Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Allergie Gravidanza

Cosa fare se una donna allergica a svariate cose si trova in stato interessante?

Salve, sono un soggetto molto allergico (a 4 anni inizio allergie graminacee con episodi di asma, a 12 dermatite atopica, da adulta scoperta intolleranza al lattosio e allergia al nichel). Fino a qualche tempo fa, riuscivo a salvarmi dalle mie allergie (dermatiti, asma e reazioni al palato/lingua), evitando alimenti ricchi di istamina e nichel e con antistaminici. Adesso sono in gravidanza e da quando l'ho scoperto le mie allergie si sono moltiplicate: le dermatiti (atopiche e pruriginose al volto sono sempre presenti) e le reazioni agli alimenti (via via ho reazioni ad alimenti che fino ad ora erano "sicuri", tipo mela e patate). Mi sono rivolta ad un allergologo che mi ha detto che non mi poteva aiutare in nessun modo non potendomi fare al momento le prove cutanee (perchè in stato interessante), ma io adesso non so più cosa fare. Non passo un giorno senza questi numerosi fastidi che temo possano anche danneggiare lo stato della gravidanza ed il bambino. Mi potete dare dei suggerimenti? Come mi devo muovere? Cosa posso fare? Grazie per l'attenzione.

I farmaci per le allergie possono essere utilizzati anche in gravidanza, sotto controllo medico.

Non è necessario effettuare subito test allergometrici di controllo, si possono effettuare con calma a fine gravidanza.

Invece, rivedere la prevenzione verso gli allergeni conosciuti, prendere nota di nuovi stimoli e controllare se correlati con le positività esistenti, sono cose fattibili.

Mi lascia perplesso il fatto che prima della gravidanza si siano effettuate solo prevenzioni, senza affrontare in modo deciso la sintomatologia. Dopo il parto, conviene farti seguire in un centro qualificato.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Maurizio Galimberti
Dr. Maurizio Galimberti
Novara - Via Dante Alighieri 43
Altre risposte di questo specialista
Prurito al naso, tosse e starnuti: di cosa si potrebbe trattare?
Consulta un Allergologo in quanto, questi sintomi sono suggestivi per una componente allergica. Solo dopo un'adeguata valutazione e test relativi sarà possibile dare una giusta...
Allergia a prodotto di bellezza: quali esami effettuare?
Per una corretta diagnosi di allergia alle creme cosmetiche, sono necessari dei test da contatto da impostare dopo avere esaminato la composizione del prodotto sospettato.Va...
Ige totali a 280: cosa potrebbe indicare?
Il livello di IgE di 280 non è particolarmente alto. Per esempio, potrebbe essere un marker di un soggetto fumatore. Ovviamente, non è escludibile una...
Bromelina: si può esserne allergici?
Si può soffrire di allergia alla bromelina, vi sono dei test RAST che ne consentono l'individuazione.In ogni caso, fare dei test di screening da specialista...
Rinite allergica: come si cura?
Se il solo antistaminico non basta, è opportuno assumere altri farmaci che concorrano al controllo della rinite allergica. Sulla base di una valutazione...
Vedi tutte
Risposte simili
Macchie rosse sulla pelle: cosa potrebbero essere?
Una netta positività (12k u/l verso uno degli allergeni ricombinanti più importanti: l'HEV B 1) del lattice di gomma mi porta a consigliarti un...
Muffe dell'aspergillo: quali disturbi causano?
Le muffe della specie dell'aspergillo possono provocare differenti forme di allergie, provocando difficoltà respiratorie, spossatezza, nausea e sintomi simili a quelli...
Allergia agli antibiotici: si può assumere Betametasone?
Tuo figlio dovrebbe associare anche un antistaminico, ma, per prudenza, ti consiglio di farlo sottoporre anche a dei test dermici in ambiente ospedaliero. Così...