Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Impetigine

Impetigine

Impetigine
Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cos'è l'impetigine

Con il nome di impetigine, si indica un’infezione della pelle molto contagiosa, che si presenta per lo più su viso, collo, mani, ascelle, glutei. È particolarmente diffusa nei bambini e nei neonati.
 
È un processo infiammatorio dovuto agli stafilococchi e agli streptococchi. È una tra le più comuni malattie cutanee e colpisce soprattutto i bambini. 

Tipi di impetigine

Ci sono tre tipi di impetigine:

  1. impetigine non bollosa: è una forma comune, causata di solito dallo streptococco. Questa forma si presenta inizialmente con piccole papule rosse simili a punture di insetti. Queste lesioni rapidamente si trasformano in piccole vescicole e poi in pustole con una caratteristica crosta color miele. L'intero processo dura circa una settimana. Queste lesioni si presentano spesso intorno al naso sulle braccia e sulle gambe. A volte, ci possono essere casi di gonfiore dei linfonodi;
  2. impetigine bollosa: questa forma è di solito causata da stafilococchi. Questi batteri producono una tossina che riduce l'adesione tra le cellule, provocando la separazione tra lo strato superiore della pelle (epidermide) e lo strato inferiore (derma). Questo porta alla formazione di una bolla. Le bolle possono comparire in diverse zone della pelle, soprattutto sui glutei e sul tronco; sono fragili e contengono un liquido chiaro. Si forma poi una crosta scura molto aderente. Con la guarigione, questa crosta svanisce;
  3. ectima: questo è il tipo più grave di impetigine, quello che colpisce lo strato profondo della pelle. Le bolle possono provocare ulcere profonde che lasciano cicatrici.

Sintomi dell'impetigine

Le bolle e le vescicole che si formano sono altamente pruriginose: il bambino non è in grado di autocontrollarsi, per cui tende a grattarsi, causando la diffusione dell’infezione.  

Cause dell'impetigine

L'impetigine è un'infezione superficiale della pelle causata da:

L'impetigizzazione è più comune nei bambini (in particolare dai 2 ai 5 anni), ma colpisce anche gli adulti; prolifica in ambienti caldi e umidi ed è comunemente trasmessa attraverso uno stretto contatto tra le persone.

Rischio di contrarre l’impetigine

Alcune categorie sono maggiormente esposte al rischio di contrarre l’impetigine. I principali fattori di rischio sono:

  • Età compresa tra i 2 ed i 6 anni
  • Frequentare asili nido o scuole
  • Avere scarsa igiene personale
  • Clima caldo umido
  • Soggetti con dermatiti in atto
  • Usare il Cortisone

Come si prende l'impetigine

L'impetigine è contagiosa e si diffonde soprattutto attraverso:

  • contatto diretto con un soggetto infetto;
  • oggetti infetti:
  • punture di insetti;
  • morsi di animali
Dopo un breve periodo iniziale, l'impetigine si diffonde spesso ad altre parti del corpo. Ciò è particolarmente comune nei bambini e ci possono essere delle epidemie negli asili nido. I batteri che causano l'impetigine possono entrare attraverso una ferita nella pelle, come quella che proviene da tagli e graffi.

Comune è l'infezione nei bambini in corrispondenza delle aperture nasali. L'integrità della pelle è spesso minacciata dallo scolo nasale purulento. Gli adulti spesso sviluppano casi di impetigine a causa dello stretto contatto con bambini infetti.

Come si sviluppa l'impetigine nei bambini

Quando un bambino presenta i sintomi dell’impetigine, saranno visibili sul suo corpo bollicine di colore rosso, che presenteranno poi croste giallastre. I bimbi piccoli, che portano il pannolino, spesso ne sono affetti nell’area genitale.

Come si sviluppa l'impetigine negli adulti

L’impetigine si presenta con piaghe di colore rosso che si ricoprono poi una crosta giallastra, vesciche contenenti liquido sieroso, prurito, lesioni cutanee e ingrossamento dei linfonodi.

Come viene diagnosticata l'impetigine

La diagnosi effettuata dallo specialista dermatologo è basata sull'aspetto clinico, anche se a volte altre condizioni possono avere un aspetto simile. È importante notare che non tutte le bolle sono dovute ad infezione da impetigine.

