icon/back Indietro Esplora per argomento

Come cucinare la quinoa: ricette e consigli

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 06 Febbraio, 2024

Quinoa al naturale in una ciotola

Cos'è la quinoa e come si utilizza in cucina? Quali sono le sue proprietà e quali i diversi modi di prepararla

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla cottura della quinoa.

Cos'è e come si cucina la quinoa

Pur essendo un alimento sempre più diffuso sulle nostre tavole, grazie ai notevoli benefici che apporta alla salute dell'organismo, la cottura della quinoa genere sempre qualche perplessità. 

Sebbene venga generalmente assimilata a cereali come l'orzo o il farro, in realtà essa è un falso cereale, o pseudo cereale, in quanto si tratta più propriamente di una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae

Dalla pianta della quinoa si ricavano dei piccoli semi di colore bianco, rosso o nero i quali, oltre ad essere consumati interi, possono anche essere macinati in modo da ricavarne una farina dall'alto valore proteico.

La quinoa è originaria delle regioni andine, infatti era già conosciuta e coltivata dagli Inca, in virtù della sua resistenza all'altitudine e al suo apporto nutritivo. 

Attualmente in natura si contano più di 200 varietà di questo pseudo cereale, tuttavia quella più utilizzata in ambito culinario è la quinoa "Real", che si distingue per la scarsa quantità di saponine contenute al suo interno.

Viste le numerose proprietà benefiche per la salute, e il suo buon apporto nutritivo, questo pseudocereale è un alimento sempre più utilizzato, soprattutto da chi osserva una dieta vegetariana o vegana, ma come si prepara la quinoa bollita

Ecco il procedimento passo dopo passo:

  • la quinoa, non essendo un cereale vero e proprio, ma un falso cereale, non ha bisogno di essere tenuta in ammollo, tuttavia i suoi semi vanno lavati sotto l'acqua corrente. Questo procedimento è necessario in quanto serve a eliminare la saponina, ovvero una sostanza che, seppur non sia tossica o pericolosa per la salute, può rilasciare alle pietanze una nota amara sgradevole;
  • cuocere la quinoa somiglia alla preparazione del riso, infatti bisogna calcolare una proporzione di circa due parti di liquido per ogni parte di cereale;
  • porre a bollore dell'acqua seguendo il rapporto proporzionale consigliato, poi versare la quinoa e, da quando comincia l'ebollizione, contare circa 10- 12 minuti di cottura;
  • eventualmente al posto dell'acqua è possibile usare il latte, il brodo o un altro liquido;
  • trascorso questo tempo il liquido dovrebbe essere stato completamente assorbito. Per capire se la quinoa è cotta basterà osservarne i chicchi: se sono traslucidi, allora vuol dire è cotta alla perfezione;
  • il procedimento per cuocere la quinoa è molto semplice, tuttavia per conferirle un po' di sapore e croccantezza in più, dopo la cottura nel liquido è anche possibile spadellarla velocemente in padella con un filo d'olio e spezie varie.

Come cuocere la quinoa al vapore o al microonde

La quinoa cotta all'interno di un liquido segue lo stesso procedimento della pasta o del riso, ma esistono altre tecniche di cottura che è possibile utilizzare per rendere questo pseudocereale più gustoso o più veloce da cucinare? 

Ecco come preparare la quinoa utilizzando due modalità di cottura differenti:

Quinoa al vapore

Per cuocere la quinoa al vapore, sciacquare i chicchi sotto il getto d'acqua corrente e sistemarli all'interno di un cestello forato. Poi, riempire la pentola a vapore con altra acqua e metterla sul fuoco. Appena raggiunge l'ebollizione, abbassare la fiamma al minimo e posizionare il cestello forato. In questo caso il tempo di cottura è di circa 20 minuti.

Quinoa al microonde

Dopo averla lavato i chicchi di quinoa sotto l'acqua corrente, porli in un contenitore adatto alla cottura a microonde. Insieme ai semi aggiungere due bicchieri d'acqua, tenendo presente che la capacità del contenitore dovrà essere di almeno un litro affinché la quinoa possa cuocere correttamente.

Coprire il recipiente con un coperchio e lasciare cucinare per circa 3 minuti. Estrarre il contenitore, mescolare e aspettare almeno un minuto prima di tornare a riscaldarla nel forno a microonde per altri 3 minuti. Se la quinoa comincia ad attaccarsi, allora vorrà dire che è pronta. 

Se così non fosse, aggiungere altri due cucchiai abbondanti di acqua e lasciare in forno ancora per un altro minuto. Lasciar riposare i chicchi per qualche altro minuto in modo che essi finiscano di assorbire tutto il liquido.

Perché cucinare la quinoa: le proprietà di questo alimento

La quinoa è uno pseudo cereale che si caratterizza per le sue notevoli proprietà benefiche. Essa contiene, infatti, tutti e nove gli aminoacidi essenziali, fra cui l'importantissima lisina e la metionina

Contiene all'incirca le stesse calorie degli altri cereali, ovvero 360 per 100 grammi, tuttavia è considerata più digeribile e leggera.


