Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Il Collutorio Macchia I Denti

Usando il collutorio, c'è il rischio di macchiare i denti?

Ho iniziato ad utilizzare il collutorio per migliorare la mia igiene dentale. Mi chiedevo però se con il suo utilizzo esiste il rischio di macchiare i denti. In questo caso, quali accorgimenti è bene seguire per evitare il problema?

Tieni presente che solo la Clorexidina, contenuta in parecchi collutori disinfettanti, può colorare la placca batterica, ma non direttamente i denti.

La placca sui denti infatti si colora con la Clorexidina dove non viene rimossa, ma si colora anche la lingua. Ciò avviene quando la Clorexidina viene usata per oltre 10 giorni e l'effetto è più visibile con le concentrazioni da 0,20% che con quelle più basse da 0,12 o 0,05%.

Gli altri collutori invece non macchiano i denti neanche dopo 10 giorni di uso continuato ed alcuni di questi sono molto efficaci.

Ti consiglio comunque di non usare continuativamente qualunque tipo disinfettante, soprattutto se con alcol.
È bene preferire in ogni caso quelli senza alcol, meglio se senza coloranti. I collutori possono contenere altre sostanze oltre ai disinfettanti o solo sostanze diverse, con varie funzioni ad esempio contro la carie o l’alito cattivo.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Gaetano Ledda
Dr. Gaetano Ledda
Milano - via Edmondo De Amicis, 28
Risposte simili
Sbiancamento dentale: meglio con il laser o con i gel sbiancanti?
Nella tua scelta devi tenere conto che lo sbiancamento col laser non è fatto dal laser in se, bensì avviene per mezzo dalle sostanze sbiancanti...
Faccette in ceramica: quando sono consigliate?
Le faccette in ceramica sono consigliate quando esiste ancora una buona struttura dentale di supporto ed i problemi si limitano alla zona anteriore del dente....
Invisalign: quali linee guida è opportuno osservare per un buon trattamento?
Anzitutto non devi pretendere che Invisalign sposti le radici dei denti più di una quantità minima e che agisca su denti piccoli. Sappi che non...
Altre risposte di questo specialista
Gengive gonfie: cosa fare?
Gentile Signora, molto probabilmente il problema è strettamente correlato alla presenza di tartaro sia a livello sopragengivale che sottogengivale. Quindi...
Estrazioni dentarie: si può assumere il Luvion?
Il Luvion è un farmaco risparmiatore di potassio, antagonista dell'aldosterone. Agisce favorendo l'eliminazione di sodio ed acqua, limitando l'escrezione di potassio.Trova...
Trapianto osseo: quali tipi di innesti si possono operare?
Considera che il materiale da innesto elettivo è rappresentato dall'osso autologo da sede intraorale, sia per la medesima derivazione embriogenetica che per la presenza del...
Fluoro: quali effetti ha sull'igiene dentale?
Quando si parla di fluoro in odontoiatria si intendono i sali di fluoro, i cosiddetti fluoruri, che svolgono un'azione protettiva contro la carie dentaria. I...
Arrossamento gengivale e bruciore: cosa fare?
Da quello che mi descrivi potrei dire che si tratta di una fistola gengivale derivante da un ascesso periapicale, un'infiammazione cioè che si sviluppa attorno...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Gengive gonfie: cosa fare?
Gentile Signora, molto probabilmente il problema è strettamente correlato alla presenza di tartaro sia a livello sopragengivale che sottogengivale. Quindi...
Estrazioni dentarie: si può assumere il Luvion?
Il Luvion è un farmaco risparmiatore di potassio, antagonista dell'aldosterone. Agisce favorendo l'eliminazione di sodio ed acqua, limitando l'escrezione di potassio.Trova...
Trapianto osseo: quali tipi di innesti si possono operare?
Considera che il materiale da innesto elettivo è rappresentato dall'osso autologo da sede intraorale, sia per la medesima derivazione embriogenetica che per la presenza del...
Fluoro: quali effetti ha sull'igiene dentale?
Quando si parla di fluoro in odontoiatria si intendono i sali di fluoro, i cosiddetti fluoruri, che svolgono un'azione protettiva contro la carie dentaria. I...
Arrossamento gengivale e bruciore: cosa fare?
Da quello che mi descrivi potrei dire che si tratta di una fistola gengivale derivante da un ascesso periapicale, un'infiammazione cioè che si sviluppa attorno...
Vedi tutte