Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Quarta Malattia

Quarta Malattia

Quarta Malattia
Curatore scientifico
Dr. Chiara Tuccilli
Specialità del contenuto
Malattie infettive e tropicali

Cos'è la quarta malattia

La quarta malattia (conosciuta anche come scarlattinetta, o Morbo di Dukes o, ancora, malattia di Filatov) è tipica dell’infanzia ed è causata da un batterio, lo Streptococco del gruppo A.

Fa parte della famiglia delle cosiddette malattie esantematiche, dunque quelle condizioni morbose di origine infettiva (solitamente virale) che causano una tipica eruzione cutanea formata da puntini rossi sulla pelle; questo "sfogo" (chiamato anche esantema o rash cutaneo) si accompagna a una serie di altre manifestazioni, quali febbre, stato di malessere e perdita di appetito. 

Tra le malattie esantematiche per eccellenza, ricordiamo:

  • Morbillo o prima malattia
  • Scarlattina o seconda malattia
  • Rosolia o terza malattia
  • Scarlattinetta o quarta malattia
  • Eritema infettivo o quinta malattia
  • Esentema critico o sesta malattia.
Da molti esperti, la quarta malattia viene considerata una forma lieve di scarlattina. Da qui il nome, appunto, di scarlattinetta. Come per tutte le malattie esantematiche, sebbene siano tipicamente pediatriche, anche gli adulti possono esserne contagiati.

Quarta malattia nei bambini

La quarta malattia o scarlattinetta è tipica dell’infanzia e la sua trasmissione è facilitata dalla promiscuità delle classi scolastiche.

Solitamente, la quarta malattia nei bambini si risolve in breve tempo e senza complicazioni. Tuttavia, in alcuni casi è possibile che si verifichino danni renali.

Pertanto, dopo due settimane dalla guarigione è raccomandabile eseguire le analisi delle urine e il tampone faringeo al fine, rispettivamente, di:

  • Valutare la funzionalità renale
  • Accertarsi che il batterio sia scomparso.

Quarta malattia negli adulti

La quarta malattia negli adulti, così come per i bambini, si presenta di lieve entità e non comporta complicazioni.

L’unico accorgimento è di verificare che non abbia prodotto alterazioni della funzionalità renale in soggetti predisposti, sia in età adulta e sia infantile.

Sintomi della quarta malattia

I primi sintomi della quarta malattia, utili per capire come si manifesta la quarta malattia, sono:

Solitamente, i sintomi scompaiono in una settimana o meno, ma la guarigione completa può avvenire anche entro 10 giorni.

Cause della quarta malattia

La causa della quarta malattia, come abbiamo visto, è l’infezione da parte del batterio Streptococco di gruppo A.

Osserviamo in particolare come si trasmette la quarta malattia:

  • Contatto diretto con secrezioni respiratorie o orali infette
  • Contatto con micro-gocce infette emesse tramite tosse, starnuto o mentre si parla.
Chi ne è affetto è contagioso a partire dal momento dell’incubazione e fino alla manifestazione dell’esantema.

Quarta, quinta e sesta malattia

Mentre la quarta malattia è causata dal batterio Streptococco beta-emolitico di gruppo A, gli agenti eziologici della quinta malattia e della sesta malattia sono due virus:

  • Parvovirus B19, per la quinta malattia
  • Herpes virus 6, per la sesta malattia
Come la quarta malattia, quinta e sesta malattia sono caratterizzate dalla presenza di esantema, dunque di puntini rossi sulla pelle.

Quinta malattia

La quinta malattia o eritema infettivo è scarsamente contagiosa e le modalità di contagio solo le stesse della quarta malattia.

I bambini solitamente contraggono la quinta malattia tra i 5 e i 10 anni, e il periodo di incubazione è di due settimane. I sintomi della quinta malattia sono:

  • Macchie rosse e calde, inizialmente presenti solo sulle guance.
  • Macchie rosse che si estendono al resto del corpo, successivamente alle prime comparse.
La malattia si presente sempre in forma molto lieve e in pochi casi si registra febbre. Nei bambini, la malattia generalmente non provoca complicazioni. Tuttavia, si può verificare un’insufficienza del midollo osseo nei bambini affetti da anemie emolitiche, come l’anemia mediterranea.

Negli adulti che contraggono la quinta malattia, invece, si possono sviluppare artriti, anche se di breve durata. Particolare attenzione al contagio dovrebbe essere prestata dalle donne in gravidanza, poiché il Parvovirus B19 è in grado di attraversare la barriera placentare e può causare complicazioni al feto nei primi mesi di gestazione.

Sesta malattia

Per quanto riguarda la sesta malattia o esantema critico, questa ha la particolarità di esistere in due forme, di conseguenza può essere contratta due volte. Le modalità di trasmissione sono le stesse della quarta e della quinta malattia, e solitamente è contratta da bambini dai 6 mesi ai 2 anni di età.

Il periodo d’incubazione è di dieci giorni e i sintomi con cui si presenta sono:

  • Febbre della durata di 3 giorni, anche molto elevata.
  • Macchioline di colore rosa pallido, a volte lievemente rialzate, inizialmente presenti sul tronco e sul collo.
  • Macchioline sul viso e all'attaccatura di cosce e braccia, che si presentano successivamente a quelle del tronco e del collo.
Le complicazioni della sesta malattia sono prevalentemente legate alla febbre alta, poiché essa può provocare convulsioni nei bambini predisposti. Fortunatamente, le convulsioni sono di breve durata e non provocano danni permanenti.

Né per la quinta né per la sesta malattia esiste un vaccino.

Come si cura la quarta malattia

Di solito, l'esantema si esaurisce nel giro di circa 7-10 giorni e il trattamento per la quarta malattia è a base di antibiotici, da protrarre per 10 giorni, associato ad antipiretici nel caso di febbre.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Febbre Dengue
La febbre Dengue è una dolorosa e debilitante malattia trasmessa dalle zanzare causata da uno qualsiasi dei 5 virus Dengue strettamente c...
Pneumococco
Lo Streptococcus pneumoniae (pneumococco) è un batterio Gram-positivo responsabile della maggior parte delle polmoniti acquisite in comun...