Potrebbe interessarti anche:


La quinoa, inoltre, contiene un buon quantitativo di fibre, che la rendono ideale per tutti coloro che sono a dieta o che soffrono di stitichezza, mentre notevoli sono anche i livelli di sali minerali, in particolare di magnesio, sodiofosforoferrozinco

La quinoa apporta vitamine del gruppo B, vitamina C ed E, inoltre, a differenza di altri cereali, non contiene glutine, il che la rende l'ideale da essere consumata anche per le persone celiache.

Come cucinare la quinoa: 3 ricette da provare

Una volta capito il procedimento, come cucinare la quinoa bianca per renderla veramente gustosa

Ecco tre ricette facili da provare assolutamente:

Quinoa con verdure

undefined

Ingredienti:

  • 200 grammi di quinoa
  • 70 grammi di peperoni rossi
  • 70 grammi di peperoni gialli
  • 150 grammi di zucchine
  • 100 grammi di cipolla
  • 400 ml di acqua
  • menta fresca q.b.

Cominciare pulendo le cipolle, tagliandole a metà e quindi a fettine sottili. Tagliare a metà anche il peperone rosso e quello giallo, raschiare via i semini interni, poi ridurlo a dadini, così come le zucchine

Scaldare un filo d’olio in un tegame e aggiungere per prime le cipolle. Lasciarle stufare lentamente, sfumando con un po’ di acqua e, quando cominciano a dorare, aggiungere i peperoni.

Amalgamare e cuocere un paio di minuti, prima di aggiungere le zucchine. Cuocere il tutto ancora 5 minuti, regolando di sale e di pepe. Sciacquare la quinoa per eliminare lo strato di saponina che costituisce la patina esterna, quindi scaldare un filo d’olio sul fondo di un tegame e versarvi la quinoa per tostarla.

Mescolare con un cucchiaio di legno per non farla attaccare, regolare di sale e coprire con la restante acqua: il suo volume dovrà essere il doppio di quello della quinoa. 

Appena i semini si apriranno a fiore e l’acqua sarà stata assorbita, la quinoa sarà pronta: unirla alle verdure, amalgamare e saltare un minutino per legare i sapori, quindi concludere con una manciata di foglioline di menta per dare profumo al piatto.

Polpette di quinoa

undefined

Ingredienti:

  • 150 grammi di quinoa
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 uovo
  • 40 grammi di formaggio
  • pangrattato
  • sale e pepe q.b.

Sciacquare la quinoa sotto l'acqua, poi metterla in una pentola con l'acqua, calcolando il doppio del peso della quinoa. Far cuocere per 12-15 minuti dal bollore

Nel frattempo lavare e sbucciare la carota e la patata, poi grattugiarle. Traferire la quinoa in una ciotola, farla raffreddare epoi aggiungere le verdure, il formaggio tagliato alla julienne, un uovo, sale, pepe e basilico. Impastare come fosse un normale impasto per polpette, poi ricavare delle palline d'impasto e passarle nel pangrattato

Poggiarle su una teglia rivestita di carta forno, cospargere con un filo d'olio e cuocere in forno a 180° per 20 minuti.

Tortini di quinoa

undefined

Ingredienti:

  • 150 grammi di quinoa
  • 2 zucchine
  • 1 scorza di limone grattugiata
  • 50 grammi di formaggo grattugiato
  • 1 uovo
  • q.b. di zenzero fresco
  • q.b. di sale e olio

Mettere la quinoa in uno scolapasta e lavarla molto bene sotto l’acqua fredda del rubinetto per eliminare la saponina presente. Prendere una pentola di grandi dimensioni e cuocere la quinoa in acqua poco salata per circa 10 minuti. La quantità dell'acqua dovrà essere due volte quella della quinoa. Spegnere e lasciare nella pentola per altri 5 minuti, poi scolarla e metterla in una ciotola di medie dimensioni a parte.

Grattugiare le zucchine alla julienne e passarle velocemente in padella con un filo di olio, sale e zenzero. Aggiungere questo composto alla quinoa, poi unire l'uovo, la scorza di limone, il formaggio grattugiate un pizzico di sale. Mescolare bene fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. 

Lasciare riposare il composto per qualche minuti e, aiutandosi con un coppapasta, uno stampino per biscotti o un bicchiere, formare delle piccole tortine

Rivestire una teglia con carta forno, appoggiarvi i tortini e cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti.

Condividi
Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Ricette

839 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Piatto di pasta al pomodoro
Pasta scaduta: si può mangiare oppure no?

La pasta scaduta si può ancora mangiare oppure è meglio di no? Scopriamo quando la pasta è ancora commestibile e quando, invece, è meglio buttarla via.

La cicuta
10 piante velenose ed erbe tossiche da conoscere

Quali sono le piante velenose più diffuse in Italia? E come riconoscere le erbe tossiche da quelle sicure? Andiamo alla scoperta delle specie più pericolose.

icon/chat