Mentale
Il ritardo mentale (RM) è un disturbo con esordio in età evolutiva che comprende un deficit del funzionamento intellettivo ed adattivo, c...