Sei un professionista sanitario? Iscriviti
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery

Cerca

Chiudi
Specialità
Città
Medicina Termale Ortognatodonzia Agopuntura Allergologia Anatomia ed istologia patologica Andrologia Anestesia Angiologia Audiologia Auxologia Biochimica clinica Cardiochirurgia Cardiochirurgia pediatrica Cardiologia Check-up Chinesiologia Chiropratica Chirurgia ambulatoriale Chirurgia d'urgenza Chirurgia del piede Chirurgia dell'apparato digestivo Chirurgia dell'obesità Chirurgia della mano Chirurgia della spalla Chirurgia endoscopica Chirurgia epato biliare Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica Chirurgia maxillo facciale Chirurgia mininvasiva Chirurgia oncologica Chirurgia orale Chirurgia pediatrica Chirurgia plastica Chirurgia refrattiva Chirurgia senologica Chirurgia toracica Chirurgia toracico-vascolare Chirurgia vascolare Consulente Olistico Consulente Professionale in Allattamento Materno Counseling Criminologia Cure termali Day hospital Day surgery Dermatologia Dermosifilopatia Detenuti Diabetologia Diagnostica per immagini Dietologia Educatore Professionale Ematologia Emodialisi Emodinamica e chirurgia endoluminale Endocrinologia Endodonzia Endoscopia Epatologia Farmacia Farmacologia clinica Fisiatria Fisiokinesiterapia Fisiopatologia della riproduzione Fisioterapia Flebologia Foniatria Gastroenterologia Genetica Geriatria Ginecologia Gnatologia Grafologia Grandi ustioni Grandi ustioni pediatriche Hospice Igiene dentale Igiene e medicina preventiva Immunologia Implantologia Infermieristica Iridologia Laboratorio analisi Logopedia Lungodegenti Malattie infettive e tropicali Medicazioni Medicina complementare Medicina del dolore Medicina del lavoro Medicina dello sport Medicina di comunità Medicina estetica Medicina fisica e riabilitativa Medicina generale Medicina interna Medicina iperbarica Medicina legale Medicina metabolica Medicina molecolare Medicina nucleare Medicina psicosomatica Medicina subacquea Medicina tropicale Microbiologia e virologia Microchirurgia Musicoterapia Naturopatia Nefrologia Nefrologia (abilitaz. al trapianto) Nefrologia pediatrica Neonatologia Neuro-riabilitazione Neurochirurgia Neurochirurgia pediatrica Neurofisiopatologia Neurologia Neuropsichiatria Neuropsichiatria infantile Neuropsicologia Neuropsicomotricità Nido Nutrizione Nutrizione e dietistica Nutrizione Olistica Oculistica Odontoiatria conservativa Odontoiatria e stomatologia Odontostomatologia Omeopatia Omotossicologia Oncoematologia Oncoematologia pediatrica Oncologia Optometria Ortodonzia Ortopedia e traumatologia Ortopedia-chirurgia della colonna vertebrale Ortottica OSA - Operatore Socio Assistenziale OSS - Operatore Socio Sanitario Ossigenoterapia Osteopatia Ostetricia Otologia Otorinolaringoiatria Parodontologia Patologia Clinica Pedagogia Clinica Pediatria Pedodonzia - odontoiatria pediatrica Pensionanti Pneumologia Podologia Posturologia Proctologia Pronto Soccorso Protesi dentaria Psichiatria Psicologia Psicoterapia Radiologia Radioterapia Radioterapia oncologica Recupero e riabilitazione funzionale Recupero e riabilitazione posturale Reumatologia Riabilitazione Riabilitazione cardiologica Riabilitazione neuromotoria e ortopedica Riabilitazione ortopedica Riabilitazione psiconeurogeriatrica Rianimazione RSA - Case di Riposo Salute mentale Scienza dell'Alimentazione Senologia Sessuologia Shiatsu Stroke unit Tecniche di radiologia medica Tecnico Audioprotesista Tecnico Ortopedia Tecnico sanitario di neurofisiopatologia Terapia del dolore Terapia intensiva Terapia intensiva neonatale Tossicologia Unità coronarica Unità spinale Urologia Urologia pediatrica Vulnologia Week surgery
Sei un professionista sanitario? Iscriviti

Antipiretici

Contenuto di: ,
Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano, Biologo
Indice contenuto:
  1. Cosa sono gli antipiretici?
  2. Qual è il significato di "antipiretici"?
  3. Quando utilizzare gli antipiretici?
  4. Elenco farmaci antipiretici
  5. Antipiretici per bambini
  6. Antipiretici naturali

Cosa sono gli antipiretici?

La temperatura corporea fisiologica si aggira tra i 35°C ai 37°C. Quando questa temperatura si innalza, si parla di febbre.

La febbre è un meccanismo di difesa messo in atto dall’organismo in diversi stati patologici che vanno dalle infezioni alla flogosi.

L’eccessivo rialzo termico potrebbe danneggiare l’organismo e, per tale motivo, quando la temperatura supera i 38°C, viene consigliata la somministrazione di antipiretici, ossia di particolari principi attivi in grado di ridurre la temperatura corporea in caso di febbre.