Il giudizio medico e alcuni test vengono utilizzati per decidere se sarà necessario somministrare:

Terapia per l'impetigine

L'impetigine, presa per tempo, è facile da trattare. I casi lievi possono essere gestiti tramite:

  • Lavaggio con soluzione antisettica
  • Applicazione di gel astringente al cloruro d’alluminio
L’applicazione di creme antibiotiche è ad oggi criticato per la possibile insorgenza di ceppi batterici antibioticoresistenti.

I casi più gravi o diffusi, in particolare di impetigine bollosa, possono richiedere farmaci antibiotici per via orale. Negli ultimi anni, i germi hanno sviluppato una resistenza ai comuni antibiotici.

Nei casi che presentano ampie lesioni della pelle per rottura delle bolle, è necessaria l’ospedalizzazione. In ospedale, al trattamento antibiotico sistemico, viene associato un trattamento reidratante ed antisettico.

Tempi di incubazione dell’impetigine

Il periodo di incubazione va di solito da 1 a 3 giorni per streptococco e da 4 a 10 giorni per le infezioni da stafilococco.

Complicanze dell'impetigine

Una complicanza potenzialmente grave e rara legata all'impetigine è causata dai batteri dello streptococco ed è la glomerulonefrite, un'infiammazione ai reni.

Molti specialisti non sono convinti che il trattamento contro l'impetigine impedisca il verificarsi di glomerulonefrite.

Impetigine e frequentare la scuola

Poiché l'impetigine è un'infezione molto contagiosa, è importante che, una volta riconosciuta la malattia, il bambino non torni a scuola e non venga a contatto con altri bambini fino a un giorno dopo l'inizio della terapia.

Prevenzione dell'impetigine

Importante ed efficace per prevenire la diffusione di impetigine è il frequente lavaggio delle mani con sapone ed acqua calda.

I bambini affetti da impetigine non dovrebbero giocare con altri bambini fino alla risoluzione dell’infezione. Gli adulti affetti da impetigine non dovrebbero frequentare i bambini fino a risoluzione dell’infezione.

Rimedi naturali per l'impetigine

Sebbene altamente infettiva, l'impetigine non è una condizione così grave della pelle. Ci sono alcuni rimedi che si potrebbero adottare a casa per ridurre i sintomi più velocemente.

L'estratto di semi di pompelmo, l'olio di cocco, l'aglio, l'aceto di mele, l'aloe vera, il miele di manuka e la curcuma possono essere utilizzati anche su adulti e bambini.

Se si prende l'infezione in tempo, i rimedi casalinghi dovrebbero essere sufficienti per trattare l'impetigine.

I rimedi elencati di seguito sono ugualmente sicuri per adulti e bambini:

  • Diverse persone rivelano che l'estratto di semi di pompelmo aiuta a guarire completamente l'impetigine, questo perché è di natura antibatterica ed è ricco di antiossidanti. Questa combinazione rende molto difficile la crescita dei batteri. Mescolare 2 gocce di estratto di semi di pompelmo in 2 cucchiai d'acqua. Immergere un batuffolo di cotone in questa miscela e tamponare delicatamente sulle aree interessate. Farlo più volte al giorno. Unirlo con olio di vitamina E per ridurre la secchezza e le cicatrici. Un'altra opzione è quella di assumere integratori di semi di pompelmo 3 volte al giorno.
  • Olio di tea tree: la pelle ama l'olio di tea tree. È antibatterico (un motivo per cui è usato per trattare le infezioni da stafilococco) ed è antinfiammatorio. In caso di impetigine, può distruggere i batteri e ridurre il gonfiore. Aggiungere qualche goccia di olio di tea tree ad un cucchiaio di olio d'oliva. Applicare l'olio combinato sulle aree interessate del viso. Lavare dopo 15 minuti con acqua tiepida.
  • Aglio:è un altro grande antibatterico ed è molto sicuro per i bambini con impetigine. Può ridurre gonfiore, prurito e dolore. Grazie al suo principio attivo, l'allicina, allevia lo stafilococco. Per il prurito della pelle, mescolare 2 cucchiai di olio d'oliva all'aglio schiacciato e sbucciato. Applicarlo sulle aree interessate. Un'altra opzione è masticare l'aglio direttamente. Aggiungierlo ai piatti che si cucinano. Per applicare l'aglio schiacciato direttamente sul viso, sbatterlo sbucciato usando un mortaio e un pestello. Applicarlo sul viso più volte al giorno.
  • Aceto di sidro di mele: antibatterico, antinfiammatorio, antifungino e ricco di antiossidanti, l'aceto di mele è molto efficace per ridurre i segni di impetigine. È anche sicuro da applicare ai bambini. Utilizzare un impacco di aceto di sidro di mele sulle aree e applicare l'olio di cocco. È inoltre possibile applicarlo diluito direttamente sulla pelle. Ripetere più volte al giorno.
  • Terapia del calore: il calore rende impossibile il prosperare e diffondersi dei batteri. Il calore dell'acqua calda riduce l'accumulo di batteri, purifica la pelle e agisce come agente disintossicante. Immergere un asciugamano in una ciotola di acqua calda. Spremere l'acqua e premere lentamente il panno contro la pelle. Farlo più volte al giorno.
  • Aloe Vera: ha immensi poteri curativi. Antimicrobica e antinfiammatoria, l'aloe vera può combattere l'infezione batterica e ridurre il prurito. Inoltre, idrata la pelle, rendendola utile per trattare le croste secche. Poiché l'aloe vera è sicura, è possibile applicare uno strato di gel direttamente sulle parti interessate della pelle. Un'altra opzione è quella di bere il succo di aloe vera ogni giorno durante il trattamento.
  • Miele: antisettico, antibatterico, antinfiammatorio e pieno di nutrimento, è ottimo per trattare qualsiasi problema correlato alla pelle, compresa un'infezione batterica. Contiene un composto antibatterico noto come metilgliossale. Il miele di manuka, in particolare, ha una maggiore concentrazione di metilgliossale rispetto al miele normale. Questa caratteristica rende il miele di manuka una fonte più potente per trattare l'impetigine. Massaggiare il miele di manuka sulle zone interessate del viso. Lavare con acqua tiepida. Ripetere più volte al giorno.
  • Curcuma: è un antico rimedio per curare diverse infezioni della pelle. Il principio attivo, la curcumina, distrugge lo staphaphylococcus aureus. La curcumina è anche antinfiammatoria e antisettica. Inoltre, rafforza il sistema immunitario per combattere le infezioni. Bere un bicchiere di latte alla curcuma ogni giorno e provare a cospargerla nei piatti.
  • Olio di lavanda: è un altro forte olio essenziale che potrebbe ridurre i segni di impetigine. Le sue proprietà antibatteriche e antisettiche possono purificare la pelle dai batteri e dai germi associati all'infanzia. Immergere un batuffolo di cotone in 2 gocce di olio di lavanda e olio di cocco. Tamponarlo sulle zone interessate della pelle.
  • Echinacea: l'erba a fioritura violacea è un altro antico rimedio per combattere le infezioni batteriche. Idrata la pelle e rafforza anche il sistema immunitario.Macinare l'echinacea con acqua. Applicare sui blister e risciacquare con acqua tiepida dopo 15 minuti.
  • Bagno al sale Epsom: il sale Epsom non aiuta direttamente contro l'impetigine, però può essere usato come parte del trattamento. Aiuta a far fronte al dolore e all'irritazione cutanea associati alla malattia. Può anche dare sollievo alla pelle pruriginosa. Fare il bagno nel bagno salino Epsom. Questo dovrebbe lenire la pelle.
  • Olio di cocco: è ricco di composti che possono distruggere i batteri nell'infanzia e lenire la pelle irritata. Può guarire le vesciche e ridurre l'aspetto delle cicatrici. Massaggiare l'olio di cocco extra vergine sulle zone colpite. Lasciare riposare per 30 minuti. Risciacquare con acqua tiepida. Ripetere più volte al giorno.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...
Alopecia
L'alopecia è la perdita dei capelli. Ci sono molti tipi di alopecia, ciascuno con una causa diversa.