Ecco i rimedi per curare le cuticole infiammate

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 10 Luglio, 2024

Ragazza mette l'olio sulle unghie delle mani con smalto

Le cuticole, le sottili pellicine che circondano le unghie di mani e piedi, hanno una funzione importante nel proteggere le unghie da infezioni e da danneggiamenti esterni

Quando non vengono curate in modo corretto, però, possono diventare causa di problemi e andare incontro a infiammazioni, inestetismi e portare a sintomi come dolore e fastidio.

Vediamo quali sono nel dettaglio le cause delle cuticole infiammate, i rimedi naturali e le forme di prevenzione che si possono adottare per mantenere le unghie in salute.

Cause delle cuticole infiammate

La cuticola è uno strato di pelle trasparente che si trova lungo il bordo inferiore del dito, chiamato letto ungueale. 

La sua funzione principale è proteggere la matrice ungueale, l'area intorno alla cuticola è delicata e può danneggiarsi, diventare secca e infettarsi se non viene mantenuta pulita e curata nel modo giusto.

Comprendere le cause sottostanti delle cuticole infiammate può aiutare a prevenire il problema. In caso di infiammazioni persistenti o ricorrenti, è consigliabile consultare un dermatologo per una valutazione approfondita.

Diverse sono le cause che possono portare all'infiammazione delle cuticole, tra cui:

  • manicure fatta male, di scarsa qualità, con strumenti non adeguati, non sterili, o con tecniche aggressive  può danneggiare le cuticole e favorire l'insorgenza di infezioni;
  • disidratazione cutanea: quando la pelle è secca e disidratata, le cuticole diventano più fragili e soggette a screpolature e infiammazioni; 
  • esposizione prolungata all'acqua, soprattutto se calda: il contatto frequente con l'acqua calda può indebolire le cuticole e renderle più vulnerabili ai danni; 
  • onicofagia (abitudine di mangiarsi le unghie): mordicchiare le unghie o le cuticole può causare traumi e lesioni, aumentando il rischio di infezioni;

undefined

  • carenze vitaminiche nella dieta: una dieta povera di vitamine e minerali essenziali, come la vitamina B e il ferro, può influire sulla salute delle unghie e delle cuticole;
  • problemi di salute come psoriasi e diabete possono rendere la pelle e le cuticole più suscettibili a infiammazioni e infezioni; 
  • fattori ambientali: l'esposizione a condizioni climatiche estreme, come il freddo intenso o l'aria secca, può disidratare le cuticole e renderle più soggette a screpolature e infiammazioni.

Perionissi (paronichia) o cuticole infette: di cosa si tratta

Quando le cuticole si infiammano possono gonfiarsi, arrossarsi e sanguinare, dando origine a una condizione chiamata perionissi o paronichia.

I sintomi di questa condizione possono manifestarsi in diversi modi:

  • arrossamento della pelle intorno all'unghia;
  • sensibilità aumentata;
  • vesciche piene di pus;
  • cambiamenti nella forma, nel colore o nella consistenza dell'unghia;
  • distacco dell'unghia, nei casi più gravi. 

Se non trattata con cura, la perionissi può diventare cronica e causare dolore e fastidi persistenti alle dita.

Come curare le cuticole infiammate con i rimedi naturali

L'area intorno al letto ungueale è molto delicata e le cuticole possono screpolarsi o sfaldarsi a causa di diversi fattori, come la disidratazione, l'esposizione frequente all'acqua o l'uso di prodotti aggressivi. 

Quando le cuticole sono danneggiate, possono diventare dolorose, antiestetiche e più suscettibili alle infezioni.

Per idratare le cuticole screpolate o sfaldate, si possono utilizzare diversi prodotti specifici:

  • oli per cuticole: in genere a base di ingredienti naturali come olio di jojoba o olio di mandorle nutrono e ammorbidiscono le cuticole, prevenendo ulteriori danni; 
  • creme idratanti: ricche di ingredienti come urea, glicerina o acido ialuronico possono aiutare a ripristinare l'idratazione delle cuticole e a prevenirne la secchezza;
  • vaselina: la vaselina è un emolliente che crea una barriera protettiva sulla pelle trattenendo l'umidità e favorendo la guarigione delle cuticole danneggiate. Si consiglia di applicarla sulle cuticole prima di andare a dormire e di indossare dei guanti di cotone per favorirne l'assorbimento durante la notte.

undefined

Se nonostante queste misure le cuticole continuano a screpolarsi o sfaldarsi, o se si osservano segni di infezione come rossore, gonfiore o dolore persistente, è preferibile consultare un dermatologo per una valutazione medica.

In caso di cuticole già danneggiate o infiammate, esistono diversi rimedi naturali che possono aiutare a lenire il fastidio e favorire la guarigione a seconda della gravità dell'infiammazione:

  • per infiammazioni lievi: tornano utili gli oli essenziali come olio di jojoba, olio di mandorle o di lavanda, con proprietà lenitive e idratanti;
  • per casi più "seri": possono aiutare gli impacchi lenitivi con olio d'oliva, ricco di antiossidanti e acidi grassi che nutrono in profondità la pelle e le unghie.

È chiaro che le forme lievi di paronichia possono essere trattate anche a casa, con questi rimedi appena descritti, mentre per i casi più gravi il medico potrebbe ritenere necessario prescrivere un antibiotico o un farmaco antimicotico


Potrebbe interessarti anche:


In caso di perionissi cronica, o di altri disturbi alle unghie, è necessario rivolgersi allo specialista per il trattamento che può gestire al meglio questa condizione.

Prevenzione delle cuticole infiammate

La prevenzione è fondamentale per evitare il problema delle cuticole infiammate.

Ecco alcuni accorgimenti che si possono adottare:

  1. idratazione regolare con creme e oli nutrienti;
  2. affidarsi a professionisti esperti per la manicure, evitando di tagliare o strappare le cuticole in modo autonomo;
  3. proteggere le mani con guanti quando si utilizzano prodotti chimici o si lavano i piatti;
  4. seguire una dieta equilibrata, ricca di vitamine e minerali essenziali;
  5. tenere sotto controllo eventuali problemi di salute che possono influire sulla salute delle cuticole.

Come prendersi cura delle cuticole a casa

Il modo più semplice per prendersi cura delle cuticole a casa è immergere le unghie delle mani o dei piedi in acqua calda e sapone per circa 10 minuti ogni giorno (soprattutto in inverno, senza  però esagerare per evitare di indebolirle). 

Questo aiuta ad ammorbidire le cuticole e a mantenere le unghie pulite. Si può anche applicare un olio per cuticole e una crema per massaggi, idratando regolarmente le cuticole per evitare secchezza e screpolature.

Come rimuovere o tagliare le cuticole in modo sicuro

Evitare di tagliare o strappare le cuticole perché questo può aumentare il rischio di infezioni. 

Per tagliare le cuticole, è importante ammorbidirle prima immergendo le unghie in acqua calda, dopo un bagno o una doccia. Successivamente, si può applicare un prodotto per rimuoverle e, se necessario, una crema idratante. 

undefined

Con uno spingi-cuticole, spingerle con cura all'indietro lungo il letto ungueale rifilando solo la pelle in eccesso e le unghie pendule, senza tagliare l'intera cuticola.

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Stefano Messori
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Unghie

596 articoli pubblicati

a cura di Dr. Stefano Messori
Contenuti correlati