Qual è il significato di "antipiretici"?

Il termine "antipiretici" deriva dal greco πυρετός (pyretós) che vuol dire “febbre”, a cui è anteposto il suffisso "anti": questi farmaci, infatti, contengono principi attivi in grado contrastare l'eccessivo innalzamento della temperatura corporea, che si manifesta con quella che viene comunemente chiamata "febbre".

La febbre è un mezzo attraverso il quale il corpo attua una difesa nei confronti di agenti patogeni o antigeni di altro genere. La febbre è causata da agenti pirogeni esogeni, endogeni, infettivi e non ad esempio da virus, batteri, ma anche allergeni, che influenzano il centro di termoregolazione presente nell’ipotalamo.

Il pirogeno scatena una risposta di difesa da parte dell’organismo, soprattutto da parte dei macrofagi che liberano citochine infiammatorie che vanno ad alterare la termoregolazione nell’ipotalamo. Questa alterazione nel centro di termoregolazione induce la vasocostrizione cutanea con conseguente aumento della temperatura corporea, utile a richiamare una risposta immunitaria con produzione di anticorpi e altre cellule deputate alla difesa.

Quando utilizzare gli antipiretici?

La febbre è, dunque, una risposta fisiologica complessa innescata da stimoli infettivi o asettici.

L'aumento della temperatura corporea si verifica quando le concentrazioni di prostaglandine (PGE2) aumentano all'interno di alcune aree del cervello. Questo aumento altera la trasmissione dell’informazione a livello dei neuroni che controllano la termoregolazione nell'ipotalamo.

Sebbene la febbre avvantaggi la risposta immunitaria non specifica nei confronti di microrganismi invasori, essa è anche una fonte di disagio e può diventare deleteria se troppo elevata. Per tali ragioni, è comunemente soppressa con farmaci antipiretici.

Antipiretici come l'acido acetilsalicilico, sono stati ampiamente utilizzati dalla fine del IXX secolo, ma i meccanismi con cui alleviano la febbre sono stati chiariti solo negli ultimi decenni. Ora è chiaro che la maggior parte degli antipiretici agisce inibendo l'enzima ciclossigenasi e riducendo i livelli di PGE 2 all'interno dell'ipotalamo.

Recentemente, sono stati suggeriti altri meccanismi di azione per i farmaci antipiretici, compresa la loro capacità di ridurre i mediatori pro-infiammatori, migliorare i segnali anti-infiammatori nei siti di lesione o aumentare i messaggi antipiretici nel cervello. 

Essendo un meccanismo di difesa, la febbre non andrebbe “soffocata” sul nascere, ma soltanto se l’incremento termico diventa eccessivo e, quindi, potenzialmente deleterio per il corpo stesso. L’antipiretico andrebbe somministrato quando la temperatura supera il 38–38,5°C.

Elenco farmaci antipiretici

Tra i farmaci ad azione antipiretica troviamo:

  • Paracetamolo, è l’antipiretico per eccellenza. Agisce inibendo l'enzima ciclossigenasi (solo a livello centrale), con conseguente diminuzione della sintesi di PGE2 (una prostaglandina che aumenta la temperatura corporea). Il paracetamolo va utilizzato con cautela perché potrebbe causare gravi danni epatici.
  • Cortisonici come il betametasone e il desametasone.
  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), come Ibuprofene, Nimesulide, Ketoprofene, Flurbiprofene e acido niflumico. Tuttavia, mentre il paracetamolo inibisce l'enzima ciclossigenasi soltanto a livello centrale, questi principi attivi agiscono anche a livello sistemico, quindi oltre ad essere antipiretici svolgono un'importante azione antinfiammatoria. In genere, il loro utilizzo può determinare disturbi gastro-intestinali (sanguinamenti ed ulcere).
  • Salicilati, ossia l’acido acetilsalicilico che esattamente come gli altri FANS, inibisce la ciclossigenasi anche a livello sistemico. Inoltre, i salicilati non vanno mai somministrati prima dei 14 anni per il rischio di sindrome di Reye (una malattia neurologica molto grave).

Antipiretici per bambini

Soprattutto nel bambino, il paracetamolo è il farmaco antipiretico di prima scelta, immediatamente seguito dall'ibuprofene.

Solitamente, nei bambini la formulazione farmaceutica scelta, non solo per quanto riguarda l’antipiretico, è sotto forma di supposta. Questo perché in età pediatrica il circolo emorroidario, ovvero un complesso di vasi capillari nella zona anale, è molto vascolarizzato e ciò favorisce un rapido assorbimento del farmaco.

Antipiretici naturali

Diverse piante possiedono proprietà antipiretiche. Alcune, usate in fitoterapia, sono dotate di effetto antipiretico per la presenza di salicilati, come la spirea olmaria e il salice.

Inoltre, esistono sostanze diaforetiche, ovvero sostanze naturali capaci di stimolare la sudorazione, aumentando la dispersione termica con diminuzione della temperatura corporea, come per esempio i fiori di sambuco e i fiori di tiglio.