Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Valori Nutrizionali
  4. Ogm

OGM - Organismo geneticamente modificato

OGM - Organismo geneticamente modificato
Curatore scientifico
Dr. Francesco Pascucci
Specialità del contenuto
Nutrizione

Cosa sono gli OGM?

L’acronimo OGM sta per “Organismi Geneticamente Modificati”. Con questa denominazione si indica un qualsiasi organismo (piante, animali, batteri,) creato attraverso un processo di ingegneria genetica. Tale processo consente l’inserimento di geni all’interno di un organismo, provenienti da una specie completamente estranea a quell’organismo.

Questi organismi geneticamente modificati sono stati realizzati per diversi scopi come resistere a pesticidi o calamità naturali. E sebbene la parola ogm sia quasi esclusivamente associata al comparto agro-alimentare, in realtà questi organismi geneticamente modificati hanno trovato largo impiego anche in medicina. Batteri geneticamente modificati sono in grado di produrre insulina, così da salvare la vita dei pazienti affetti da diabete di tipo 1.

Quali sono i pro e i contro degli OGM?

Il dibattito relativo all’utilizzo degli OGM nel settore agro-alimentare è tuttora vivo e continua a dividere la comunità scientifica. I ricercatori si dividono sostanzialmente in tre grosse categorie: c’è chi ritiene che gli OGM siano del tutto sicuri sia come alimento per l’uomo, sia come mangime per gli animali. Altri ricercatori sostengono che siano necessari ulteriori studi prima di affermare con certezza che si tratta di prodotti totalmente sicuri per l’uomo. C’è infine chi ritiene che dagli esami fatti sino ad oggi siano emerso chiari effetti negativi per la salute dell’uomo.

Riuscire quindi a divincolarsi tra le diverse correnti di pensiero non è affatto semplice.

Molti vedono negli OGM la possibile soluzione alla fame nel mondo: con l’aumentare della popolazione mondiale si ha una maggiore domanda di cereali, riso e altri prodotti.

Ogni anno tuttavia buona parte dei raccolti è persa a causa di un clima sempre più instabile e di parassiti sempre più resistenti. Ottenere in laboratorio piante in grado di resistere ad ogni ambiente e temperatura potrebbe portare ad un aumento considerevole della produzione. Tuttavia secondo alcuni gli OGM contengono sostanze chimiche che possono essere presenti anche nel cibo che poi è mangiato da animali ed esseri umani, con possibili ripercussioni negative per la salute.

Quali sono i rischi per la salute derivati dal consumo di prodotti OGM?

Le principali preoccupazioni relative agli OGM sono legate alle modifiche del genoma a cui vengono sottoposti i semi da piantare. Si pensa che i cibi geneticamente modificati possano contenere nuovi allergeni trasmissibili all’uomo. Studi condotti su alcuni animali hanno inoltre evidenziato una maggiore tendenza a sviluppare diversi tumori, danni ad alcuni organi e malattie a carico del sistema nervoso.

Questi studi hanno aumentato negli anni lo scetticismo dei consumatori nei confronti degli organismi geneticamente modificati. Tuttavia negli ultimi anni sono state create alcune specie di riso e piante di soia ricche di anti-ossidanti così da incentivare il consumo di prodotti OGM.

È possibile evitare di mangiare OGM?

In Europa gli OGM vengono utilizzati soprattutto come mangime per gli animali. La legislazione europea in materia di OGM è di fatto molto più rigida rispetto a quella americana, dove ormai diversi alimenti contengono almeno un ingrediente geneticamente modificato.

Basti pensare che la maggior parte dello zucchero è prodotto da barbabietole geneticamente modificate in grado di fornire una maggior quantità di zucchero a prezzi più vantaggiosi.

Le leggi europee e italiane prevedono che tutti i prodotti siano dotati di un’etichetta che indichi la presenza di ingredienti geneticamente modificati qualora la loro quota superi lo 0,9% dell’intero prodotto. In questo modo, il consumatore contrario ai prodotti OGM in Italia può orientare il proprio acquisto attraverso l’apposita etichetta oppure può semplicemente acquistare un prodotto biologico contrassegnato da una diversa etichetta.

Le controversie riguardanti il consumo di OGM sono ben lontane dal considerarsi concluse perché vanno ad intaccare chiari interessi economici.

Le conclusioni dei diversi studi relativi ai possibili danni degli OGM alla salute dell’uomo non sono concordanti. Non è stato individuato alcun collegamento diretto tra il consumo di OGM e l’aumento di alcune malattie, tuttavia questi risultati potrebbero non tenere conto degli effetti a lungo termine derivati dal consumo di OGM. Serviranno ulteriori ricerche svolte da centri indipendenti per poter ottenere informazioni più complete ed avere così un quadro più chiaro dei pro e contro degli OGM.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Nux vomica
La nux vomica o noce vomica è un potente rimedio omeopatico volto a risolvere numerose problematiche di salute.
Nitriti e nitrati
Nitriti e nitrati sono sostanze naturalmente presenti in acqua e vegetali, mentre nelle carni è naturale la presenza di un minimo quantit...