Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Azoospermia

Azoospermia

Azoospermia
Curatore scientifico
Dr. Andrea Militello
Specialità del contenuto
Andrologia

Cos'è

Per azoospermia si intende la completa assenza di spermatozoi nel liquido seminale, che comporta una condizione di paziente sterile (sterilità).

Cos'è l'azoospermia ostruttiva

In caso di azoospermia ostruttiva la mancata presenza di spermatozoi nel liquido seminale è dovuta a un’ostruzione presente lungo il percorso tra l’epididimo (struttura adiacente al testicolo, è il tratto iniziale del percorso del liquido seminale) e i dotti eiaculatori (tratto conclusivo del liquido seminale).

In questa circostanza la quantità di spermatozoi prodotti a livello testicolare è nella norma, ma gli stessi non vengono espulsi unitamente al liquido seminale. Pertanto, nelle diagnosi di azoospermia ostruttiva la fertilità maschile è preservata.

Cos'è l'azoospermia secretiva

L’assenza di spermatozoi nell’eiaculato dovuta ad azoospermia secretiva è condizionata da una mancata o non sufficiente produzione di spermatozoi.

Esempio di azoospermia secretiva è il varicocele al testicolo (variocele) ovvero la condizione in cui le vene testicolari subiscono una alterazione con conseguente compromissione delle funzionalità dello stesso organo (tra cui mancata fertilità).

Sintomi

I sintomi di azoospermia possono includere:
  • Problemi con la funzionalità sessuale, come mancanza di desiderio sessuale o difficoltà a mantenere una erezione (disfunzione erettile). 
  • Dolore, gonfiore o un nodulo nella zona del testicolo
  • Diminuzione di peluria facciale e corporea
  • Altri segnali di anormalità ormonali o cromosomiche

Cause

Numerose sono le cause di azoospermia ossia che determinano l’inadeguata quantità di spermatozoi nell’eiaculato. Ecco le più diffuse:

Diagnosi

La diagnosi di azoospermia viene effettuata attraverso l’analisi del liquido seminale in centri specializzati. Prima di diagnosticare condizioni di azoospermia è consigliabile sottoporsi almeno a 2 cicli di analisi

Altre cause di sterilità maschile

Oltre l’azoospermia, altre cause di infertilità maschile sono essenzialmente riconducibili a:
  • Anomalie strutturali dei genitali maschili – Ad esempio in caso di gravi fimosi che provoca il restringimento della pelle del pene nascondendo quasi completamente il glande e rendendo difficoltosa o impossibile la fase di espulsione dello sperma.
  • Anomalie ormonali
È sempre bene sottoporsi a viste androloghe prima di effettuare delle valutazioni affrettate sullo stato di salute del proprio apparato sessuale.

Cure

La cura per l'azoospermia impiegata più comunemente prevede un intervento chirurgico con l’obiettivo di rimuovere l’ostruzione della via seminale e ripristinare la continuità del suo percorso fino ai dotti eiaculatori. Si tratta di interventi di microchirurgia che sono però applicabili esclusivamente a casi di azoospermia secretiva.

Purtroppo non tutte le patologie ostruttive possono essere corrette con un intervento chirurgico. Nel caso in cui la ricostruzione della via seminale risulta impossibile o complessa per consentire alla coppia di avere dei figli è possibile ricorrere a un programma di fecondazione assistita. In questo caso vengono viene effettuato un prelievo chirurgico di spermatozoi dal testicolo (TeSE - testicular sperm extraction).

Le nuove tecniche di microchirurgia consentono di effettuare prelievi nelle aree testicolari in cui si presuppone ci sia una maggiore concentrazione di spermatozoi, i quali verranno impiegati all’interno di un più complesso programmi di fecondazione in vitro (nota anche come fivet) a cui dovrà sottoporsi la coppia.

Prima di sottoporsi al lungo iter di procreazione assistita è bene, con l’ausilio di medici specialisti:
  • Sottoporsi a opportuni test di fertilità – Per verificare la sussistenza di condizioni di fertilità prima di procedere ad un’eventuale inseminazione artificiale.
  • Mantenere un calendario di fertilità – Constata la fertilità femminile, oltre che maschile, è infatti buona prassi detenere un calendario fertilità. In caso di cicli regolari è possibile effettuare un calcolo fertilità abbastanza attendibile individuando i giorni di ovulazione, ovvero i giorni fertili. A tal proposito attualmente sono in commercio dei test per l’ovulazione che potrebbero risultare di aiuto per la coppia.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Ipotrofia testicolare
L'ipotrofia testicolare è una condizione in cui i testicoli sono più piccoli del normale
Scroto acuto
Lo scroto acuto corrisponde ad alcune condizioni patologiche aventi una forte sintomatologia dolorosa a carico dello scroto e delle parti...
Infertilità Maschile
l'infertlità è la condizione di difficoltà nel concepimento di un figlio. Le cause sono differenti così come i rimedi e le cure.