Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Tagli Sulla Lingua Linfonodi Ingrossati

Cosa fare in caso di tagli sulla lingua e linfonodi ingrossati?

Ho 15 anni ed è da un anno che mi si sono presentati dei tagli sulla lingua abbastanza profondi. Prima che mi si presentassero, non avevo problemi a mangiare tutti i tipi di cibi. Ora mi trovo a non poter mangiare molti alimenti, ad esempio il pomodoro, le noci, il latte perchè mi fanno gonfiare la lingua. Prima di aver questi tagli sulla lingua mi si sono ingrossati lievemente i linfonodi del collo. Sono stata in cura tantissimo tempo in vari ospedali, ma nessuno sapeva darmi una soluzione, ho provato tantissimi antibiotici e nessuno di questi ha risolto nulla. Poi ho conosciuto un medico che mi ha somministrato 0.5 g di cortisone ogni giorno per un periodo determinato e i linfonodi si sono sgonfiati completamente, quando però poi ho smesso di prenderlo questi si sono rigonfiati. Ora sono meno gonfi del solito da ormai un mesetto, ma la lingua continua ad essere quella e sono sicura che mi sta portando anche diverse infezioni perchè lo sento. Cosa fare?

La lingua fissurata, detta anche scrotale, è una condizione frequente di cui non si conosce la causa. Non sembra, tuttavia, collegata né a carenze vitaminiche né ad allergie né a particolari patologie del tratto gastro-enterico.
I cibi piccanti e/o acidi danno fastidio e irritano la sottomucosa e questo potrebbe spiegare il fastidio causato dal pomodoro.
Da indagare, secondo il mio parere, il ruolo della noce e soprattutto del latte. Infatti, in un discreto numero di pazienti che non tollerano il lattosio, possono comparire disturbi non tipici quali il dolore addominale e la diarrea.
Ti consiglio di effettuare un test per l'intolleranza al lattosio.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Giuseppe Pingitore
Dr. Giuseppe Pingitore
Roma - Via Mura dei Francesi, 153-161, Ciampino
Altre risposte di questo specialista
Allergia stagionale: come va trattata?
La terapia dell'allergia stagionale, se limitata all'interessamento di naso e occhi, si basa sull'uso di antistaminici per via orale e/o locale (sia per...
Allergia alla parvalbumina: quale esame effettuare?
Potresti fare un esame molecolare con dosaggio di IgE contro Der p 10 o Pen a 1. Tuttavia, trattandosi di disturbi gastrointestinali (esofagite eosinofila?),...
Rinite allergica: quale antistaminico assumere in gravidanza
Gli antistaminici di seconda generazione, caratterizzati da assenza di effetti collaterali quali sedazione e sonnolenza, possono essere assunti in gravidanza. Esiste anche...
Antistaminico: per quanto tempo si può assumere?
Se necessario, anche per molti mesi; sono farmaci molto ben tollerati e, soprattutto i più recenti, privi di effetti collaterali quali sonnolenza, stanchezza, interferenza...
Allergia al pelo del cane: come si manifesta?
L'allergia verso un allergene inalante, esempio anche il cane, può presentarsi nel corso della vita. Mi sembra strano che tu sia allergico al cane...
Vedi tutte
Risposte simili
Macchie rosse sulla pelle: cosa potrebbero essere?
Una netta positività (12k u/l verso uno degli allergeni ricombinanti più importanti: l'HEV B 1) del lattice di gomma mi portano a consigliarti un...
Muffe dell'aspergillo: quali disturbi causano?
Le muffe della specie dell'aspergillo possono provocare differenti forme di allergie, provocando difficoltà respiratorie, spossatezza, nausea e sintomi simili a quelli influenzali....
Allergia agli antibiotici: si può assumere Betametasone?
Tuo figlio dovrebbe associare anche un antistaminico, ma per prudenza ti consiglio di farlo sottoporre anche a dei test dermici in ambiente ospedaliero. Così facendo,...