Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Prurito Scroto

Come curare il prurito allo scroto?

Salve, ho 45 anni e da 2 anni ho un insistente prurito allo scroto; dopo i primi 6 mesi, ho deciso di farmi visitare dal medico di famiglia il quale mi ha consigliato di cambiare sapone intimo e di provare a cambiare tessuto degli slip. Passato svariato tempo, ritorno dallo stesso che mi consiglia di andare da un dermatologo. Dopo la visita, mi viene detto che la mia è una situazione abbastanza comune e la soluzione è semplice, evitare frequenti lavaggi alle parti intime, limitare l'uso del sapone a una volta al giorno e utilizzare una crema. Svariati mesi dopo, vedendo che nulla era cambiato, ritorno dal dermatologo che cambia la crema e mi consiglia una visita andrologica. L'andrologo mi cambia ulteriormente crema dicendomi che quella che mi prescrive è più potente e che nel giro di poco tempo mi sarebbe passato questo fastidioso prurito. Tra tutte le creme che mi sono state prescritte solo quelle cortisoniche mi hanno dato un po' di tregua, ma dopo tutto riprendeva come nulla fosse. I miei sintomi sono: forte prurito, specialmente alla sera quando torno dal lavoro; in estate, sembra che il prurito si intensifichi (durante il sonno continuo a grattarmi) e più mi gratto più provo sollievo, ma più viene da grattarmi; quando mi gratto, sembra quasi che la sensazione venga da dentro e non da fuori come un normale prurito o come potrebbe essere anche una puntura di zanzara; quando mi gratto, identifico dei punti nevralgici dove sento uno stimolo di pizzicore e non solo di prurito; ho notato che la pelle dello scroto, specialmente in alcuni punti, è diventata più spessa e dura (sembra tipo corteccia di un albero). Spero che possiate consigliarmi una cura che mi permetta di tornare a vivere la vita di prima, sana e senza disturbi. Sarà possibile oppure dovrò imparare a convivere con questi pruriti? Grazie.

Le terapie che ti hanno prescritto i colleghi non sono sbagliate, ma se non hanno risolto il problema, credo che debba effettuare degli esami di approfondimento, come degli esami del sangue e delle feci per escludere una parassitosi intestinale il cui sintomo è proprio il prurito scrotale.

Il prurito sine materia, cioè non associato a segni di dermatite sulla pelle, va indagato a fondo per escludere cause di origine internistica. Patologie epatiche possono essere una delle tante cause di prurito. Per prima cosa, ti consiglierei un controllo di: AST, ALT, AP ed un dosaggio dei sali biliari, un'ecografia epatica.

Escluse patologie a carico del fegato, va valutata la funzionalità tiroidea, T3, T4, TSH, glicemia, funzionalità renale, emocromo completo, sideremia, azotemia, esame urine, creatininemia ed infine un esame parassitologico feci (ripetuto 3 volte a giorni alterni).
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Chiara Bonatti
Dr.ssa Chiara Bonatti
Milano - Corso di Porta Nuova, 15, Milano, MI, Italia
Risposte simili
Varicocele: come si effettua la diagnosi?
Il varicocele è raro nei bambini d’età inferiore ai 10 anni, mentre, alla fine dell’adolescenza, compare in 15 ragazzi su 100. Si può manifestare...
Ipospadia: che cos'è e come viene trattata?
L'ipospadia è una malformazione congenita in cui il meato dell’uretra non sbocca al vertice del pene, ma in un punto qualunque della...
Criptorchidismo: che cos'è e come si interviene?
Il criptorchidismo è la mancata presenza di uno o di entrambi i testicoli nello scroto, non comporta dolore, il bambino non si lamenta...
Altre risposte di questo specialista
Ferita da caduta: cosa applicarci sopra?
Prima di tutto, bisogna pulirla bene altrimenti possono rimanere nella pelle micro particelle di asfalto, creando una specie di tatuaggio. Poi, consiglio di applicare una...
Siliconi e petrolati: impediscono l'assorbimento dei principi attivi da parte della pelle?
No, non è così. I siliconi e i petrolati servono a dare fluidità alle creme, sono inerti sia nella crema che sulla pelle. Spesso, sono...
Brufolo sui testicoli: cosa fare?
Magari non è un brufolo, ci sono varie patologie genitali che sembrano brufoli, ma che non lo sono, per esempio i molluschi contagiosi....
Verruche del viso: come eliminarle?
Bisognerebbe controllare il sistema immunitario per vedere perché queste verruche piane continuano a recidivare. Basta un semplice esame del sangue. Inoltre, esistono gel...
Escrescenze bianche dopo bruciatura condilomi: è normale?
Sì, potrebbero essere delle recidive di condilomi, essendo un’infezione virale, è difficile da guarire con una sola seduta terapeutica. Ti consiglio un controllo dermatologico...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Ferita da caduta: cosa applicarci sopra?
Prima di tutto, bisogna pulirla bene altrimenti possono rimanere nella pelle micro particelle di asfalto, creando una specie di tatuaggio. Poi, consiglio di applicare una...
Siliconi e petrolati: impediscono l'assorbimento dei principi attivi da parte della pelle?
No, non è così. I siliconi e i petrolati servono a dare fluidità alle creme, sono inerti sia nella crema che sulla pelle. Spesso, sono...
Brufolo sui testicoli: cosa fare?
Magari non è un brufolo, ci sono varie patologie genitali che sembrano brufoli, ma che non lo sono, per esempio i molluschi contagiosi....
Verruche del viso: come eliminarle?
Bisognerebbe controllare il sistema immunitario per vedere perché queste verruche piane continuano a recidivare. Basta un semplice esame del sangue. Inoltre, esistono gel...
Escrescenze bianche dopo bruciatura condilomi: è normale?
Sì, potrebbero essere delle recidive di condilomi, essendo un’infezione virale, è difficile da guarire con una sola seduta terapeutica. Ti consiglio un controllo dermatologico...
Vedi tutte