Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Denti Storti

Denti storti

Denti storti
Curatore scientifico
Dr. Davide Andrea Macario
Specialità del contenuto
Odontoiatria e stomatologia

Cosa sono i denti storti

Una cattiva strutturazione della dentatura può avere effetti negativi su tutto il nostro organismo, soprattutto nel caso in cui non si intervenga in maniera repentina per correggere quelle problematiche legate a denti da latte storti, che potrebbero ripercuotersi negativamente sull'individuo adulto.

I denti storti rappresentano un problema non solamente estetico, nonostante sia ormai accertata una correlazione tra autostima e corretta dentatura. Il disturbo infatti decisamente più grave da un punto di vista fisiologico.

Posizione e curvatura dei denti hanno effetti decisivi non soltanto sulla masticazione, andando a coinvolgere tutta la struttura mandibolare, ma anche sull’igiene orale. Il ridotto spazio interdentale, infatti, può rendere difficile, a volte impossibile, una corretta pulizia e creare le condizioni adatte per lo sviluppo di carie o infiammazioni gengivali.

Non si tratta, insomma, di un problema di poco conto. Anzi, si tratta di una delle problematiche dell’apparato boccale più diffuse sia tra adulti sia tra bambini.

Cause dei denti storti

Le cause dei denti storti possono essere diverse. Il problema, nella maggior parte dei casi, deriva da una mancata correzione dei denti da latte storti. Ma come si verifica una scorretta inclinazione dei denti?

Solitamente vengono identificati due tipi di cause generali:
 
  1. Inadeguata attenzione all’apparato dentale, soprattutto in età infantile.
  2. Fattori legati alla genetica.
 Si tratta, comunque, di una serie di concause che, nella loro totalità, vanno a influire negativamente sul posizionamento dei denti.

Denti storti nei bambini

Nell’età infantile, la dentatura è maggiormente soggetta a modificazioni negative, anche a causa di un comportamento dei bambini non perfettamente in linea con gli standard della salute dentale

È ciò che avviene nei casi di malocclusione o affollamento dentale, oppure in casi di perdita precoce dei denti da latte. Anche il bruxismo (lo sfregamento notturno dei denti) può avere effetti decisivi sulla formazione di denti storti nei bambini.  Le cause, però, possono essere anche genetiche. Ad esempio, si può ereditare una dimensione della mascella troppo piccola, tale da non permettere un corretto incapsulamento dei denti nelle arcate gengivali.

Come detto, anche il comportamento dei bambini ha un effetto sulla riuscita o meno di una perfetta dentatura. I comportamenti errati più comuni sono: 

  1. La spinta della lingua contro i denti.
  2. L'abitudine di succhiare il pollice o di bere dal biberon dopo i trentasei mesi.

Denti storti negli adulti

La persistenza dei denti storti negli adulti può essere un residuo infantile oppure derivare da una serie di patologie che si riscontrano, appunto, in età adulta.

Anche una otturazione mal fatta può provocare un’incrinatura nel dente, così come piorrea e gengiviti influiscono sulla stabilità della radice.

Le cadute o le rotture possono, a causa della mancanza del dente vicino, determinare un allargamento e scivolamento di tutta l’arcata.

Occorre, quindi, prendere tutta una serie di accorgimenti e precauzioni per evitare che piccole cause possano col tempo degenerare in una situazione grave, che necessiti dell’aiuto di uno specialista.

Denti del giudizio storti

Un altro classico problema di stortura dentale che può essere riscontrato in età adulta è quello legato ai denti del giudizio. Questi denti si sviluppano, nella maggior parte dei casi, dopo il periodo adolescenziale. Proprio per questo motivo, c’è la possibilità che i denti del giudizio non abbiano abbastanza spazio per inserirsi nell'arcata nella posizione e nell'inclinazione dovuta.

