Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Sostituzione Cristallino

Per preservare il cristallino che dieta bisogna seguire?

Quali sono i cibi che ritardano l'intervento della sostituzione del cristallino?

Sempre piú numerosi sono gli studi che dimostrano la relazione tra alimentazione e prevenzione di alcune patologie oculari degenerative legate all'invecchiamento. Secondo la letteratura, le molecole coinvolte nel mantenimento dell'efficienza dell'apparato visivo sono le seguenti:

  • nitrati: una dieta ricca di nitrati, naturalmente presenti in tutte le verdure e soprattutto in quelle a foglia verde, sarebbe efficace per la protezione del nervo ottico e quindi anche nella prevenzione del rischio di sviluppare glaucoma primario, patologia piuttosto frequente e dall'esordio spesso asintomatico; 
  • Vitamina E: contenuta soprattutto in spinaci, broccoli, noci, mandorle. L'effetto è la riduzione del rischio di sviluppare cataratta (in pratica, un processo di opacizzazione del cristallino);
  • antociani: presenti soprattutto nel ribes nero e nel mirtillo nero, che eserciterebbero azioni benefiche sul microcircolo;
  • luteina, zeaxantina e meso-zeaxantina: tutti carotenoidi, essenziali per la corretta funzionalità visiva. La luteina è contenuta in frutta e verdura giallo-arancio, nella verdura a foglie verdi e nel tuorlo dell’uovo. Queste molecole si comportano da antiossidanti, modulando i meccanismi difensivi e i sistemi di riparazione della retina che, a causa dell’elevato contenuto di grassi polinsaturi e ossigeno, è potenzialmente suscettibile all’ossidazione durante la vita;
  • omega 3: presenti in pesci grassi, frutta secca, semi di lino, legumi e soia, cereali integrali, utili nella prevenzione della degenerazione maculare legata all'invecchiamento;
  • vitamina A: responsabile della visione crepuscolare (la sua carenza infatti si associa a cecità notturna oltre che a secchezza oculare), contenuta in fegato, latticini, uova, pesce; frutta e verdura di colore giallo-arancio apportano dei precursori della vitamina che vengono trasformati a livello dell’organismo;
  • Vitamina B2: contenuta in alimenti di origine animale, ma anche in cereali, legumi e verdure a foglia verde, la cui carenza può provocare congiuntivite e opacizzazione del cristallino;
  • zinco: presente in molti alimenti e soprattutto nelle carni rosse, è determinante per la funzione visiva: l’apporto inadeguato con la dieta comporta disturbi dell’adattamento all’oscurità.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Eleonora Iorio
Dr.ssa Eleonora Iorio
(0)
Campobasso - Via Martiri della Resistenza, 34
Altre risposte di questo specialista
Steatosi epatica: quale dieta seguire?
Gentile utente, impostare un piano alimentare che tenga in considerazione la tua anamnesi patologica è possibile solo dopo attenta valutazione clinica. Quello che posso darti...
Dieta ingrassante: cosa mangiare?
Gentile utente, innanzitutto bisognerebbe capire la causa di questo dimagrimento eccessivo. Se all'origine è presente un quadro patologico, come una sindrome da malassorbimento o un...
Mancamenti: possono essere causati dall'alimentazione?
Gentile utente, dal quadro che mi hai descritto, ritengo che sia fondamentale effettuare una serie di indagini mediche, strumentali e di laboratorio per escludere alcune...
Forskolin: perchè non fa dimagrire?
Gentile utente, a mio parere, l'aumento di peso è legato a diversi fattori: innanzitutto, il principio attivo forskolina non è...
Uricemia alta: che dieta è meglio seguire?
Gentile utente, non esiste evidenza scientifica che vieti il consumo di cereali integrali in presenza di iperuricemia. Gli unici alimenti da evitare...
Vedi tutte
Risposte simili
Ingrassare: come fare?
Una soluzione potrebbe essere aumentare il numero di pasti nella giornata e la quantità delle porzioni in modo proporzionato. Questo a...
Anfetamine per persona obesa: consigli?
Le anfetamine sono farmaci ritenuti miracolosi nella perdita di peso; allo stesso tempo, però, sono molto pericolose per la salute. Consiglio alla tua amica...
Calcoli al fegato: quale dieta seguire?
La dieta di chi come te soffre di calcolosi al fegato deve essere corretta e bilanciata, come per gli individui sani. Le uniche accortezze che...