Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Amputazione

Amputazione

Amputazione
Curatore scientifico
Dr. Alfredo Bitonti
Specialità del contenuto
Ortopedia e traumatologia

Che cos'è l'amputazione?

L'amputazione è una tecnica chirurgica che prevede la rimozione di un arto o di un segmento di un arto a livello non articolare.

L’amputazione viene effettuata a seguito di incidenti che compromettono significativamente la funzionalità e la struttura dell’arto o degli arti interessati. In alcuni casi, l’amputazione è indispensabile a causa di gravi disturbi vascolari che impediscono l’irrorazione dell’arto che di conseguenza va in necrosi.

Perché si ricorre all'amputazione?

Le cause che costringono i medici a eseguire un’amputazione possono essere molteplici e non solo di natura traumatica. Tra le cause ricordiamo:

  • Vasculopatie: la malattia vascolare periferica è tra le cause più comuni di amputazione dell’arto inferiore. Le patologie vascolari che incidono maggiormente sulla decisioni di amputazioni sono: 
    • arteriopatia cronica ostruttiva periferica su base aterosclerotica con conseguente mancata irrorazione dei tessuti a monte della restrizione
    • vasculopatia diabetica: il diabete accelera il processo ostruttivo dei vasi e determina lesioni e ulcere nelle zone periferiche che stentano a guarire. Quando queste ulcere sono su diverse parti del piede, spesso è necessaria l’amputazione dell’arto. 
  • Traumi: tra le cause di amputazione ci sono traumi da schiacciamento, traumi da colpi da arma da fuoco o dovuti a mine.
  • Neoplasie: tumori ossei, cutanei, vascolari.
  • Infezioni: setticemia meningococciga, infezioni a seguito di un trauma o un intervento di ortopedia o di chirurgia vascolare.

In quali casi si esegue un'amputazione?

Un'amputazione, generalmente, viene eseguita per i seguenti motivi:

  • rimuovere del tessuto che non ha più un adeguato apporto di sangue
  • rimuovere tumori maligni

Quali sono le parti soggette ad amputazione?

Le parti del corpo soggette ad amputazione sono:

  • braccia
  • gambe
  • mani
  • piedi
  • dita delle mani e dei piedi 

Quante tipologie d’amputazione esistono?

Ci sono due tipi di amputazione:

  • l’amputazione che preserva l’articolazione
  • l’amputazione che rimuove anche l’articolazione 
Una seconda distinzione riguarda la monolateralità o la bilateralità

Nel primo caso. l’arto rimosso è uno solo; nel secondo caso, l’amputazione coinvolge entrambi gli arti.

Come si esegue un'amputazione?

In sala operatoria, il chirurgo interrompe, per prima cosa, il circolo sanguigno dell’arto interessato; questo procedimento evita eventuali emorragie

Successivamente, procede sezionando il tessuto muscolare e segando l’osso utilizzando una particolare sega oscillante. Una volta rimosso l’arto, la cute va ricucita attorno al moncone rimasto. 

Cosa avviene dopo un'amputazione?

Dopo esser stati sottoposti ad un'amputazione, i pazienti vengono trattati con antibiotici per scoraggiare eventuali infezioni. Quarantotto ore dopo l'intervento il paziente viene sottoposto a terapia fisica.

Quali sono le conseguenze di un'amputazione?

Tra i rischi più comuni provocati da un'amputazione, spicca la sindrome dell'arto fantasma, ovvero la falsa sensazione da parte dei pazienti di avvertire ancora in vigore la parte amputata.

Amputazioni che interessano l’arto inferiore

L’amputazione degli arti inferiori può interessare gamba, piede e una o più dita del piede.

L’amputazione della gamba può essere monolaterale o bilaterale, al di sopra o al di sotto del ginocchio.

La deambulazione richiede un dispendio energetico maggiore quando l’amputazione viene effettuata al di sopra del ginocchio rispetto ad un’amputazione al di sotto del ginocchio. 

Nel caso dell’amputazione bilaterale, la rimozione di entrambi gli arti rende più difficile la deambulazione. Come con l’amputazione monolaterale, la prognosi funzionale dipende dal livello dell’amputazione, sopra o sotto il ginocchio. I soggetti amputati bilateralmente al di sotto del ginocchio, con protesi adatte, possono essere in grado di camminare senza stampelle. I soggetti amputati bilateralmente al di sopra del ginocchio, con l’ausilio di protesi, possono camminare con due stampelle, in alcuni casi anche senza. Anche l’amputazione del piede richiede protesi e riabilitazione.

Amputazioni che interessano l’arto superiore

Le amputazioni degli arti superiori possono riguardare solo la mano, solo una o più dita della mano e il braccio in punti diversi, sopra o sotto il gomito. La rieducazione dipende dalla parte rimossa.

Amputazione e protesi

Prima di un intervento di amputazione, il paziente viene informato sul programma di riabilitazione post operatorio. Un sostegno psicologico potrebbe essere utile per prendere consapevolezza della nuova condizione fisica a cui dovrà adattarsi.

L’adattamento sarà più semplice con l’ausilio di una protesi funzionale che possa sostituire l’arto mancante. Oggi l’ingegneria che studia e costruisce le protesi è molto avanzata tanto da consentire ai soggetti amputati di riprendere le loro attività. Tra le nuove protesi ce ne sono anche alcune che permettono di praticare anche diverse attività sportive.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Ginnastica posturale
Con il nome di ginnastica posturale, o fisiokinesiterapia, si indicano una serie di esercizi posturali utili per ristabilire l’equilibrio...
Postura corretta
Una buona postura implica allenare il corpo a stare in piedi, camminare, sedersi e sdraiarsi in posizioni in cui il minimo sforzo è posto...
Tutore ortopedico
I tutori ortopedici sono dispositivi medici progettati per affrontare i problemi muscolo-scheletrici; sono utilizzati per allineare corre...