Spesso, quindi, si verificano situazioni in cui i denti del giudizio finiscono per trovarsi in posizioni del tutto scorrette, causando dolori, malformazione del resto dell’arcata e difficoltà di diverso tipo. Nei casi più gravi, in cui è fin da subito evidente la mancanza dello spazio necessario per il giusto sviluppo, il dentista rimuovere i denti del giudizio.

Apparecchio per denti storti

In presenza di denti storti, si può ricorrere a soluzioni che mirino alla risoluzione del problema, reimpostando un corretto allineamento dei denti di tutta l’arcata. Un risultato che può essere ottenuto grazie all’ausilio di un apparecchio ortodontico.

Ne esistono varie tipologie, con differenti caratteristiche strutturali e gradi di incidenza sul problema:

  • L’apparecchio mobile - Si tratta di strumento poco invadente che si applica sulle arcate dentarie per stabilizzarne la struttura. È un apparecchio trasparente, dalla struttura in plexiglas, che va portato per quasi tutto il giorno, ma che può essere rimosso durante i pasti. Nei più piccoli può aiutare ad allargare il palato, dando la possibilità ai denti di svilupparsi nel modo più corretto.

  • L’apparecchio fisso - È molto più spesso utilizzato per i denti storti degli adulti, che presentano una struttura più resistente. È costituito da attacchi su ogni singolo dente legati e trazionati tra loro attraverso fili metallici. Si tratta di uno strumento molto più invasivo, che richiede lungo tempo d’applicazione, e riesce a dare risultati eccezionali. Negli ultimi tempi si è riusciti a sviluppare apparecchi invisibili, che vengono installati sulla parte interna dell’arcata dentaria, risultando così nascosti e rimediando a quel problema di antiesteticità che caratterizzava i classici apparecchi fissi.

Rimedi senza apparecchio

Che si tratti di un apparecchio mobile o di un apparecchio fisso, questo strumento presenta un certo grado di invasività che difficilmente riesce ad essere sopportato da tutti, visti anche i costi che richiedono. Un apparecchio fisso può arrivare a costare anche 2.000 euro per arcata, mentre il totale della terapia con apparecchio mobile si aggira attorno ai 1.500 euro.

Per questo motivo, si ricercano soluzioni per correggere i denti storti senza apparecchio.

Ma come è possibile raddrizzare i denti storti in età adulta? L’unica soluzione possibile, ad oggi, sembra essere la prevenzione. Evitando di incorrere in tutte quelle abitudini scorrette che abbiamo evidenziato precedentemente, è possibile mantenere una giusta posizione dei denti nelle relative arcate. È il caso di ricordare quanto sia importante evitare le abitudini scorrette soprattutto nei bambini, poiché è fin da piccoli che si costruiscono le basi per una eccellente salute dentale da adulti.

Denti storti dopo l’apparecchio

Dopo la terapia ortodontica, che può durare, nei casi in cui si sia impiantato un apparecchio fisso, anche tre o quattro anni, bisogna prestare un’attenzione enorme per evitare che tutto il lavoro fatto vada perduto. Sono frequenti i casi di pazienti che dopo aver utilizzato l’apparecchio fisso per diversi anni, si ritrovino dopo poco tempo nuovamente con il problema dei denti storti.

Ciò avviene perché i denti tendono a ritornare nella posizione che avevano precedentemente alla trazione. Proprio per questo motivo, il dentista prescrive l’utilizzo di un apparecchio mobile che eviti questo comportamento dell’arcata.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Difficoltà di deglutizione
La difficoltà di deglutizione è una condizione che può essere collegata a disturbi transitori che interessano bocca e gola o può essere p...
Xerostomia (secchezza delle fauci)
La xerostomia, o secchezza delle fauci, è un disturbo spesso comune e transitorio. Talvolta, invece, può avere cause più serie, che vanno...
Denti sporgenti
I denti sporgenti sono causati da una relazione impropria tra i denti e la mascella. Affrontiamo le cause più comuni e i possibili rimedi...