Taglio cesareo

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Gianfranco Blaas
Indice contenuto:
  1. Che cos'è il taglio cesareo?
  2. In cosa consiste un taglio cesareo?
  3. Quando è consigliabile effettuare un taglio cesareo?
  4. Quanti e quali sono i tipi di taglio cesareo?

Che cos'è il taglio cesareo?

Cesareo

Il taglio cesareo è un tipo di intervento chirurgico volto all'estrazione del feto.

In cosa consiste un taglio cesareo?

Un taglio cesareo consiste nell'effettuazione di un'anestesia di venti minuti e in una piccola incisione addominale, trasversale poco sopra il pube, divaricazione dei muscoli retti dell’addome (senza taglarli, per cui si riprendono in fretta dopo il parto), apertura del peritoneo ed incisione trasversale sulla parte bassa dell’utero, (cosidetto “segmento inferiore”), che una zona più elastica e meno vascolarizzata dell’utero stesso, per cui residuerà piccolissima cicatrice su quest’organo).

Quando è consigliabile effettuare un taglio cesareo?

Un taglio cesareo andrebbe effettuato nei seguenti casi:

  • età superiore a 35 anni con pregressa storia di aborti o di sterilità o infertilità.
  • precedenti esperienze di taglio cesareo, se era stato fatto un “cesareo di elezione”, cioè legato a problemi fisici materni o materno-fetali. Un pregresso taglio casareo d’urgenza o per alterata presentazione non rappresenta una controindicazione.
  • gravidanza gemellare, soprattutto monocoriale, monoamniotica in cui i due gemelli sono contenuti in un unico sacco amniotico e potrebbero ostacolarsi in un parto normale
  • peso fetale stimato superiore a 4000 g (quando si presume sproporzione feto-pelvica) o inferiore a 2500 g
  • Infezioni virali in atto della madre.

Quanti e quali sono i tipi di taglio cesareo?

Il taglio cesareo può essere:

  • programmato
  • urgente

Nel primo caso il taglio cesareo viene deciso prima dell'avvio del travaglio, nel secondo caso si effettua se le condizioni della madre o del feto ne pongano l'indicazione durante lo svolgimento del parto stesso.