Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Mielina

Mielina

Mielina
Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Neurologia

Qual è la funzione della mielina?

La mielina è una sostanza grassa che circonda le fibre nervose e serve ad aumentare la velocità della comunicazione elettrica tra i neuroni. Sebbene la funzione della mielina sia rimasta un mistero per molti anni, oggi gli scienziati stanno sfruttando la loro conoscenza su questa sostanza isolante per dare luogo a strategie per riparare e proteggere la mielina in malattie in cui essa viene compromessa, come per la sclerosi multipla.

Tutte le attività intraprese dalle persone come camminare, parlare e mangiare, sono controllate dal cervello, che riceve informazioni attraverso i cinque sensi, le processa e poi dà istruzioni ai muscoli di compiere le azioni. Tutte le informazioni che passano dal e al corpo vengono trasmesse in modo simultaneo e veloce. Questo viene ottenuto tramite il tessuto del sistema nervoso, che agisce come un complesso di fili elettrici.

La mielina è un materiale tipo guaina che forma uno strato isolante e protettivo attorno alle fibre nervose. La mielina è essenziale per il normale funzionamento del sistema nervoso. La guiana mielinica si interrompe a intervali regolari cosi detti "nodi di Ranvier",permettendo per mezzo di un meccanismo a salti la prpagazione del segnale elettrico molto piu rapidamente (fino a 150m/s).

Le cellule nervose sono costituite da un corpo cellulare e una fibra nervosa chiamata assone, responsabile della trasmissione degli impulsi elettrici dal corpo cellulare ai neuroni, alle ghiandole e ai muscoli. Le cellule di schwann, che hanno una funzione simile agli oligodendrociti, rivestono gli assoni dei neuroni con uno strato di mielina.

Mielina e alimentazione

Alcuni cibi contengono gli elementi costitutivi che il corpo utilizza per la produzione di mielina, che promuove una funzione nervosa ottimale e una guarigione più veloce dei nervi danneggiati.

  • la colina, un membro della famiglia del complesso della vitamina B, è un componente della mielina. L’assunzione di integratori a base di colina o di cibi che contengono questa sostanza supportano la produzione di mielina. La colina è un nutriente essenziale che promuove la rigenerazione del nervo sciatico. I cibi ad alto contenuto di colina sono: uova, parti grasse della carne, noci, semi di sesamo, semi di lino, avena;

  • olio di pesce, che contiene grandi quantità di acidi grassi essenziali che vengono utilizzati nella produzione della melanina. Le membrane ha delle cellule che contengono questi acidi grassi tendono ad essere più fluide, cosa che migliora l'efficienza della conduzione degli impulsi nervosi;

  • lectina, conosciuta come fosfatidilcolina, è una sostanza grassa composta da colina acidi grassi e altre molecole lipidiche. Essa è importante per la trasmissione nervosa, e può funzionare come fonte di colina per la produzione della mielina. I cibi che contengono lectina sono: tuorlo, semi di soia, germe di grano, fegato, cavolini di Bruxelles, burro d’arachidi e cioccolato;

  • vitamina b12, necessaria per la sintesi della mielina. I cibi che contengono questa vitamina sono: uova, pesci con guscio, carne, pollame, cibi fortificati.

Cosa accade quando la mielina è danneggiata?

La mielinizzazione difettosa di un nervo è la causa principale di a malattie neurologiche. Con il termine demielinizzazione ci si riferisce alla lesione e alla perdita di guaina mielinica che circonda i nervi. La demielinizzazione può accadere a causa di infiammazione, di fattori metabolici o genetici e, qualunque sia la causa, la perdita di mielina porta alla disfunzione nervosa e all blocco o al rallentamento della conduzione nervosa tra il cervello e il resto del corpo.

Una delle malattie più conosciute causate dalla demielinizzazione è la sclerosi multipla, una malattia autoimmune per cui le lesioni demielinizzanti del sistema nervoso centrale si verificano nel cervello, causando sintomi di dolore, disfunzione cognitiva e motoria, e disturbi visivi.

La maggior parte dei pazienti (circa l’80%) sviluppano SM di tipo recidivante-remittente, per cui i sintomi neurologici si verificano in episodi senza deteriorazione tra un episodio e l’altro. Dopo circa 10 anni dall’insorgenza della condizione, circa la metà dei pazienti sviluppano deterioramento neurologico progressivo. Il rimanente 20% dei pazienti affetti da MS sperimentano deteriorazione neurologica continua senza vedere un miglioramento dei propri sintomi.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Neuroni
I neuroni corrispondono alle unità cellulari del sistema nervoso, permettono la comunicazione tra il cervello e le varie parti del corpo,...
Nervo pudendo
Il nervo pudendo è un nervo che è collegato a tutta l'area del bacino e assolve a una serie di compiti sia motori sia sensitivi.
Nervo frenico
Il nervo frenico è il nervo più importante del plesso cervicale, che fornisce l’innervazione motoria al diaframma, il principale muscolo ...