Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Asistolia

Asistolia

Asistolia
Curatore scientifico
Dr. Antonio Magioncalda
Specialità del contenuto
Cardiologia

A cosa porta l’asistolia?

Quando si ha la presenza di questo ritmo non vi è afflusso di sangue al cervello, e, se le manovre di rianimazione non hanno effetto viene confermata la morte.

Nel caso, peraltro raro, di battito che riappare dopo 10-15 minuti il cervello sarà stato privato troppo a lungo di ossigeno il che avrà comportato l’arrivo della morte cerebrale. I tassi di sopravvivenza di pazienti in arresto cardiaco con asistolia sono molto rari, meno del 2%.

Cos'è l'arresto cardiaco?

L'arresto cardiaco è una condizione clinica caratterizzata da una mancanza di attività meccanica del cuore,  in assenza di attività elettrica oppure  associata ad una attività elettrica anomala ( fibrillazione ventricolare).

Quali sono le cause dell’asistolia?

La causa più frequente è lo shock cardiogeno, associato spesso a trombosi coronarica (schemia coronarica acuta seguita o meno da vero e proprio infarto miocardico acuto). E’ un’occlusione o un blocco del sangue all’interno di un’arteria coronarica, causata da un coagulo.

Un'altra importante causa è l'embolia polmonare (trombosi occlusiva), blocco di un’arteria polmonare che può condurre a shock cardiogeno e  morte improvvisa.

Altre cause meno frequenti possono essere:

  • Ipovolemia. E’ una grave perdita di fluidi del sistema circolatorio.
  • Ipossia, una privazione dell’apporto di ossigeno.
  • Acidosi. Dovuta a un’eccessiva presenza di gas nel sangue.
  • Ipocaliemia o ipercaliemia. Livelli troppo bassi o troppo alti di potassio possono portare ad un arresto cardiaco.
  • Ipoglicemia. Legata a bassi valori di glucosio nel sangue.
  • Ipotermia. Si ha quando la temperatura corporea scenda sotto i 30°.
  • Tossine. Un sovradosaggio di diversi tipi di farmaci può portare all’arresto cardiaco senza polso. Anche un overdose di cocaina porta allo stesso effetto.
  • Tamponamento cardiaco. In questa situazione il sangue si accumula nel pericardio.
  • Pneumotorace. Si ha quando l’aria viene fatta entrare in uno spazio da dove non può fuoriuscire naturalmente.

Come si cura?

In caso di asistolia (assenza di coscienza associata a assenza di attività cardiaca percepibile (nessun riscontro di battito cardiaco o attività al polso) occorre una tempestiva la rianimazione cardiopolmonare (nota anche come CPR in lingua inglese), in combinazione con la somministrazione di vasopressori per via endovenosa, come l'epinefrina, ossia l'adrenalina Quando possibile, occorre correggere se possibile le cause che hanno provocato la asistolia, disostruendo le coronarie (angioplastica o trombolisi sistemica) o fattori scatenanti come l'ipotermia (caduta in acqua fredda, grave ipopotassiemia da disidratazione, ecc.)

Quali sono le conseguenze delle asistole?

In presenza di asistolia e arresto cardiaco, vi è un arresto del flusso sanguigno verso il cervello, a meno che non venga praticata la rianimazione.

Se l'attività cardiaca non riprende nonostante le manovre di CPR,  viene confermata la morte. Persino in rari casi, quando il ritmo cardiaco riprende, dopo 10-15 minuti o più, il cervello risulta danneggiato da  una mancanza di ossigeno così lunga da causare la morte cerebrale.

È possibile sopravvivere dopo un arresto cardiaco?

Il tasso di sopravvivenza per un paziente in arresto cardiaco con asistole è molto più basso rispetto a un paziente soggetto a defibrillazione. Fuori dall'ambito ospedaliero i tassi di sopravvivenza sono inferiori al 2%.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Pressione bassa
La pressione bassa, anche detta ipotensione, è una condizione in cui i valori di riferimento della pressione arteriosa risultano più bass...
Labbra viola (o blu)
A volte potrebbe capitare che, in presenza di determinate circostanze, il colore del corpo, e soprattutto delle labbra, cambi e assuma to...
Formicolio al braccio
Il formicolio al braccio è un sintomo che può indicare numerose patologie; a seconda che il formicolio colpisca il braccio destro o il br...