Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Prestazioni
  4. Prima Visita Cardiologica

Prima visita cardiologica

Prima visita cardiologica
Curatore scientifico
Dr. Leon Bertrand
Specialità del contenuto
Cardiologia

In cosa consiste la prima visita cardiologica?

La prima visita cardiologica, nel caso in cui non ci sia una certa gravità, consiste nella raccolta di informazioni legate alle abitudini di vita del paziente. E' importante che il cardiologo sappia se il paziente:

  • fuma
  • ha familiarità con malattie cardiache
  • mangia sano

Lo specialista sottopone poi il paziente ad un elettrocardiogramma.

L'esame cardiaco viene eseguito come parte di un esame fisico o quando un paziente presenta dolore toracico suggestivo di una patologia cardiovascolare. Sarebbe da integrare con altri esami, in particolare con l'esame respiratorio.

Come tutti gli esami medici, l'esame cardiaco segue la struttura standard di ispezione, palpazione e auscultazione.

A cosa serve la prima visita cardiologica?

La prima visita cardiologica è fondamentale per la diagnosi delle patologie cardiache, tra cui:

Per i pazienti senza patologia certa, ma che presentano sintomi quali dolore toracico, affanno, svenimento, capogiri, palpitazioni o astenia, è sempre meglio eseguire una visita di controllo.

Come viene posizionato il paziente durante la visita?

Il paziente viene fatto sdraiare in posizione supina, inclinato a 45°, se lo può tollerare. La testa dovrebbe poggiare su un cuscino e le braccia ai lati. Il livello della pressione venosa della giugulare dovrebbe essere valutato solo in questa posizione, in quanto gli angoli più lisci o più piatti portano rispettivamente a livelli artificialmente elevati o ridotti. Inoltre, l'insufficienza ventricolare sinistra porta ad un edema polmonare che aumenta o può impedire la respirazione se il paziente viene posizionato in modo completamente sdraiato.

L'illuminazione deve essere regolata in modo che non sia oscurata dall'esaminatore che si avvicina dal lato destro del paziente, come è abitudine medica.

Il tronco e il collo devono essere completamente esposti.

Come avviene l’ispezione?

L’ispezione iniziale segue determinati step:

  • particolare attenzione sullo stato di comodità del paziente;
  • ispezione del collo per una maggiore sensibilità alla pressione venosa della giugulare o eventuali pulsazioni anormali;
  • eventuali movimenti anormali, come un rimbalzo della testa.

Ci sono segni specifici associati a malattie cardiache e anomalie; tuttavia, durante l'ispezione, deve essere notato qualsiasi segno cutaneo anomalo.

È utile ispezionare le mani per:

  • valutare la temperatura, descritta come calda o fresca;
  • valutare il turgore della pelle per sondare il livello dell'idratazione;
  • scoprire eventuali noduli di Osler.

È utile ispezionare la testa per:

  • notare se sulle guance sono presenti segni di stenosi mitralica;
  • guardare gli occhi, l'arco corneale e il tessuto circostante per rilevare un eventuale xantelasma;
  • notare se è presente un pallore congiuntivale, un segno tipico che indica anemia.

L’ispezione inoltre dovrà venir fatta anche in bocca per valutare le mucose e constatare l’idratazione; al viso per valutare il pallore o un’eventuale stato di cianosi centrale; ai lobi dell'orecchio per rilevare un eventuale segno di Frank.

il medico passerà quindi a controllare il precordio per:

  • le pulsazioni visibili
  • il battito cardiaco
  • eventuali masse
  • eventuali cicatrici
  • lesioni
  • segni di trauma e chirurgia precedente (ad esempio, sternotomia mediana)
  • se è portatore di pace maker
  • rigonfiamento precordiale

Come si effettua la palpazione?

In primo luogo, si dovrebbe rilevare l'impulso radiale che indica il tasso e il ritmo, poi l'impulso brachiale che ne definisce il carattere e infine l'impulso carotideo di nuovo per il carattere. 

Il ritmo dovrebbe essere valutato come normale, regolarmente irregolare o estremamente irregolare.

I battiti possono essere anche ausculati per altre ragioni, come per rilevare un’insufficienza cardiaca valutando il polso femorale di Traube.

L’apice cardiaco si trova approssimativamente nel quinto spazio intercostale a sinistra nella linea emiclaveare. Può essere impalpabile per una serie di motivi, tra cui l'obesità, un enfisema e raramente la destrocardia. L’apice cardiaco viene valutato per dimensione, ampiezza, posizione, impulso e durata. 

Spesso, il battito cardiaco si sente diffuso su una vasta area, in questo caso, dovrebbe essere descritta la posizione più bassa e laterale in cui si può sentire e la posizione dell'ampiezza più grande.

Infine, l’osso sacro e le caviglie vengono controllati per la presenza di edema causato da insufficienza ventricolare destra in isolamento o come componente di un’insufficienza cardiaca congestizia.

Come avviene l’auscultazione?

Durante l’auscultazione del cuore, il medico valuterà se il battito cardiaco è anomalo o è più forte del solito, la presenza di rigurgito aortico o di stenosi mitrale, la presenza di stenosi aortica o di rigurgito mitrale.

La base dei polmoni dovrebbe essere ausculata per eventuali segni di edema polmonare provocato da una causa cardiaca come crepitii bilaterali basali.

Come si completa la prima visita cardiologica?

Per completare l'esame, deve essere controllata la pressione sanguigna e deve essere effettuato un ECG. È necessario eseguire un esame completo della circolazione periferica.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Elettrocardiogramma
L'elettrocardiogramma (ECG) è il tracciato della frequenza cardiaca ottenuto attraverso l'impiego dell'elettrocardiografo.
MAP test
Il MAP test è il Monitoraggio della Pressione Arteriosa, ovvero un esame per misurare la pressione arteriosa durante l'intera giornata. 
Risonanza magnetica al cuore
La risonanza magnetica al cuore è un sofisticato esame di diagnostica strumentale che, utilizzando la tecnologia RM, permette di studiare...