Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolore Gamba Ischemia

Come può far passare il dolore alla gamba una donna di 83 anni che è stata colpita da ischemia?

Buonasera, ho una mamma di 83 anni che ha avuto un'ischemia cerebrale 6 mesi fa e, di conseguenza, ha avuto una specie di paralisi del lato destro del corpo. Due mesi fa cominciava a sentire dolore alla gamba e al ginocchio e non riusciva a stenderla. Camminando piano piano, il dolore le passava. Nelle ultime 2 settimane, la gamba è diventata rigida e non riesce più ad aprirla. Non riesce più a camminare e soprattutto ha un dolore fortissimo e ne soffre tantissimo. Il neurologo le ha proposto la puntura di tossina+botulinica, ma il suo cardiologo ha detto di no perchè presenta un rischio elevato visto che sta curando il suo cuore da tanti anni con Sintrom tipo Coumadin. Non sappiamo cosa dobbiamo fare per la sua sofferenza. Vi chiediamo gentilmente un consiglio per uscire da questa situazione. Grazie in anticipo.

Gentile Signora,
prima di decidere la strategia terapeutica, è importante valutare il paziente in modo diretto per cercare di trovare la causa del dolore. Se non si riesce con la visita e gli esami a comprendere la causa, bisognerebbe cercare di distinguere se il dolore è neuropatico (cioè correlato a un danno al sistema nervoso) o nocicettivo (non correlato ad un problema del nervo).

Se fosse nocicettivo, si dovrebbe capire se predomina la componente meccanica o infiammatoria. Le infiltrazioni in un paziente che assume Coumadin sono sempre da vagliare con prudenza. Potrebbe essere utile un inquadramento fisiatrico/fisioterapico per una mobilizzazione/riabilitazione cauta e personalizzata.

Dal punto di vista farmacologico, le scelte possono essere veramente molte e dipendono dal tipo di dolore, dalle malattie di cui soffre la paziente, dai farmaci che sta assumendo. Tra le categorie che si possono considerare ci sono:

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Luca Canzoneri
Dr. Luca Canzoneri
Torino - Via Circonvallazione,126, Caselle Torinese
Altre risposte di questo specialista
Frattura dell'omero: è normale avere sempre dolore?
Vivere con il dolore non può essere considerato normale e nemmeno troppo umano. Trattare il dolore di una situazione del genere purtroppo può non essere...
Neuropatia arti inferiori: quale cura seguire?
Un dolore che persiste da 15 anni cambia veramente la vita. Per affrontare una simile situazione, è pensabile tentare le classiche possibilità farmacologiche, ma queste...
Terapia del dolore: quali farmaci vengono somministrati?
Nella terapia del dolore, si usano e si prendono in considerazione tutti i possibili antidolorifici. Non esiste, purtroppo, un antidolorifico che funzioni per...
Dolore al collo: esistono farmaci omeopatici?
Non sono un medico omeopata. L'omeopatia nonostante sia molto diffusa nel mondo non è assolutamente chiaro come possa funzionare. In effetti i...
Terapia del dolore: cos'è?
La terapia del dolore o medicina del dolore o algologia è una disciplina medica che tratta il dolore cronico ossia quello che persiste...
Vedi tutte
Risposte simili
Terapia del dolore: quali farmaci vengono somministrati?
Nella terapia del dolore, si usano e si prendono in considerazione tutti i possibili antidolorifici. Non esiste, purtroppo, un antidolorifico che funzioni per...
Sclerosi delle limitanti articolari somatiche: che fare?
La giovane età e l'iniziale problema artrosico impongono una terapia farmacologica ed infiltrativa iniziale e successiva riabilitazione con esercizi + nuoto + abitudini di vita....
Vertebre schiacciate: cosa fare per il dolore?
Le vertebre schiacciate sono, nella terminologia medica, vertebre affetta da 'crollo vertebrale'. L'esordio è con dolore intenso, improvviso, non necessariamente conseguente a trauma, interessa generalmente...