Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dicopatia Degenerativa Ernia Discale Come Curarla

Come bisogna comportarsi in caso di discopatia degenerativa?

Sono un uomo e da più di sei mesi soffro di dolori alla gamba sinistra. La risonanza magnetica mostra quanto segu: "discopatia degenerativa con piccola ernia discale postero laterale sx allo spazio l4 l5. Altra discopatia degenerativa caratterizzata da riduzione di segnale e spessore del disco a livello l5-s1 con piccola ernia discale posteriore mediana tendente a dislocatsi caudalmente. Posteriormente al soma di l5 in sede paramediana sx è presente una formazione cistica di circa 9mm di diametro riferibile a probabile cisti radicolare che impronta le strutture radicolari non presentanta enhancement in fase contrastografica". Questo è il reperto cosa mi consigliate? Grazie, cordiali saluti

Ciao, hai fatto molto bene ad eseguire una risonanza magnetica, la quale ha permesso di valutare con cognizione e gravità la tua situazione a livello del rachide lombare. Leggendo il referto del radiologo, la cosa migliore da fare è innanzitutto valutare se si è in una situazione acuta o subacuta, in quanto anche l'approccio del medico e del fisioterapista cambiano in base al momento in cui il paziente giunge davanti a noi.

La cosa fondamentale è capire se il dolore alla gamba è imputabile alla compressione e alla problematica a livello della schiena oppure è dato da uno squilibrio miofasciale delle strutture della zona glutea e della coscia.

Una volta eseguita questa distinzione, è bene effettuare innanzitutto un trattamento farmacologico adeguato in modo da ridurre l'edema che avvolge l'ernia discale e ridurre il tono muscolare alterato nella zona lombare e pelvica; una volta eseguito questo è estremamente importante iniziare a fare della fisioterapia in grado di riequilibrare l'assetto muscolare e, cosa più importante, iniziare un ciclo di ginnastica posturale, in grado di "dare respiro" a quelle strutture sotto pressione e allungare tutta la colonna.

Può essere d'aiuto anche l'utilizzo di alcuni mezzi fisici come laser, tecar, nonostante questi siano un coadiuvante alla problematica.

Qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Daniel Di Segni
Dr. Daniel Di Segni
Roma - Via Capo d'Africa, 31, Roma, RM, Italia
Altre risposte di questo specialista
Dolore dorsale: che terapia seguire?
Gentile paziente, mi rincresce la tua situazione. Il quadro da te descritto mi viene da pensare sia da attribuire o a qualche disfunzione delle faccette...
Diatermia: cos'è?
Gentile utente, la diatermia da contatto è un mezzo fisico utilizzato in fisioterapia con innumerevoli campi di utilizzo. Nasce per la medicina estetica come mezzo...
Dolore lombare: a chi rivolgersi?
Gentile signora, innanzitutto sono vari i parametri da valutare quando è presente un dolore a livello lombare. Logicamente, una problematica a livello psicologico può non...
Dolore al braccio destro: cosa potrebbe essere?
Gentile utente, da come mi descrivi tu il problema, sicuramente è necessario valutare alcuni parametri per poter diagnosticare una cosa rispetto ad un'altra. Un dolore che...
Periartrite al braccio destro: cosa fare?
Gentilissima paziente, seppur i problemi sembrano essere distanti tra loro, sono tutti legati da un'unica cosa: lo squilibrio. Questo squilibrio muscolare è dato innanzitutto da...
Vedi tutte
Risposte simili
Osteopenia e osteoporosi: cosa fare?
Buonasera,il risultato della densitometria indica che hai un'osteopenia al femore e osteoporosi alla colonna.Se non hai precedenti di trombosi venosa profonda e...
Cervicale: che cura seguire?
La cervicale può dipendere da tante cause: tra le più frequenti soprattutto tra i giovani ci sono le protrusioni discali, negli anziani invece...
Spalla in avanti e scapola in fuori: è scoliosi?
La scapola in fuori non è necessariamente solo sintomo di scoliosi. Ha ragione il tuo medico. Fai una visita fisiatrica. ...