Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. I rischi di infezione associati con il sesso orale

I rischi di infezione associati con il sesso orale

Ultimo aggiornamento – 27 giugno, 2016

Rischi del sesso orale
Indice

La fantasia è una dote spesso persa dagli adulti che, tuttavia, sembrano riacquistarla tra le lenzuola.

Considerato, per molti anni, un vero e proprio tabù, il sesso orale è ormai ampiamente praticato, sia nelle relazioni eterosessuali che in quelle omosessuali, ed è ritenuto una parte piacevole del rapporto sessuale. Inoltre, è stato dimostrato che il sesso orale ha alcuni aspetti positivi:

Bisogna però essere consapevoli del fatto che, il sesso orale, possa mettere a rischio di contrarre infezioni. 

Che cosa si intende per sesso orale?

Possiamo distinguere diverse tipologie di sesso orale, in base alla zona “protagonista”.

  • Cunnilinctus: è la stimolazione orale della vagina e/o la vulva di una donna, e in particolare il suo clitoride, attraverso le labbra e la lingua del partner.
  • Fellatio: è la stimolazione del pene attraverso la bocca del/della partner (sarebbe importante che tutti coloro che praticano sesso orale sapessero che non bisogna mai soffiare, né all’interno della vagina, né nel pene perché è una pratica molto pericolosa).
  • Nippling: consiste nel succhiare o leccare i capezzoli del partner. Essa non comporta quasi alcun rischio di infezione – ad eccezione, molto raramente, della sifilide.
  • Rimming: si tratta del sesso oro-anale, ovvero della stimolazione dell’ano del partner con la lingua o con le labbra. Poiché l’ano non è una zona molto pulita del corpo, non vi è dubbio che il rimming porterà a un trasferimento di germi alla bocca.

Il sesso orale mette a rischio di infezione da HIV?

A causa delle preoccupazioni circa la possibilità di trasmissione del virus HIV attraverso il sesso orale, in Gran Bretagna, il ministero della Sanità ha incaricato un gruppo di esperti per chiarire la questione. Le principali conclusioni sono state:

  • L’HIV può essere trasmesso attraverso il sesso orale, anche se questo non si verifica di frequente.
  • Sia fellatio che e cunnilinctus possono esserne causa di trasmissione.
  • Il sesso orale è certamente molto più sicuro rispetto a sesso anale.
  • Il sesso orale è probabilmente più sicuro rispetto a un rapporto vaginale.
  • Ulcere nella bocca potrebbero aumentare il rischio di infezioni.
  • Il sesso orale è più rischioso rispetto al sesso non penetrativo (ad esempio, masturbazione reciproca, baciare, ecc.).
  • Il rischio si riduce se, durante la fellatio, l’uomo evita l’eiaculazione.
  • Nel caso di cunnilinctus, ci può essere un aumento del rischio di trasmissione se la donna è mestruata.
  • Non ci sono prove che i collutori potrebbero ridurre il rischio di infezione.
  • Utilizzare preservativi o dighe dentali, durante il sesso orale, potrebbe ridursi il rischio di infezione, ma non essere eliminato.
  • Che si parli di HIV, di altri virus o agenti patogeni, è chiaro che i rischi sono da ascriversi a quegli individui portatori del virus, naturalmente è impossibile infettarsi se il partner non ha alcun virus.

Con quali altri germi ci si potrebbe infettare durante il sesso orale?

Se uno dei due partner è infetto, durante il sesso orale, è possibile infettarsi con qualsiasi tipo di malattia sessualmente trasmissibile (MST).

Papilloma Virus

L’attività sessuale orale potrebbe portare a infettarsi con il virus del papilloma umano (HPV) nella zona della gola e, questo potrebbe portare al cancro. Essere vaccinati con anti-HPV dovrebbe ridurre il rischio di contrarre l’HPV attraverso il sesso orale.

Gonorrea

La gonorrea può essere trasmessa alla gola durante il sesso orale. Nella gola, il germe può causare infiammazione, formazione di pus e talvolta dolore.

Sifilide

Le lesioni della sifilide compaiono di solito sui genitali o nell’ano, molto raramente sul capezzolo. Talvolta compaiono sulle labbra o sulla lingua, come risultato del sesso orale.

Clamidia

Chlamydia trachomatis è un batterio sessualmente trasmissibile diventato quasi epidemia tra i giovani, sessualmente attivi, durante i primi anni del 21° secolo.

La clamidia che colonizza la gola, la bocca o il naso, potrebbe causare varie infezioni, in particolare degli occhi. Nel 2010, i medici hanno confermato che il sesso orale potrebbe causare una congiuntivite da Clamidia.

Epatite A

L’epatite A è un’infezione virale comune che può causare, danni epatici, ittero e dolore addominale. Il contagio avviene tramite cibi e bevande contaminate o per contatto diretto (anche sesso orale) con persone infette.

Epatite B

L’epatite B è un’infezione virale. Può causare danni gravi epatici. Più comunemente viene trasmessa da inoculazione di sangue infetto, sperma, feci e saliva.

Epatite C

L’epatite C è un’altra infezione virale trasmessa in modo simile all’epatite B.

Herpes

L’infezione da virus herpes simplex è la causa più comune di ulcerazione genitale. Ci sono due tipi di virus. Il tipo 1 colpisce soprattutto il labbro e causa l’herpes labiale. Il tipo 2 provoca vesciche sui genitali.

L’herpes genitale è caratterizzata da vescicole sia sul pene che sulla vulva. Può anche causare la faringite, una infiammazione della gola con formazione di ulcere. L’HSV è altamente contagiosa e di solito a trasmissione sessuale.

Altre infezioni trasmesse attraverso sesso oro-anale

È chiaro che organismi intestinali pericolosi come Salmonella, Shigella e Campylobacter possono essere trasmessi per contatto oro-anale.

Riduzione del rischio

Evitare il sesso orale sarebbe l’unico modo per prevenire l’infezione orale ma, sembra ovvio, questa non è una cosa attuabile né, tanto meno, controllabile. E’ possibile, tuttavia, seguire delle linee guida per praticare il sesso orale in maggiore sicurezza.

  • Limitare il numero dei partner sessuali
  • Evitare di praticare sesso orale con partner sconosciuti
  • Considerare il rischio che il partner potrebbe avere avuto altri partner sessuali
  • E ‘possibile godere del sesso orale con una qualche forma di barriera protettiva per la fellatio e per il cunnilinctus
Mostra commenti
Quante volte si dovrebbe fare la pipì?
Quante volte si dovrebbe fare la pipì?
Quando la vagina invecchia
Quando la vagina invecchia
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Quelle antiestetiche smagliature
Quelle antiestetiche smagliature